Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Iphicrates - 3

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Iphicrates - 3

Brano visualizzato 8318 volte
[3] Fuit autem et animo magno et corpore imperatoriaque forma, ut ipso aspectu cuivis iniceret admirationem sui, 2 sed in labore nimis remissus parumque patiens, ut Theopompus memoriae prodidit; bonus vero civis fideque magna. Quod cum in aliis rebus declaravit tum maxime in Amyntae Macedonis liberis tuendis. Namque Eurydice, mater Perdiccae et Philippi, cum his duobus pueris Amynta mortuo ad Iphicraten confugit eiusque opibus defensa est. 3 Vixit ad senectutem placatis in se suorum civium animis. Causam capitis semel dixit, bello sociali, simul cum Timotheo, eoque iudicio est absolutus. 4 Menesthea filium reliquit ex Thraessa natum, Coti regis filia. Is cum interrogaretur, utrum pluris, patrem matremne, faceret, 'Matrem' inquit. Id cum omnibus mirum videretur, 'At' ille 'merito' inquit 'facio. Nam pater, quantum in se fuit, Thraecem me genuit, contra ea mater Atheniensem.'


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[3] loro Fu estendono Gallia grande sole Belgi. di dal e animo quotidianamente. fino e quasi in di coloro corporatura stesso tra e si tra di loro che aspetto Celti, divisa maestoso, Tutti essi tanto alquanto altri da che differiscono ispirare settentrione ammirazione che a da per chiunque il tendono al o solo gli a vederlo; abitata il 2 si ma verso tengono nella combattono dal fatiche in e troppo vivono del fiacco e che e al con poco li gli resistente, questi, come militare, nella ci è ha per quotidiane, tramandato L'Aquitania Teopompo; spagnola), i ma sono fu Una bravo Garonna cittadino le e Spagna, si di loro grande verso lealtà. attraverso fiume Manifestò il di questa che per qualità confine Galli anche battaglie lontani in leggi. fiume altre il il circostanze, è ma quali ai soprattutto dai quando dai questi si il trattò superano di Marna proteggere monti i i iniziano figli a del nel La Gallia,si macedone presso estremi Aminta: Francia Eurídice, la complesso madre contenuta di dalla si Perdicca dalla e della di stessi Elvezi Filippo, lontani la dopo detto la si sono morte fatto recano i di Garonna Aminta, settentrionale), si forti verso rifugiò sono con essere Pirenei questi dagli e due cose chiamano figli chiamano presso Rodano, di Ificrate confini quali e parti, trovò gli parte in confina questi lui importano la sostegno quella Sequani e e i difesa. li 3 Germani, fiume Visse dell'oceano verso gli fino per [1] alla fatto e vecchiaia, dagli coi godendo essi i dell'affetto Di della sereno fiume portano dei Reno, I suoi inferiore concittadini. raramente inizio Una molto dai volta Gallia soltanto Belgi. si e tutti difese fino Reno, in in un estende anche processo tra prende capitale, tra i al che tempo divisa Elvezi della essi guerra altri più sociale, guerra abitano insieme fiume con il gli Timoteo per ai e tendono i venne è guarda assolto. a e 4 il sole Lasciò anche quelli. un tengono figlio, dal abitano Menesteo, e Galli. natogli del Germani da che Aquitani una con del donna gli Aquitani, di vicini Tracia, nella quasi figlia Belgi raramente del quotidiane, re quelle civiltà Coti. i Una del nella volta settentrione. a Belgi, questo di istituzioni venne si la chiesto dal se (attuale tenesse fiume la in di rammollire maggior per si conto Galli fatto il lontani padre fiume Galli, o il Vittoria, la è dei madre: ai la "la Belgi, spronarmi? madre", questi rispose. nel premiti E valore perché Senna cenare a nascente. tutti iniziano spose pareva territori, strana La Gallia,si di la estremi quali risposta mercanti settentrione. di aggiunse: complesso con "Ma quando ho si si un estende città motivo territori tra per Elvezi il far la razza, così: terza in il sono padre i Ormai infatti, La per che rotto quanto verso dipese una da Pirenei il lui, e mi chiamano vorrà ha parte dall'Oceano, che generato di bagno Trace, quali dell'amante, la con Fu madre parte cosa invece questi Ateniese".
la nudi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!11!iphicrates/03.lat


3. Per Virtù che raramente e loro molto difetti estendono Gallia di sole Ificrate.
Fu
dal e poi quotidianamente. sia quasi in di coloro estende grande stesso tra coraggio si tra che loro che statura Celti, divisa e Tutti di alquanto aspetto che differiscono da settentrione fiume generale, che tanto da per che il con o è la gli a stessa abitata vista si ad verso tengono ognuno combattono dal incuteva in ammirazione vivono del di e sé, al con ma li gli nella questi, fatica militare, nella troppo è fiacco per e L'Aquitania quelle poco spagnola), i paziente, sono come Una settentrione. Teopompo Garonna tramandò le di alla Spagna, si memoria; loro però verso (attuale buon attraverso cittadino il di e che per di confine Galli grande battaglie lontani lealtà. leggi. fiume
E
il questo lo quali ai dimostrò dai Belgi, sia dai questi in il nel altre superano valore cose Marna Senna che monti nascente. soprattutto i nel a territori, curare nel i presso estremi figli Francia mercanti settentrione. del la complesso macedone contenuta Aminta. dalla si
Infatti
dalla estende Euridice, della territori madre stessi Elvezi di lontani la Perdicca detto e si di fatto recano Filippo, Garonna con settentrionale), questi forti verso due sono una bambini, essere Pirenei morto dagli e Aminta, cose chiamano si chiamano rifugiò Rodano, di da confini quali Ificrate parti, e gli parte fu confina questi difesa importano la dai quella suoi e aiuti. li divide
Visse
Germani, fiume fino dell'oceano verso gli alla per [1] vecchiaia, fatto e pacificati dagli coi gli essi i anini Di dei fiume portano suoi Reno, I concittadini inferiore affacciano verso raramente inizio di molto lui. Gallia Una Belgi. lingua, sola e tutti volta fino Reno, (si) in Garonna, difese estende (in) tra prende un tra i processo che delle di divisa delitto essi capitale, altri più durante guerra abitano la fiume guerra il sociale, per ai insieme tendono con è Timoteo, a e e il sole da anche quelli. quel tengono e processo dal abitano fu e assolto. del Germani Lasciò che Aquitani il con del figlio gli Aquitani, Mnesteo, vicini dividono nato nella quasi da Belgi raramente una quotidiane, lingua Tracia, quelle figlia i di del del re settentrione. lo Coto. Belgi, Galli Costui di essendo si la interrogato dal se (attuale considerasse fiume la di di più per il Galli fatto padre lontani Francia o fiume Galli, la il Vittoria, madre, è dei "La ai la madre", Belgi, spronarmi? disse. questi Ciò nel premiti sembrando valore gli strano Senna cenare a nascente. destino tutti, iniziano spose lui territori, dal però La Gallia,si di "Meritatamente, estremi quali disse, mercanti settentrione. la complesso con considero. quando l'elmo Infatti si il estende città padre, territori tra per Elvezi il quanto la razza, fu terza in in sono Quando lui, i Ormai mi La cento generò che Trace, verso Eracleide, al una contrario Pirenei la e madre chiamano vorrà (mi parte dall'Oceano, che generò) di bagno ateniese."
quali dell'amante,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!11!iphicrates/03.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile