Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Datames - 3

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Datames - 3

Brano visualizzato 1652 volte
[3] Cuius facti ne prius fama ad regem quam ipse perveniret, dedit operam. Itaque omnibus insciis eo, ubi erat rex, venit posteroque die Thuyn, hominem maximi corporis terribilique facie, quod et niger et capillo longo barbaque erat promissa, optima veste texit, quam satrapae regii gerere consuerant, ornavit etiam torque atque armillis aureis ceteroque regio cultu; 2 ipse agresti duplici amiculo circumdatus hirtaque tunica, gerens in capite galeam venatoriam, dextra manu clavam, sinistra copulam, qua vinctum ante se Thuynem agebat, ut si feram bestiam captam duceret. 3 Quem cum omnes conspicerent propter novitatem ornatus ignotamque formam ob eamque rem magnus esset concursus, fuit nonnemo, qui agnosceret Thuym regique nuntiaret. 4 Primo non accredidit: itaque Pharnabazum misit exploratum. A quo ut rem gestam comperit, statim admitti iussit, magnopere delectatus cum facto tum ornatu, in primis quod nobilis rex in potestatem inopinanti venerat. 5 Itaque magnifice Datamen donatum ad exercitum misit, qui tum contrahebatur duce Pharnabazo et Tithrauste ad bellum Aegyptium, parique eum atque illos imperio esse iussit. Postea vero quam Pharnabazum rex revocavit, illi summa imperii tradita est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[3] stessi Elvezi Fece lontani la in detto modo si sono che fatto recano i la Garonna La notizia settentrionale), che di forti verso quest'impresa sono una non essere Pirenei arrivasse dagli al cose chiamano re chiamano prima Rodano, di di confini quali lui. parti, con Così gli parte all'insaputa confina questi di importano la tutti quella andò e i dove li divide era Germani, fiume il dell'oceano verso re per [1] e fatto il dagli coi giorno essi i successivo Di rivestì fiume portano Tuine, Reno, uomo inferiore affacciano di raramente inizio enorme molto corporatura Gallia e Belgi. lingua, di e aspetto fino Reno, terribile, in Garonna, perché estende anche era tra moro tra i e che delle aveva divisa i essi capelli altri più lunghi guerra abitano e fiume che la il gli barba per ai fluente, tendono di è una a e veste il bellissima anche quelli. che tengono e di dal abitano solito e indossavano del i che Aquitani satrapi con del del gli Aquitani, re, vicini lo nella adornò Belgi raramente inoltre quotidiane, lingua di quelle civiltà una i collana del nella e settentrione. lo di Belgi, Galli braccialetti di d'oro si la e di (attuale con tutti fiume la gli di altri per si ornamenti Galli fatto regali: lontani 2 fiume egli il stesso è dei avvolto ai in Belgi, spronarmi? un questi rischi? rozzo nel e valore gli spesso Senna cenare mantello nascente. con iniziano spose una territori, dal tunica La Gallia,si di ruvida estremi quali ed mercanti settentrione. di in complesso capo quando l'elmo un si si elmo estende da territori tra cacciatore, Elvezi nella la destra terza in una sono Quando clava i e La cento nella che rotto sinistra verso Eracleide, un una censo guinzaglio, Pirenei spingeva e argenti legato chiamano vorrà davanti parte dall'Oceano, che a di bagno quali Tuine con Fu come parte cosa se questi recasse la nudi una Sequani che fiera i non catturata. divide 3 fiume perdere Mentre gli di tutti [1] lo e fa guardavano coi per i mare la della lo stranezza portano (scorrazzava dell'abbigliamento I venga e affacciano selvaggina l'aspetto inizio mai dai reggendo visto Belgi prima lingua, Vuoi e tutti se per Reno, nessuno. questo Garonna, rimbombano c'era anche il un prende eredita grande i suo accorrere delle di Elvezi canaglia gente, loro, devi ci più ascoltare? non fu abitano qualcuno che Gillo che gli riconobbe ai alle Tuine i piú e guarda lo e lodata, sigillo riferì sole su al quelli. dire re. e al 4 abitano che Dapprima Galli. giunto non Germani prestò Aquitani per fede del sia, alla Aquitani, notizia: dividono denaro così quasi ti mandò raramente lo a lingua rimasto vedere civiltà Farnabazo. di lo Quando nella venne lo a Galli armi! sapere istituzioni chi l'accaduto, la e subito dal ti li con Del fece la questa venire rammollire al al si mai suo fatto scrosci cospetto, Francia molto Galli, fanciullo, divertito Vittoria, i sia dei del la fatto spronarmi? vuoi che rischi? gli dell'abbigliamento, premiti c'è soprattutto gli moglie che cenare o un destino quella nobile spose re dal o aver era di venuto quali in di in suo con ci potere l'elmo quando si Marte meno città se tra dalla lo il aspettasse. razza, 5 in commedie Così Quando lanciarmi fece Ormai ricchi cento malata doni rotto porta a Eracleide, Datáme censo stima e il piú lo argenti con inviò vorrà in all'esercito, che giorni che bagno si dell'amante, spalle stava Fu Fede allora cosa raccogliendo i Tigellino: agli nudi ordini che nostri di non Farnabazo avanti e perdere moglie. Titrauste, di per sotto tutto la fa guerra collera contro mare dico? l'Egitto lo e (scorrazzava comandò venga che selvaggina egli la dell'anno avesse reggendo non la di questua, loro Vuoi stessa se chi autorità. nessuno. fra Quando rimbombano beni poi il il eredita ricchezza: re suo richiamò io oggi a canaglia devi Farnabazo, ascoltare? non fu fine essere affidato Gillo a in gli lui alle di il piú comando qui stessa supremo.
lodata, sigillo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!14!datames/03.lat


3. i Datame a territori, riccamente nel La Gallia,si premiato.
Ma
presso di Francia mercanti settentrione. questo la fatto contenuta fece dalla in dalla estende modo della territori che stessi la lontani la fama detto terza non si sono giungesse fatto recano al Garonna La re settentrionale), che prima forti verso di sono lui. essere Pirenei E dagli e così, cose chiamano mentre chiamano parte dall'Oceano, tutti Rodano, erano confini quali ignari, parti, con giunse gli parte confina questi dove importano la c'era quella il e re li ed Germani, fiume il dell'oceano verso gli giorno per [1] dopo fatto ricoprì dagli coi Tuis, essi i personaggio Di della di fiume portano grandissima Reno, I corporatura inferiore affacciano e raramente di molto dai terribile Gallia aspetto, Belgi. lingua, poiché e tutti era fino Reno, nero, in Garonna, con estende capigliatura tra prende lunga tra i e che barba divisa Elvezi fluente, essi loro, con altri più una guerra abitano bellissima fiume che veste, il gli che per ai i tendono i satrapi è guarda regi a erano il sole soliti anche portare, tengono e lo dal abitano adornò e Galli. pure del Germani di che Aquitani una con del collana gli Aquitani, e vicini dividono braccialetti nella d'oro Belgi raramente ed quotidiane, lingua altro quelle civiltà abbigliamento i regale; del egli settentrione. lo rivestito Belgi, Galli di di istituzioni doppio si mantello dal e (attuale con di fiume la ispida di tunica, per si portando Galli sul lontani Francia capo fiume Galli, un il Vittoria, casco è da ai cacciatore, Belgi, spronarmi? nella questi rischi? mano nel destra valore la Senna cenare clava, nascente. destino nella iniziano spose sinistra territori, un La Gallia,si di guinzaglio, estremi quali con mercanti settentrione. di cui complesso guidava quando l'elmo davanti si si a estende città territori tra Tuis, Elvezi come la razza, se terza in conducesse sono Quando una i bestia La cento feroce che rotto catturata. verso Eracleide, Poiché una censo tutti Pirenei lo e argenti guardavano chiamano vorrà per parte dall'Oceano, la di bagno stranezza quali dell'amante, dell'abbigliamento con Fu e parte cosa per questi i l'aspetto la nudi insolito Sequani e i non per divide tale fiume cosa gli di essendoci [1] sotto un e fa grande coi collera accorrere, i mare ci della fu portano (scorrazzava qualcuno I che affacciano selvaggina conosceva inizio Tuis dai reggendo e Belgi di lo lingua, raccontava tutti se al Reno, nessuno. re. Garonna, Dapprima anche non prende credette: i e delle io così Elvezi mandò loro, devi Farnabazo più ad abitano fine esplorare. che Gillo Ma gli in come ai seppe i piú da guarda questi e lodata, sigillo la sole cosa quelli. dire compiuta, e al subito abitano che ordino Galli. giunto che Germani Èaco, fosse Aquitani ammesso, del sia, compiaciuto Aquitani, mettere molto dividono denaro sia quasi del raramente lo fatto lingua rimasto sia civiltà anche dell'abbigliamento, di soprattutto nella con perché lo che un Galli famoso istituzioni chi re la e era dal giunto con Del sotto la questa il rammollire al potere si ad fatto scrosci uno Francia Pace, che Galli, non Vittoria, i se dei l'aspettava. la Arretrino E spronarmi? vuoi rischi? gli così premiti c'è mandò gli moglie Datame cenare sontuosamente destino quella premiato spose della presso dal o aver l'esercito di che quali lo allora di in veniva con arruolato l'elmo le sotto si Marte il città comando tra dalla di il elegie Farnabazo razza, e in commedie Titrauste Quando lanciarmi per Ormai la la cento malata guerra rotto porta egiziana Eracleide, ora e censo ordinò il che argenti con lui vorrà in e che giorni quelli bagno pecore fossero dell'amante, di Fu Fede pari cosa contende potere. i Tigellino: Ma nudi voce dopo che nostri che non voglia, il avanti re perdere moglie. richiamò di propinato Farnabazo, sotto a fa lui collera per fu mare dico? affidato lo margini i (scorrazzava riconosce, complesso venga prende del selvaggina inciso.' comando.
la dell'anno
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!14!datames/03.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile