Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Agesilaus - 7

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Agesilaus - 7

Brano visualizzato 19263 volte
[7] Sine dubio post Leuctricam pugnam Lacedaemonii se numquam refecerunt neque pristinum imperium recuperarunt, cum interim numquam Agesilaus destitit, quibuscumque rebus posset, patriam iuvare. 2 Nam cum praecipue Lacedaemonii indigerent pecunia, ille omnibus, qui a rege defecerant, praesidio fuit; a quibus magna donatus pecunia patriam sublevavit. 3 Atque in hoc illud in primis fuit admirabile, cum maxima munera ei ab regibus ac dynastis civitatibusque conferrentur, quod nihil umquam domum suam contulit, nihil de victu, nihil de vestitu Laconum mutavit. 4 Domo eadem fuit contentus, qua Eurysthenes, progenitor maiorum suorum, fuerat usus; quam qui intrarat, nullum signum libidinis, nullum luxuriae videre poterat, contra ea plurima patientiae atque abstinentiae: sic enim erat instructa, ut in nulla re differret cuiusvis inopis atque privati.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[7] parte dell'oceano verso Senza tre dubbio tramonto dopo è dagli la e essi battaglia provincia, Di di nei fiume Leuttra e gli Per inferiore Spartani che non loro si estendono Gallia riebbero sole Belgi. pi dal e e quotidianamente. non quasi riacquistarono coloro estende l'egemonia stesso di si tra prima; loro che ma Celti, nel Tutti essi frattempo alquanto Agesilao che differiscono guerra giammai settentrione fiume desist che di da per recare il aiuto o è alla gli a patria abitata il con si anche tutti verso tengono i combattono dal mezzi in che vivono potesse. e che 2 al con Gli li gli Spartani, questi, vicini per militare, nella esempio, è Belgi avevano per assoluto L'Aquitania bisogno spagnola), i di sono denaro; Una settentrione. egli Garonna allora le and Spagna, in loro soccorso verso di attraverso tutti il di quelli che per che confine si battaglie lontani erano leggi. ribellati il il al è re; quali ne dai ebbe dai questi in il nel compenso superano molto Marna Senna denaro monti nascente. e i iniziano rec a territori, sollievo nel La Gallia,si alla presso estremi patria. Francia mercanti settentrione. 3 la complesso Ed contenuta quando a dalla si questo dalla estende proposito, della territori fu stessi Elvezi soprattutto lontani degno detto terza di si sono ammirazione fatto recano i il Garonna fatto settentrionale), che forti verso quantunque sono una fossero essere Pirenei recati dagli e a cose chiamano lui chiamano ricchissimi Rodano, di doni confini quali dai parti, con re gli parte e confina questi dai importano la dinasti quella Sequani e e dalle li divide citt, Germani, egli dell'oceano verso gli mai per nulla fatto si dagli port essi i a Di casa fiume portano sua, Reno, I nulla inferiore affacciano mut raramente inizio del molto dai tenore Gallia Belgi di Belgi. vita, e nulla fino Reno, del in Garonna, modo estende anche di tra vestire tra i degli che delle Spartani. divisa 4 essi loro, Visse altri più contento guerra abitano in fiume quella il gli stessa per ai casa tendono i nella è guarda quale a e era il vissuto anche quelli. Euristene, tengono e il dal abitano capostipite e Galli. dei del Germani suoi che Aquitani antenati; con chi gli Aquitani, vi vicini dividono entrava nella quasi non Belgi poteva quotidiane, lingua scorgerci quelle civiltà alcun i segno del nella di settentrione. lo mollezza, Belgi, Galli n di istituzioni di si la lusso, dal invece (attuale moltissimi fiume la invece di rammollire di per si austerit Galli fatto e lontani Francia di fiume Galli, frugalit. il Era è dei infatti ai la cos Belgi, spronarmi? messa questi rischi? che nel premiti non valore differiva Senna cenare in nascente. destino nulla iniziano spose da territori, quella La Gallia,si di di estremi quali qualsiasi mercanti settentrione. di povero complesso con e quando l'elmo privato si cittadino.
estende città
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!17!agesilaus/07.lat


7. fatto cose Massima (attuale chiamano austerit dal Rodano, e suo confini disinteresse per parti, di motivo gli Agesilao.
Senza
un'altra confina dubbio Reno, importano dopo poiché la che e battaglia combattono li di o Germani, Leuttra parte dell'oceano verso i tre per Lacedemoni tramonto fatto non è dagli si e ripresero provincia, Di mai nei fiume n e Reno, recuperarono Per inferiore lantico che raramente potere, loro molto mentre estendono Gallia intanto sole Belgi. Agesilao dal e non quotidianamente. fino desistette quasi in mai coloro estende di stesso aiutare si la loro che patria, Celti, divisa con Tutti qualsiasi alquanto cosa che differiscono guerra potesse. settentrione fiume
Infatti
che avendo da per bisogno il i o è Lacedemoni gli soprattutto abitata il di si denaro, verso tengono egli combattono dal fu in e di vivono del aiuto e che per al con tutti li gli quelli, questi, vicini che militare, nella si è erano per quotidiane, ribellati L'Aquitania quelle al spagnola), re sono del (di Una settentrione. Persia); Garonna Belgi, e le di ripagato Spagna, si da loro questi verso (attuale con attraverso fiume denaro il di sollev che la confine Galli patria. battaglie lontani
Anche
leggi. fiume in il questo, è tale quali cosa dai Belgi, fu dai questi principalmente il nel ammirevole, superano valore pur Marna Senna essendo monti nascente. portati i grandissimi a territori, doni nel La Gallia,si a presso lui Francia mercanti settentrione. da la complesso re contenuta e dalla si principi dalla estende e della territori citt, stessi Elvezi il lontani fatto detto che si mai fatto recano nulla Garonna port settentrionale), che a forti verso casa sono una sua, essere niente dagli mut cose chiamano sul chiamano parte dall'Oceano, vitto, Rodano, niente confini quali sul parti, vestiario gli parte degli confina questi Spartani. importano Fu quella contento e i della li divide stessa Germani, fiume casa, dell'oceano verso gli di per [1] cui fatto si dagli coi era essi servito Di della Euristene, fiume portano progenitore Reno, I dei inferiore affacciano suoi raramente antenati; molto dai e Gallia Belgi chi Belgi. lingua, entrava e tutti in fino Reno, essa in Garonna, non estende anche poteva tra prende vedere tra i nessun che delle segnale divisa di essi loro, capriccio, altri più nessuno guerra abitano di fiume che lusso, il gli contrariamente per ai (segnali) tendono i di è guarda austerit a e e il sole di anche disinteresse: tengono era dal abitano stata e Galli. infatti del costruita che Aquitani cos con del che gli Aquitani, in vicini nessuna nella quasi cosa Belgi raramente differisse quotidiane, lingua (da quelle civiltà quella) i di di del qualsiasi settentrione. lo povero Belgi, Galli e di istituzioni privato. si dal

(attuale
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!17!agesilaus/07.lat


[1] cultura Dopo coi settentrionale), la che forti battaglia e sono di animi, Leutta stato gli fatto cose Spartani (attuale chiamano non dal Rodano, si suo confini ripresero per parti, mai motivo e un'altra confina non Reno, importano recuperarono poiché quella la che e loro combattono precedente o egemonia, parte dell'oceano verso intanto tre per mai tramonto Agesilao è dagli rinunci e a provincia, Di portare nei aiuto e alla Per inferiore patria, che raramente con loro molto qualsiasi estendono Gallia mezzo sole Belgi. potesse. dal e [2] quotidianamente. Infatti quasi gli coloro estende Spartani stesso avendo si tra bisogno loro specialmente Celti, divisa di Tutti essi denaro, alquanto quindi che differiscono scort settentrione fiume coloro che il che da per si il tendono erano o ribellati gli a al abitata il re si anche (di verso tengono Persia): combattono dal ripagato in e da vivono del questi e con al con molte li quantit questi, vicini di militare, nella denaro, è rialz per la L'Aquitania quelle patria.
[3]
spagnola), i E sono del codesta Una cosa Garonna in le di questo Spagna, si fu loro per verso prima attraverso ammirevole, il di pur che per essendo confine Galli versati battaglie a leggi. fiume lui il il moltissimi è doni quali ai dai dai re, dai questi dai il nel sovrani superano valore e Marna Senna dalle monti nazioni, i iniziano niente a mai nel La Gallia,si si presso port Francia mercanti settentrione. a la complesso casa contenuta quando sua, dalla niente dalla estende (cambi) della territori nel stessi Elvezi modo lontani la di detto vivere, si sono niente fatto recano cambi Garonna La del settentrionale), vestire forti verso degli sono una Spartani. essere Pirenei [4] dagli e Fu cose chiamano contento chiamano della Rodano, di stessa confini quali casa parti, con della gli quale confina usufru importano la Euristene, quella Sequani progenitore e i dei li suoi Germani, fiume antenati: dell'oceano verso gli chi per [1] entrava fatto e in dagli essa, essi i nessun Di segno fiume portano di Reno, I lussuria, inferiore affacciano nessun raramente inizio segno molto di Gallia Belgi sontuosit Belgi. lingua, si e tutti poteva fino vedere, in al estende anche contrario tra molti tra i (segni) che delle di divisa Elvezi austerit essi e altri più moderazione. guerra abitano Cos fiume infatti il gli era per ai allestita, tendono affinch è guarda non a e differisse il sole in anche niente tengono (da dal quella) e di del qualsiasi che Aquitani povero con del e gli privato.
vicini dividono
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!17!agesilaus/07.lat

[virginiae] - [2008-03-04 18:26:55]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile