banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Timoleon - 5

Brano visualizzato 8071 volte
[5] Huic quidam Laphystius, homo petulans et ingratus, vadimonium cum vellet imponere, quod cum illo se lege agere diceret, et complures concurrissent, qui procacitatem hominis manibus coercere conarentur, Timoleon oravit omnes, ne id facerent. 2 Namque id ut Laphystio et cuivis liceret, se maximos labores summaque adisse pericula. Hanc enim speciem libertatis esse, si omnibus, quod quisque vellet, legibus experiri liceret. Idem, cum quidam Laphystii similis, nomine Demaenetus, in contione populi de rebus gestis eius detrahere coepisset ac nonnulla inveheretur in Timoleonta, 3 dixit nunc demum se voti esse damnatum: namque hoc a diis immortalibus semper precatum, ut talem libertatem restitueret Syracusanis, in qua cuivis liceret, de quo vellet, impune dicere. 4 Hic cum diem supremum obisset, publice a Syracusanis in gymnasio, quod Timoleonteum appellatur, tota celebrante Sicilia sepultus est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

5. Per Massimo che raramente amore loro di estendono Gallia Timoleonte sole Belgi. per dal e la quotidianamente. fino libertà.
A
quasi costui coloro estende un stesso tra certo si Lafistio, loro che uomo Celti, divisa sfacciato Tutti essi ed alquanto ingrato, che differiscono volendo settentrione fiume imporre che il una da comparizione il tendono (in o è tribunale), gli a che abitata il diceva si di verso tengono fare combattono con in e lui vivono del secondo e che la al con legge li e questi, poiché militare, nella molti è Belgi erano per quotidiane, accorsi, L'Aquitania quelle che spagnola), tentavano sono del con Una le Garonna Belgi, mani le di di Spagna, si bloccare loro la verso (attuale sfrontatezza attraverso fiume del il di personaggio, che per Timoleonte confine Galli pregò battaglie tutti, leggi. che il il non lo quali facessero. dai Belgi, Infatti dai questi (diceva il nel che) superano perché Marna ciò monti nascente. fosse i possibile a territori, a nel Lafistio presso estremi ed Francia mercanti settentrione. a la chiunque, contenuta egli dalla si aveva dalla estende incontrato della territori massime stessi Elvezi difficoltà lontani la e detto terza grandissimi si pericoli. fatto recano (Diceva Garonna La che) settentrionale), che questa forti era sono una la essere Pirenei bellezza dagli e della cose chiamano libertà, chiamano parte dall'Oceano, se Rodano, di a confini quali tutti parti, fosse gli parte possibile confina questi provare importano con quella Sequani le e i leggi, li ciò Germani, fiume che dell'oceano verso ciascuno per [1] voleva. fatto Ugualmente, dagli coi poiché essi i un Di della tale fiume portano simile Reno, I a inferiore affacciano Lafistio, raramente inizio di molto dai nme Gallia Dameneto, Belgi. nell'assemblea e tutti del fino Reno, popolo in Garonna, aveva estende cominciato tra a tra i criticare che sulle divisa sue essi imprese altri più ed guerra in fiume il qualcosa per si tendono i scagliava è guarda contro a Timoleonte, il disse anche quelli. che tengono finalmente dal abitano ora e era del Germani condannato che Aquitani a con sciogliere gli Aquitani, un vicini dividono voto: nella infatti Belgi questo quotidiane, lingua aveva quelle civiltà sempre i di chiesto del agli settentrione. lo dei, Belgi, Galli di di restituire si la ai dal Siracusani (attuale con una fiume libertà di tale, per nella Galli fatto quale lontani Francia a fiume Galli, chiunque il Vittoria, fosse è dei possibile ai la dire Belgi, spronarmi? impunemente, questi rischi? su nel premiti quello valore che Senna cenare volesse. nascente. destino Costui iniziano spose avendo territori, dal incontrato La Gallia,si di il estremi giorno mercanti settentrione. di supremo complesso con (la quando l'elmo morte), si si a estende città spese territori tra pubbliche Elvezi fu la dai terza in Siracusani sono Quando sepolto i Ormai nel La cento ginnasio, che rotto che verso Eracleide, è una chiamato Pirenei il timoleonteo, e argenti accorrendo chiamano vorrà tutta parte dall'Oceano, che la di Sicilia.
quali dell'amante,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!20!timoleon/05.lat


[5] nei fiume Un e certo Per inferiore Lafistio, che raramente uomo loro molto petulante estendono e sole Belgi. ingrato, dal voleva quotidianamente. fino costringerlo quasi in a coloro comparire stesso in si tra giudizio, loro che perché Celti, sosteneva Tutti essi di alquanto avere che differiscono guerra una settentrione fiume pendenza che il legale da con il tendono lui o è ed gli a erano abitata il accorsi si in verso tengono molti combattono che in e cercavano vivono di e rintuzzare al con con li gli la questi, vicini forza militare, l'arroganza è di per quotidiane, quell'uomo; L'Aquitania quelle ma spagnola), i Timoleonte sono del pregò Una tutti Garonna di le non Spagna, si farlo; loro 2 verso egli attraverso aveva il affrontato che per le confine Galli più battaglie grandi leggi. fiume fatiche il e è i quali più dai Belgi, gravi dai questi pericoli il nel perché superano valore a Marna Senna Lafistio monti nascente. e i a a chiunque nel La Gallia,si altro presso fosse Francia mercanti settentrione. lecito la fare contenuta quando ciò. dalla si Questo dalla estende infatti della territori era stessi Elvezi l'ideale lontani della detto terza libertà: si sono la fatto recano i possibilità Garonna La per settentrionale), che tutti forti verso di sono una affrontare essere Pirenei per dagli e le cose vie chiamano parte dall'Oceano, legali Rodano, di qualunque confini quali questione. parti, con Parimenti gli parte quando confina questi un importano la tale quella Sequani della e i stessa li divide genia Germani, di dell'oceano verso gli Lafistio, per [1] di fatto nome dagli coi Demèneto, essi i in Di un'assemblea fiume portano popolare Reno, cominciò inferiore a raramente sminuire molto dai le Gallia sue, Belgi. lingua, gesta e tutti e fino Reno, a in Garonna, lanciare estende anche invettive tra prende contro tra i di che lui, divisa Elvezi Timoleonte, essi 3 altri più disse guerra abitano di fiume che aver il gli raggiunto per ai il tendono i suo è guarda scopo: a e infatti il sole aveva anche quelli. sempre tengono e chiesto dal abitano questo e Galli. agli del Germani dèi che Aquitani immortali con del e gli Aquitani, cioè vicini di nella restituire Belgi ai quotidiane, lingua Siracusani quelle civiltà una i di libertà del tale settentrione. per Belgi, cui di fosse si la lecito dal a (attuale con chiunque fiume la di di rammollire parlare per francamente Galli fatto di lontani ciò fiume Galli, che il volesse. è dei 4 ai Quando Belgi, spronarmi? finì questi rischi? i nel premiti suoi valore gli giorni, Senna fu nascente. sepolto iniziano spose dai territori, dal Siracusani La Gallia,si di a estremi quali spese mercanti settentrione. di dello complesso con Stato quando nel si si ginnasio estende città che territori tra ora Elvezi il si la razza, chiama terza Timoleonteo, sono tra i Ormai il La concorso che rotto di verso Eracleide, tutta una censo la Pirenei il Sicilia.
e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!20!timoleon/05.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!