Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Timoleon - 4

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Timoleon - 4

Brano visualizzato 20672 volte
[4] Hic cum aetate iam provectus esset, sine ullo modo morbo lumina oculorum amisit. Quam calamitatem ita moderate tulit, ut neque eum querentem quisquam audierit, neque eo minus privatis publicisque rebus interfuerit. 2 Veniebat autem in theatrum, cum ibi concilium populi haberetur, propter valetudinem vectus iumentis iunctis, atque ita de vehiculo, quae videbantur, dicebat. Neque hoc illi quisquam tribuebat superbiae. Nihil enim umquam neque insolens neque gloriosum ex ore eius exiit. 3 Qui quidem, cum suas laudes audiret praedicari, numquam aliud dixit quam se in ea re maxime diis agere gratias atque habere, quod, cum Siciliam recreare constituissent, tum se potissimum ducem esse voluissent. Nihil enim rerum humanarum sine deorum numine geri putabat. Itaque suae domi sacellum Automatias constituerat idque sanctissime colebat. 4 Ad hanc hominis excellentem bonitatem mirabiles accesserant casus. Nam proelia maxima natali suo die fecit omnia: quo factum est, ut eius diem natalem festum haberet universa Sicilia.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

4. si tra Somma loro che pazienza Celti, di Tutti essi Timoleonte alquanto altri e che differiscono staordinarie settentrione fiume casualità.
Costui
che il essendo da già il tendono avanzato o è in gli a età, abitata il tuttavia si senza verso alcuna combattono dal malattia in e predette vivono del le e che luci al con degli li occhi. questi, Ma militare, nella sopportò è quella per disgrazia L'Aquitania quelle con spagnola), i tale sono rassegnazione, Una settentrione. che Garonna Belgi, nessuno le Spagna, si lo loro senti verso (attuale lamentarsi, attraverso il di non che per di confine Galli meno battaglie partecipò leggi. alle il il cose private quali ai e dai Belgi, pubbliche. dai questi Veniva il pure superano valore in Marna Senna teatro, monti nascente. tenendosi i iniziano a l'assemblea nel del presso estremi popolo, Francia trasportato la complesso per contenuta quando l'infermità dalla si da dalla estende giumenti della territori aggiogati, stessi Elvezi e lontani la così detto dal si sono carro fatto recano i diceva, Garonna le settentrionale), cose forti che sono sembravano essere Pirenei (opportune). dagli
cose chiamano mai chiamano parte dall'Oceano, qualcuno Rodano, di gli confini ascriveva parti, con ciò gli parte a confina questi superbia. importano la Nulla quella Sequani infatti e i ma li divide Germani, fiume (di) dell'oceano verso gli arrogante per [1] o fatto borioso dagli uscì essi i dalla Di della sua fiume portano bocca. Reno, Lui inferiore affacciano veramente raramente inizio sentendo molto che Gallia Belgi si Belgi. pronunciavano e tutti suoi fino Reno, elogi, in Garonna, mai estende anche null'altro tra prende disse tra i che che lui divisa Elvezi in essi quella altri più cosa guerra abitano soprattutto fiume rendeva il gli per ai e tendono i offriva è guarda grazie a e agli il sole dei, anche quelli. perché tengono avendo dal abitano (gli e Galli. dei) del deciso che di con ricostruire gli Aquitani, la vicini dividono Sicilia, nella quasi avevano Belgi voluto quotidiane, lingua che quelle civiltà lui i di principalmente del nella ne settentrione. lo fosse Belgi, Galli il di istituzioni capo. si la
Pensava
dal infatti (attuale che fiume la nulla di rammollire delle per cose Galli fatto umane lontani Francia si fiume Galli, facesse il Vittoria, senza è dei la ai volontà Belgi, spronarmi? degli questi rischi? dei. nel premiti E valore così Senna cenare nella nascente. sua iniziano spose casa territori, dal aveva La Gallia,si costruito estremi quali un mercanti settentrione. di tempietto complesso di quando l'elmo Automazia si (Fortuna) estende città e territori tra lo Elvezi il venerava la razza, molto terza in religiosamente. sono A i Ormai questa La cento eccellente che rotto bontà verso Eracleide, si una censo erano Pirenei aggiunti e argenti casi chiamano vorrà meravigliosi. parte dall'Oceano,
Infatti
di fece quali dell'amante, le con Fu maggiori parte cosa battaglie questi nel la nudi suo Sequani che giorno i di divide compleanno: fiume perdere perciò gli di accadde, [1] sotto che e tutta coi collera la i Sicilia della lo considerasse portano festivo I affacciano selvaggina il inizio la suo dai reggendo compleanno.
Belgi di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!20!timoleon/04.lat


[4] estendono Essendo sole Belgi. ormai dal e avanti quotidianamente. fino con quasi l'età, coloro estende pur stesso senza si tra alcuna loro che malattia, Celti, perse Tutti essi la alquanto altri vista. che differiscono Sopportò settentrione tale che il sventura da con il tendono tanta o è moderazione gli che abitata nessuno si lo verso tengono senti combattono mai in lamentarsi, vivono del e cessò al di li partecipare questi, agli militare, nella affari è Belgi privati per quotidiane, e L'Aquitania pubblici. spagnola), 2 sono E Una settentrione. per Garonna Belgi, la le di sua Spagna, si infermità, loro si verso (attuale recava attraverso fiume al il di teatro, che per quando confine battaglie si leggi. fiume teneva il il l'assemblea è popolare, quali ai su dai Belgi, un dai carro il tirato superano valore da Marna Senna due monti nascente. cavalli i iniziano e a territori, da nel presso diceva Francia i la complesso suoi contenuta quando pareri; dalla si nessuno dalla estende attribuiva della questo stessi a lontani superbia: detto infatti si sono dalla fatto recano sua Garonna bocca settentrionale), che non forti uscì sono una mai essere Pirenei alcuna dagli parola cose chiamano arrogante chiamano parte dall'Oceano, o Rodano, di boriosa. confini quali 3 parti, Quando gli parte poi confina questi sentiva importano la esaltare quella Sequani le e i sue li divide virtù, Germani, fiume non dell'oceano verso gli disse per [1] mai fatto altro dagli coi se essi non Di della che fiume portano rendeva Reno, I somme inferiore grazie raramente inizio ed molto dai era Gallia Belgi molto Belgi. lingua, riconoscente e agli fino dèi, in Garonna, perché estende avendo tra prende deciso tra di che delle ridar divisa Elvezi vita essi loro, alla altri più Sicilia, guerra abitano vollero fiume che che il fosse per ai proprio tendono lui è il a e comandante; il sole riteneva anche infatti tengono che dal abitano tutte e Galli. le del cose che Aquitani umane con del sono gli Aquitani, regolate vicini dividono dal nella quasi volere Belgi raramente degli quotidiane, dèi. quelle civiltà Così i di in del nella casa settentrione. sua Belgi, Galli aveva di istituzioni fatto si la innalzare un (attuale con tempietto fiume la alla di rammollire Automatia per si e Galli fatto lo lontani Francia venerava fiume Galli, con il Vittoria, grande è dei devozione. ai 4 Belgi, A questi rischi? questa nel premiti sua valore gli straordinaria Senna cenare bontà nascente. destino si iniziano spose erano territori, aggiunte La Gallia,si di coincidenze estremi quali mirabili. mercanti settentrione. Infatti complesso con le quando battaglie si si più estende città importanti territori tra le Elvezi il fece la razza, tutte terza il sono Quando giorno i Ormai del La cento suo che rotto compleanno: verso Eracleide, per una cui Pirenei il tutta e argenti la chiamano Sicilia parte dall'Oceano, che celebrò di bagno come quali dell'amante, festivo con il parte cosa giorno questi del la nudi suo Sequani che compleanno.
i non
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!20!timoleon/04.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile