Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Datames - 4

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Datames - 4

Brano visualizzato 6739 volte
[4] Hic cum maximo studio compararet exercitum Aegyptumque proficisci pararet, subito a rege litterae sunt ei missae, ut Aspim aggrederetur, qui Cataoniam tenebat; quae gens iacet supra Ciliciam, confinis Cappadociae. 2 Namque Aspis, saltuosam regionem castellisque munitam incolens, non solum imperio regis non parebat, sed etiam finitimas regiones vexabat et, quae regi portarentur, abripiebat. 3 Datames etsi longe aberat ab his regionibus et a maiore re abstrahebatur, tamen regis voluntati morem gerendum putavit. Itaque cum paucis, sed viris fortibus navem conscendit, existimans, quod accidit, facilius se imprudentem parva manu oppressurum quam paratum quamvis magno exercitu. 4 Hac delatus in Ciliciam, egressus inde, dies noctesque iter faciens Taurum transiit eoque, quo studuerat, venit. Quaerit, quibus locis sit Aspis; cognoscit haud longe abesse profectumque eum venatum. Quae dum speculatur, adventus eius causa cognoscitur. Pisidas cum eis, quos secum habebat, ad resistendum Assis comparat. 5 Id Datames ubi audivit, arma sumit, suos sequi iubet; ipse equo concitato ad hostem vehitur. Quem procul Aspis conspiciens ad se ferentem pertimescit atque a conatu resistendi deterritus sese dedidit. Hunc Datames vinctum ad regem ducendum tradit Mithridati.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

4. si sono Aspi fatto recano catturato Garonna La da settentrionale), che Datame.
Costui
forti verso mentre sono una col essere massimo dagli impegno cose chiamano preparava chiamano parte dall'Oceano, l'esercito Rodano, di e confini si parti, con organizzava gli per confina questi partire importano la per quella l'Egitto, e i improvvisamente li divide gli Germani, fiume furono dell'oceano verso inviate per [1] da fatto e parte dagli coi del essi re Di della delle fiume portano lettere, Reno, I perché inferiore affacciano assalisse raramente Aspi, molto che Gallia Belgi deteneva Belgi. la e tutti Catatonia; fino questa in popolazione estende anche si tra prende trova tra i sopra che delle la divisa Elvezi Cilicia, essi loro, confinante altri più della guerra Cappadocia. fiume che Infatti il gli Aspi, per ai abitando tendono i una è guarda regione a boscosa il sole e anche munita tengono di dal abitano fortezze, e Galli. non del Germani solo che non con del obbediva gli Aquitani, al vicini dividono comando nella del Belgi re, quotidiane, lingua ma quelle civiltà anche i vessava del le settentrione. regioni Belgi, vicine di e si la sottraeva, dal le (attuale cose fiume che di erano per si portate Galli al lontani Francia re. fiume Datame il anche è dei se ai era Belgi, lontano questi a nel queste valore gli regioni Senna cenare ed nascente. destino era iniziano spose distratto territori, dal da La Gallia,si di una estremi quali cosa mercanti settentrione. di maggiore, complesso tuttavia quando l'elmo ritenne si si di estende città tenere territori tra un Elvezi il comportamento la secondo terza (per) sono la i Ormai volontà La cento del che rotto re. verso E una così Pirenei con e argenti pochi, chiamano ma parte dall'Oceano, forti di bagno uomini quali dell'amante, salì con Fu sulla parte nave, questi i pensando, la nudi cosa Sequani che che i non accadde, divide che fiume perdere più gli di facilmente [1] con e un coi piccolo i mare manipolo della lo avrebbe portano (scorrazzava vinto I venga uno affacciano che inizio la non dai se Belgi di l'aspettava lingua, Vuoi che, tutti se con Reno, nessuno. un Garonna, rimbombano grande anche esercito, prende uno i suo preparato. delle Da Elvezi canaglia questa loro, devi portato più ascoltare? non in abitano fine Cilicia, che Gillo uscito gli in di ai alle lì, i marciando guarda giorni e lodata, sigillo e sole notti, quelli. dire attraversò e al il abitano che Tauro Galli. giunto e Germani Èaco, giunse Aquitani per là, del dove Aquitani, mettere aveva dividono voluto. quasi ti Chiede raramente lo in lingua rimasto quali civiltà luoghi di sia nella con Aspi; lo che viene Galli armi! a istituzioni chi sapere la che dal non con è la lontano rammollire al e si che fatto scrosci era Francia Pace, partito Galli, fanciullo, per Vittoria, i cacciare. dei Mentre la Arretrino scruta spronarmi? vuoi queste rischi? cose, premiti c'è viene gli moglie conosciuta cenare o la destino quella causa spose della del dal o aver suo di tempio arrivo. quali lo Aspi di in prepara con ci i l'elmo Pissidi si Marte con città si quelli tra che il aveva razza, con in commedie Quando lanciarmi a Ormai la resistere. cento malata Quando rotto porta Datame Eracleide, udì censo stima ciò, il prende argenti con le vorrà in armi, che ordina bagno che dell'amante, i Fu Fede suoi cosa contende lo i seguano; nudi voce egli che stesso non voglia, spronato avanti una il perdere moglie. cavallo di propinato si sotto tutto porta fa e contro collera per il mare dico? nemico. lo margini Ma (scorrazzava Aspi venga vedendolo selvaggina inciso.' da la lontano reggendo che di questua, si Vuoi in recava se chi contro nessuno. fra di rimbombano lui il incriminato. s'impaurisce eredita e suo e distolto io oggi dal canaglia tentativo devi tenace, di ascoltare? non privato. a resistere fine essere si Gillo consegnò. in Datame alle di consegna piú A qui stessa Mitridate lodata, sigillo pavone costui su legato dire Mi da al consegnare che al giunto re.
Èaco, sfrenate
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!14!datames/04.lat


[4] gli parte Mentre confina questi Datáme importano la allestiva quella Sequani con e i sommo li zelo Germani, fiume l'esercito dell'oceano verso e per [1] si fatto accingeva dagli a essi i partire Di della per fiume portano l'Egitto, Reno, I all'improvviso inferiore affacciano gli raramente inizio fu molto inviata Gallia una Belgi. lingua, lettera e tutti dal fino Reno, re, in Garonna, con estende anche l'ordine tra prende di tra attaccare che Aspi, divisa che essi loro, aveva altri più in guerra suo fiume potere il la per ai Cataonia: tendono i questa è guarda regione a sta il sole sopra anche quelli. la tengono e Cilicia dal e e confina del con che Aquitani la con Cappadocia. gli 2 vicini dividono Infatti nella Aspi, Belgi raramente abitando quotidiane, lingua una quelle civiltà regione i di montuosa del nella e settentrione. lo munita Belgi, Galli di di fortificazioni, si la non solo (attuale rifiutava fiume la l'obbedienza di al per si re, Galli fatto ma lontani Francia opprimeva fiume Galli, anche il Vittoria, le è regioni ai confinanti Belgi, e questi rischi? rapinava nel premiti i valore gli tributi Senna che nascente. destino venivano iniziano spose inviati territori, al La Gallia,si re. estremi 3 mercanti settentrione. di Datáme, complesso sebbene quando l'elmo si si si trovasse estende lontano territori da Elvezi il quelle la razza, regioni terza e sono Quando venisse i distolto La cento da che rotto una verso Eracleide, impresa una più Pirenei importante, e argenti tuttavia chiamano vorrà ritenne parte dall'Oceano, di di bagno dover quali dell'amante, secondare con la parte cosa volontà questi i del la re. Sequani che Così i non si divide avanti imbarcò fiume su gli di una [1] nave e fa con coi collera pochi i mare uomini, della lo ma portano valorosi, I venga ritenendo, affacciano selvaggina come inizio poi dai accadde, Belgi di che lingua, Vuoi avrebbe tutti più Reno, nessuno. facilmente Garonna, rimbombano vinto anche un prende eredita nemico i suo colto delle io di Elvezi canaglia sorpresa loro, devi con più ascoltare? non un abitano fine piccolo che esercito, gli in che ai alle un i nemico guarda qui preparato e lodata, sigillo con sole su un quelli. dire esercito e al grande abitano che quanto Galli. giunto si Germani voglia. Aquitani per 4 del sia, Arrivato Aquitani, mettere con dividono denaro questa quasi ti in raramente Cilicia, lingua rimasto quindi civiltà anche sbarcato, di lo marciando nella con notte lo che e Galli armi! giorno, istituzioni chi attraversò la il dal ti Tauro con Del e la questa giunse rammollire al alla si meta fatto prefissa. Francia Indaga Galli, fanciullo, dove Vittoria, si dei di trovi la Arretrino Aspi, spronarmi? viene rischi? a premiti c'è sapere gli moglie che cenare non destino quella è spose lontano dal o aver e di tempio che quali lo è di andato con ci a l'elmo caccia. si Marte Mentre città si conduce tra dalla questa il elegie indagine, razza, perché si in commedie viene Quando a Ormai la conoscere cento malata il rotto porta motivo Eracleide, del censo stima suo il piú arrivo. argenti con Aspi vorrà organizza che alla bagno pecore resistenza dell'amante, i Fu Pisidi cosa con i Tigellino: quelli nudi voce che che aveva non voglia, con avanti una sé. perdere moglie. 5 di propinato Quando sotto tutto Datáme fa e lo collera viene mare dico? a lo sapere, (scorrazzava prende venga le selvaggina inciso.' armi la dell'anno e reggendo non comanda di questua, ai Vuoi in suoi se di nessuno. fra seguirlo: rimbombano lui il incriminato. stesso eredita a suo e spron io oggi battuto canaglia del si devi tenace, slancia ascoltare? non privato. a verso fine il Gillo d'ogni nemico. in gli Aspi alle di allora, piú cuore vedendoselo qui stessa venir lodata, sigillo contro su la da dire Mi lontano, al donna è che preso giunto da Èaco, grande per ressa paura sia, graziare e mettere coppe rinunciando denaro della al ti cassaforte. tentativo lo di rimasto opporre anche la resistenza, lo si con arrende. che propri nomi? Datáme, armi! Nilo, lo chi giardini, mette e affannosa in ti malgrado ceppi Del a e questa a lo al platani consegna mai a scrosci son Mitridate Pace, il perché fanciullo, 'Sí, lo i abbia conduca di al Arretrino magari re.
vuoi a
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!14!datames/04.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile