Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Epaminondas - 9

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Epaminondas - 9

Brano visualizzato 10584 volte
[9] Hic extremo tempore imperator apud Mantineam cum acie instructa audacius instaret hostes, cognitus a Lacedaemoniis, quod in unius pernicie eius patriae sitam putabant salutem, universi in unum impetum fecerunt neque prius abscesserunt, quam magna caede multisque occisis fortissime ipsum Epaminondam pugnantem sparo eminus percussum concidere viderunt. 2 Huius casu aliquantum retardati sunt Boeotii, neque tamen prius pugna excesserunt, quam repugnantis profligarunt. 3 At Epaminondas cum animadverteret mortiferum se vulnus accepisse simulque, si ferrum, quod ex hastili in corpore remanserat, extraxisset, animam statim emissurum, usque eo retinuit, quoad renuntiatum est vicisse Boeotios. 4 Id postquam audivit, 'Satis' inquit 'vixi; invictus enim morior.' Tum ferro extracto confestim exanimatus est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

9. Egli, Gloriosa per la morte il di sia dalla Epaminonda.
Costui
condizioni dalla comandante re della all'ultimo uomini stessi momento come lontani presso nostra detto Mantinea, le si schierato la fatto recano l'esercito, cultura Garonna mentre coi settentrionale), incalzava che i e sono nemici animi, piuttosto stato arditamente, fatto cose riconosciuto (attuale chiamano dai dal Rodano, Lacedemoni, suo confini poiché per pensavano motivo che un'altra confina nella Reno, importano rovina poiché quella di che e uno combattono li solo o Germani, fosse parte dell'oceano verso posta tre per la tramonto fatto salvezza è dagli della e essi sua provincia, Di patria, nei fiume tutti e quanti Per inferiore fecero che l'assalto loro molto contro estendono Gallia lui sole Belgi. solo dal e quotidianamente. fino non quasi in si coloro ritirarono stesso prima si che loro con Celti, divisa grande Tutti essi strage alquanto altri e che differiscono guerra molti settentrione fiume uccisi, che il videro da per lo il tendono stesso o è Epaminonda gli a che abitata combatteva si anche fortissimamente verso colpito combattono da in e lontano vivono da e che un al con giavellotto, li gli cadere. questi, Dalla militare, nella sua è Belgi caduta per quotidiane, i L'Aquitania quelle Beoti spagnola), furono sono un Una poco Garonna arrestati, le di ma Spagna, non loro si verso (attuale ritirarono attraverso fiume dal il combattimento che per prima confine Galli di battaglie respingere leggi. fiume gli il il attaccanti. è Ma quali ai Epaminonda dai Belgi, accorgendosi dai questi di il aver superano ricevuto Marna Senna una monti nascente. ferita i iniziano mortale a territori, e nel La Gallia,si nello presso stesso Francia tempo la che contenuta quando avrebbe dalla si esalato dalla estende l'anima, della territori se stessi avesse lontani la estratto detto terza il si ferro, fatto recano i che Garonna La era settentrionale), rimasto forti nel sono corpo essere (staccata) dagli e dall'asta, cose chiamano lo chiamano parte dall'Oceano, trattenne Rodano, di fino confini a parti, con che gli fu confina questi annunciato importano la che quella Sequani i e i Beoti li divide avevano Germani, vinto. dell'oceano verso Dopo per che fatto e sentì dagli coi ciò, essi "Abbastanza, Di della disse, fiume portano ho Reno, vissuto; inferiore affacciano infatti raramente inizio muoio molto dai invincibile". Gallia Belgi Poi Belgi. estratto e tutti il fino ferro in Garonna, subito estende anche spirò.
tra
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!15!epaminondas/09.lat


Negli la ultimi cultura tempi coi settentrionale), , che forti mentre e sono Epaminonda animi, era stato comandante fatto cose presso (attuale chiamano Mantinea dal e suo confini incalzava per con motivo gli l'esercito un'altra confina schierato Reno, importano i poiché quella nemici che con combattono troppa o Germani, audacia, parte dell'oceano verso riconosciuto tre per dagli tramonto fatto Spartani, è dagli questi e essi si provincia, lanciarono nei fiume tutti e Reno, all'assalto Per inferiore di che raramente lui loro molto soltanto, estendono Gallia giacché sole ritenevano dal e che quotidianamente. la quasi salvezza coloro estende della stesso patria si fosse loro che riposta Celti, divisa nella Tutti essi rovina alquanto altri di che differiscono guerra lui settentrione fiume solo, che e da per non il tendono si o ritirarono gli a prima abitata il di si anche vedere, verso tengono dopo combattono dal una in grande vivono strage e che e al con molti li gli uccisi, questi, vicini lo militare, nella stesso è Belgi Epaminonda, per quotidiane, che L'Aquitania quelle combatteva spagnola), i con sono del grandissimo Una settentrione. valore, Garonna Belgi, cadere, le di colpito Spagna, da loro lontano verso (attuale da attraverso fiume un il di giavellotto. che per 2. confine Galli L'attacco battaglie lontani dei leggi. Beoti il il fu alquanto quali ai rallentato dai dalla dai questi sua il caduta, superano valore tuttavia Marna Senna non monti abbandonarono i iniziano la a territori, battaglia nel La Gallia,si prima presso di Francia aver la complesso sbaragliato contenuta la dalla si resistenza dalla estende dei della territori nemici. stessi Elvezi 3.Epaminonda, lontani la avendo detto terza capito si che fatto recano aveva Garonna La ricevuto settentrionale), che una forti verso ferita sono una mortale essere e dagli che cose chiamano sarebbe chiamano subito Rodano, morto confini quali se parti, con avesse gli parte estratto confina il importano la ferro quella Sequani dell'asta e i che li divide era Germani, fiume rimasto dell'oceano verso gli nel per [1] corpo, fatto lo dagli coi tenne essi i finché Di non fiume portano gli Reno, fu inferiore affacciano annunciato raramente inizio che molto dai i Gallia Beoti Belgi. lingua, avevano e tutti vinto. fino 4. in Garonna, Dopo estende aver tra udito tra i questo, che delle disse: divisa Elvezi "Ho essi loro, vissuto altri più abbastanza; guerra abitano muoio fiume senza il essere per ai mai tendono i stato è guarda vinto". a e Allora, il sole estratto anche quelli. il tengono e ferro dal abitano dal e Galli. corpo, del Germani subito che Aquitani morì.
con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!15!epaminondas/09.lat


[9] uomini stessi Negli come lontani ultimi nostra detto tempi, le comandante la fatto recano presso cultura Garonna Mantinèa coi settentrionale), mentre, che forti con e sono l'esercito animi, schierato, stato incalzava fatto con (attuale troppa dal Rodano, audacia suo confini i per parti, nemici, motivo gli fu un'altra riconosciuto Reno, dagli poiché quella Spartani, che e e combattono li poiché o Germani, nella parte dell'oceano verso rovina tre per di tramonto fatto lui è solo e essi ritenevano provincia, Di posta nei fiume la e Reno, salvezza Per della che raramente patria, loro molto fecero estendono Gallia tutti sole quanti dal impeto quotidianamente. contro quasi in lui coloro estende soltanto stesso tra si si loro che ritirarono Celti, finché, Tutti dopo alquanto grande che differiscono strage settentrione fiume e che il molti da per uccisi, il non o videro gli crollare, abitata colpito si anche da verso tengono un combattono dal giavellotto in scagliato vivono del da e che lontano, al con lo li stesso questi, vicini Epaminonda militare, nella che è Belgi combatteva per quotidiane, da L'Aquitania quelle valoroso. spagnola), i 2 sono La Una settentrione. sua Garonna Belgi, caduta le di rallentò Spagna, si per loro un verso po' attraverso fiume l'attacco il di dei che per Beoti, confine Galli tuttavia battaglie lontani non leggi. fiume desistettero il dal è combattimento quali prima dai Belgi, di dai questi aver il nel travolto superano valore la Marna resistenza monti dei i iniziano nemici. a 3 nel La Gallia,si Ed presso estremi Epaminonda Francia mercanti settentrione. accorgendosi la complesso di contenuta quando aver dalla si ricevuto dalla una della territori ferita stessi Elvezi mortale lontani la ed detto anche si sono che fatto recano i sarebbe Garonna La morto settentrionale), all'istante forti se sono una avesse essere estratto dagli il cose chiamano ferro chiamano dell'asta Rodano, che confini quali era parti, con rimasto gli parte nel confina questi corpo, importano lo quella Sequani mantenne e fino li divide a Germani, fiume che dell'oceano verso gli per [1] fu fatto annunziata dagli coi la essi vittoria Di dei fiume portano Beoti. Reno, I 4 inferiore affacciano Dopo raramente inizio che molto dai ebbe Gallia udito Belgi. lingua, ciò, e tutti "ho fino vissuto in Garonna, abbastanza", estende anche disse; tra prende "muoio tra i senza che delle una divisa Elvezi sola essi loro, sconfitta". altri più Poi guerra estratto fiume il il gli ferro, per ai esalò tendono immediatamente è guarda l'anima.
a
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!15!epaminondas/09.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile