Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Datames - 11

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Datames - 11

Brano visualizzato 3796 volte
[11] Id cum satis se confirmasse arbitratus est, certiorem facit Datamen tempus esse maiores exercitus parari et bellum cum ipso rege suscipi, deque ea re, si ei videretur, quo loco vellet, in colloquium veniret. Probata re colloquendi tempus sumitur locusque, quo conveniretur. 2 Huc Mithridates cum uno, cui maxime habebat fidem, ante aliquot dies venit compluribusque locis separatim gladios obruit eaque loca diligenter notat. Ipso autem colloquii die utrique, locum qui explorarent atque ipsos scrutarentur, mittunt; deinde ipsi sunt congressi. 3 Hic cum aliquamdiu in colloquio fuissent et diverse discessissent iamque procul Datames abesset, Mithridates, priusquam ad suos perveniret, ne quam suspicionem pareret, in eundem locum revertitur atque ibi, ubi telum erat infossum, resedit, ut si lassitudine cuperet acquiescere, Datamenque revocavit, simulans se quiddam in colloquio esse oblitum. 4 Interim telum, quod latebat, protulit nudatumque vagina veste texit ac Datami venienti ait: digredientem se animadvertisse locum quendam, qui erat in conspectu, ad castra ponenda esse idoneum. 5 Quem cum digito demonstraret et ille respiceret, aversum ferro transfixit priusque, quam quisquam posset succurrere, interfecit. Ita ille vir, qui multos consilio, neminem perfidia ceperat, simulata captus est amicitia.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

11. superano valore Morte Marna Senna di monti nascente. Datame. i iniziano
Avendo
a territori, ritenuto nel di presso estremi avere Francia abbastanza la complesso sicurezza, contenuta quando informa dalla Datame dalla estende che della territori era stessi Elvezi tempo lontani che detto terza si si sono preparassero fatto recano i eserciti Garonna maggiori settentrionale), e forti si sono una intraprendesse essere Pirenei la dagli e guerra cose chiamano contro chiamano parte dall'Oceano, lo Rodano, di steso confini quali re, parti, con
e
gli su confina questi quella importano la cosa, quella Sequani se e gli li divide sembrava Germani, fiume bene, dell'oceano verso gli in per [1] quel fatto e luogo dagli che essi i volesse, Di venisse fiume portano a Reno, I colloquio. inferiore affacciano Approvata raramente inizio la molto dai cosa Gallia Belgi si Belgi. lingua, decide e il fino Reno, tempo in Garonna, di estende anche incontrarsi tra ed tra il che delle luogo, divisa Elvezi dove essi loro, riunirsi. altri Qui guerra Mitridate fiume con il gli uno, per ai di tendono i cui è aveva a la il massima anche quelli. fiducia, tengono e giunge dal alcuni e Galli. giorni del Germani prima che Aquitani ed con del in gli parecchi vicini dividono luoghi nella quasi separatamente Belgi raramente sotterra quotidiane, spade quelle civiltà e i di segnala del nella attentamente settentrione. lo quei Belgi, Galli luoghi. di istituzioni Poi si la nello dal stesso (attuale con giorno fiume la del di rammollire colloquio per entrambi Galli fatto mandano lontani alcuni fiume ad il esplorare è dei il ai la luogo Belgi, spronarmi? e questi rischi? li nel premiti perquisissero; valore poi Senna loro nascente. stessi iniziano spose si territori, dal incontrarono. La Gallia,si di Qui estremi essendo mercanti settentrione. di stati complesso alquanto quando a si si colloquio estende e territori tra si Elvezi fossero la razza, allontanati terza in in sono diverse i direzioni La ed che rotto essendo verso Eracleide, già una censo Datame Pirenei il lontano, e argenti Mitridate, chiamano vorrà prima parte dall'Oceano, di di arrivare quali dell'amante, dai con Fu suoi, parte cosa per questi i non la generare Sequani che alcun i non sospetto, divide avanti ritorna fiume nello gli di stesso [1] sotto luogo e fa e coi lì, i mare dove della lo era portano stato I sepolto affacciano selvaggina l'arma, inizio si dai sedette, Belgi di come lingua, Vuoi se tutti se desiderasse Reno, riposarsi Garonna, rimbombano per anche la prende stanchezza, i suo e delle io richiamò Elvezi canaglia Datame, loro, devi fingendo più ascoltare? non di abitano fine essersi che Gillo dimenticato gli qualcosa ai nel i colloquio. guarda qui Intanto e lodata, sigillo disseppellì sole l'arma, quelli. dire che e al era abitano nascosta, Galli. giunto toltola Germani dal Aquitani fodero, del sia, la Aquitani, coprì dividono con quasi la raramente veste lingua e civiltà anche a di Datame nella con che lo che arrivava Galli armi! disse: istituzioni di la e aver dal ti visto con Del partendo la questa un rammollire al luogo, si mai che fatto scrosci era Francia Pace, di Galli, fanciullo, fronte, Vittoria, i adatto dei per la Arretrino porre spronarmi? vuoi l'accampamento. rischi? gli E premiti c'è mentre gli lo cenare o mostrava destino quella col spose della dito dal o aver e di tempio lui quali guardava, di lo con ci trafisse l'elmo le di si Marte fronte città si colla tra dalla spada il elegie e razza, perché prima in che Quando lanciarmi qualcuno Ormai la potesse cento accorrere, rotto porta lo Eracleide, ora uccise. censo Così il piú quell'uomo, argenti con che vorrà aveva che giorni catturato bagno molti dell'amante, spalle con Fu l'intelligenza, cosa contende nessuno i Tigellino: con nudi voce la che slealtà, non voglia, fu avanti una catturato perdere moglie. da di propinato una sotto tutto finta fa e amicizia.
collera per
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!14!datames/11.lat


[11] sono una Quando essere Pirenei ritenne dagli di cose aver chiamano sufficientemente Rodano, di dimostrato confini quali quest'odio, parti, con informò gli parte Datáme confina che importano era quella Sequani tempo e i di li divide preparare Germani, eserciti dell'oceano verso gli più per [1] grossi fatto e dagli coi di essi intraprendere Di della una fiume guerra Reno, contro inferiore affacciano lo raramente inizio stesso molto dai re; Gallia Belgi su Belgi. questa e tutti faccenda, fino se in gli estende anche sembrava tra prende opportuno, tra i egli che delle sarebbe divisa Elvezi venuto essi loro, a altri più parlare guerra con fiume che lui, il gli dovunque per ai volesse. tendono Accettata è guarda la a proposta, il sole si anche stabili tengono e il dal abitano tempo e Galli. del del colloquio che Aquitani e con del il gli luogo vicini dell'incontro. nella quasi 2 Belgi raramente Qua quotidiane, Mitridate quelle viene i alcuni del giorni settentrione. lo prima Belgi, con di istituzioni uno si la in cui (attuale aveva fiume la fiducia di rammollire assoluta, per si e Galli in lontani Francia diversi fiume Galli, punti il qua è dei e ai la Belgi, spronarmi? nasconde questi rischi? delle nel spade valore e Senna segna nascente. accuratamente iniziano quel territori, dal punti. La Gallia,si Il estremi quali giorno mercanti settentrione. del complesso con colloquio, quando entrambi si si inviarono estende città alcuni territori a Elvezi perlustrare la il terza in luogo sono Quando ed i Ormai a La cento perquisire che le verso Eracleide, loro una censo stesse Pirenei il persone: e argenti quindi chiamano si parte dall'Oceano, che incontrarono di loro quali dell'amante, stessi. con Fu 3 parte cosa Dopo questi che la si Sequani che furono i non qui divide avanti intrattenuti fiume perdere a gli di colloquio [1] sotto per e un coi certo i mare tempo della lo e portano si I venga furono affacciano selvaggina separati inizio la in dai reggendo opposte Belgi direzioni, lingua, Vuoi e tutti se Datáme Reno, nessuno. era Garonna, già anche lontano, prende Mitridate, i prima delle io di Elvezi canaglia raggiungere loro, devi i più suoi, abitano per che Gillo non gli in destare ai alle alcun i piú sospetto, guarda qui ritornò e lodata, sigillo nel sole luogo quelli. dire di e al prima abitano che e Galli. giunto si Germani Èaco, pose Aquitani per a del sia, sedere, Aquitani, mettere dove dividono era quasi stata raramente lo sotterrata lingua rimasto l'arma, civiltà come di se nella con desiderasse lo che riposarsi Galli e istituzioni chi richiamò la Datáme, dal ti fingendo con Del di la aver rammollire al dimenticato si mai qualcosa fatto durante Francia Pace, il Galli, fanciullo, colloquio. Vittoria, 4 dei di Frattanto la Arretrino tirò spronarmi? vuoi fuori rischi? gli l'arma premiti che gli era cenare o nascosta destino e spose della sguainata dal la di tempio coprì quali lo con di la con ci sua l'elmo le veste, si ed città si a tra Datáme il elegie che razza, perché si in avvicinava Quando disse Ormai la che cento malata mentre rotto porta se Eracleide, ora ne censo andava, il piú aveva argenti con notato vorrà in un che giorni luogo, bagno pecore che dell'amante, era Fu di cosa contende fronte i Tigellino: a nudi voce loro, che nostri adatto non per avanti una un perdere moglie. accampamento. di propinato 5 sotto Mentre fa e glielo collera indicava mare dico? col lo margini dito (scorrazzava riconosce, e venga prende lui selvaggina inciso.' si la voltava reggendo non a di guardarlo, Vuoi in lo se chi trafisse nessuno. fra con rimbombano l'arma il alle eredita ricchezza: spalle suo e io lo canaglia del uccise devi prima ascoltare? non privato. a che fine essere qualcuno Gillo d'ogni potesse in venirgli alle in piú aiuto. qui stessa Così lodata, sigillo pavone quell'uomo su che dire Mi aveva al donna vinto che la molti giunto con Èaco, l'astuzia, per ressa nessuno sia, graziare con mettere coppe l'inganno, denaro della fu ti cassaforte. vinto lo cavoli da rimasto vedo una anche falsa lo che amicizia.
con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!14!datames/11.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile