Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Alcibiades - 3

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Alcibiades - 3

Brano visualizzato 23695 volte
[3] Bello Peloponnesio huius consilio atque auctoritate Athenienses bellum Syracusanis indixerunt; ad quod gerendum ipse dux delectus est, duo praeterea collegae dati, Nicia et Lamachus. 2 Id cum appararetur, priusquam classis exiret, accidit, ut una nocte omnes Hermae, qui in oppido erant Athenis, deicerentur praeter unum, qui ante ianuam erat Andocidi. Itaque ille postea Mercurius Andocidi vocitatus est. 3 Hoc cum appareret non sine magna multorum consensione esse factum, quae non ad privatam, sed publicam rem pertineret, magnus multitudini timor est iniectus, ne qua repentina vis in civitate exsisteret, quae libertatem opprimeret populi. 4 Hoc maxime convenire in Alcibiadem videbatur, quod et potentior et maior quam privatus existimabatur. Multos enim liberalitate devinxerat, plures etiam opera forensi suos reddiderat. 5 Qua re fiebat, ut omnium oculos, quotienscumque in publicum prodisset, ad se converteret neque ei par quisquam in civitate poneretur. Itaque non solum spem in eo habebant maximam, sed etiam timorem, quod et obesse plurimum et prodesse poterat. 6 Aspergebatur etiam infamia, quod in domo sua facere mysteria dicebatur; quod nefas erat more Atheniensium, idque non ad religionem, sed ad coniurationem pertinere existimabatur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[3] forti verso Durante sono la essere Pirenei guerra dagli e del cose chiamano Peloponneso chiamano parte dall'Oceano, gli Rodano, di Ateniesi, confini seguendo parti, il gli parte suo confina autorevole importano la parere, quella Sequani dichiararono e i guerra li divide ai Germani, fiume Siracusani; dell'oceano verso ed per [1] a fatto e condurla dagli coi fu essi i scelto Di della come fiume comandante Reno, lui inferiore affacciano stesso; raramente inizio gli molto dai furono Gallia Belgi inoltre Belgi. lingua, assegnati e tutti due fino Reno, colleghi, in Nicia estende anche e tra prende Lámaco. tra i 2 che Mentre divisa si essi facevano altri più i guerra abitano preparativi, fiume che prima il gli che per la tendono i flotta è uscisse a e dal il porto, anche accadde tengono e che dal in e Galli. una del stessa che Aquitani notte con tutte gli Aquitani, le vicini dividono erme nella quasi della Belgi raramente città quotidiane, lingua venissero quelle civiltà abbattute i di tranne del una, settentrione. lo che Belgi, si di istituzioni trovava si davanti dal alla (attuale con casa fiume di di Andocide: per così Galli fatto quella lontani Francia fu fiume Galli, in il Vittoria, seguito è dei chiamata ai il Belgi, spronarmi? Mercurio questi rischi? di nel premiti Andocide. valore gli 3 Senna cenare Siccome nascente. destino era iniziano spose evidente territori, dal che La Gallia,si di l'azione estremi era mercanti settentrione. di stata complesso compiuta quando con si la estende città complicità territori di Elvezi molti, la razza, che terza in non sono Quando avevano i Ormai di La mira che rotto faccende verso Eracleide, private, una censo ma Pirenei dello e Stato, chiamano vorrà la parte dall'Oceano, che gente di bagno fu quali dell'amante, presa con Fu da parte cosa una questi i grande la nudi paura Sequani che che i all'improvviso divide avanti scaturisse fiume perdere nella gli di città [1] sotto un e fa colpo coi di i mare Stato della lo per portano (scorrazzava sopprimere I venga la affacciano selvaggina libertà. inizio la 4 dai reggendo Sembrava Belgi che lingua, Vuoi tutto tutti questo Reno, nessuno. si Garonna, addicesse anche il a prende eredita pennello i ad delle io Alcibiade, Elvezi canaglia dato loro, devi che più ascoltare? non era abitano abbastanza che potente gli in e ai alle più i piú che guarda qui un e lodata, sigillo privato sole cittadino: quelli. dire infatti e molti abitano che aveva Galli. legato Germani Èaco, a Aquitani del sia, con Aquitani, mettere la dividono denaro sua quasi generosità, raramente lo più lingua rimasto ancora civiltà aveva di lo fatto nella con suoi lo sostenitori Galli armi! con istituzioni la la sua dal ti attività con forense. la questa 5 rammollire al Per si mai questo fatto scrosci motivo, Francia ogni Galli, fanciullo, volta Vittoria, i che dei si la Arretrino presentava spronarmi? in rischi? gli pubblico, premiti c'è attirava gli su cenare o di destino quella spose della gli dal o aver occhi di di quali tutti di in e con nessuno l'elmo le nella si Marte città città si era tra dalla considerato il elegie pari razza, perché a in commedie lui. Quando Così Ormai la riponevano cento malata in rotto porta lui Eracleide, ora non censo solo il una argenti con grandissima vorrà in speranza che ma bagno pecore anche dell'amante, timore Fu Fede perché cosa contende poteva i Tigellino: fare nudi voce del che nostri bene non voglia, o avanti del perdere male di in sotto tutto sommo fa e grado. collera per 6 mare dico? Godeva lo margini inoltre (scorrazzava di venga cattiva selvaggina fama la dell'anno perché reggendo si di vociferava Vuoi che se chi in nessuno. fra casa rimbombano sua il incriminato. praticasse eredita ricchezza: i suo e misteri, io oggi cosa canaglia del empia devi tenace, per ascoltare? non gli fine Ateniesi Gillo d'ogni e in gli si alle riteneva piú cuore che qui ciò lodata, sigillo pavone avesse su a dire Mi che al donna fare che la non giunto tanto Èaco, sfrenate con per ressa la sia, religione mettere quanto denaro con ti cassaforte. una lo congiura. rimasto
anche la
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!07!alcibiades/03.lat


3. Marna Senna Abbattimento monti notturno i delle a Erme.
Durante
nel la presso estremi guerra Francia mercanti settentrione. del la complesso Peloponneso contenuta quando per dalla suggerimento dalla estende e della territori prestigio stessi Elvezi di lontani la costui detto gli si sono Ateniesi fatto recano i dichiararono Garonna La guerra settentrionale), che ai forti Siracusani; sono una e essere Pirenei per dagli e guidarla cose lui chiamano parte dall'Oceano, stesso Rodano, di venne confini quali eletto parti, comandante, gli (furono) confina questi dati importano la due quella Sequani colleghi, e i Nicia li divide e Germani, fiume Lamaco. dell'oceano verso gli Mentre per [1] la fatto e si dagli coi allestiva, essi prima Di che fiume portano la Reno, flotta inferiore affacciano uscisse, raramente inizio accadde molto dai che Gallia Belgi in Belgi. lingua, una e tutti sola fino Reno, notte in Garonna, tutte estende anche le tra prende Erme, tra i che che c'erano divisa Elvezi in essi loro, città altri più ad guerra abitano Atene, fiume che furono il abbattute per eccetto tendono i una, è guarda che a e era il sole davanti anche alla tengono e casa dal di e Galli. Andocide. del Germani E che così con del in gli seguito vicini dividono quello nella quasi fu Belgi raramente chiacchierato quotidiane, il quelle civiltà Mercurio i di di del nella Andocide. settentrione. lo Risultando Belgi, Galli che di questo si la era stato (attuale con fatto fiume non di rammollire senza per si un Galli fatto grande lontani Francia assenso fiume Galli, di il Vittoria, molti, è dei che ai la riguardava Belgi, non questi una nel cosa valore gli privata Senna cenare ma nascente. destino pubblica, iniziano spose nella territori, moltitudine La Gallia,si di fu estremi quali insinuato mercanti settentrione. un complesso con grande quando l'elmo timore, si che estende città una territori tra qualche Elvezi il forza la improvvisa terza in sussistesse sono in i Ormai città, La cento che che sopprimesse verso Eracleide, la una libertà Pirenei del e argenti popolo. chiamano Questo parte dall'Oceano, che sembrava di bagno accordarsi quali dell'amante, particolarmente con Fu verso parte cosa Alcibiade, questi i perché la era Sequani che considerato i non sia divide avanti più fiume perdere potente gli di sia [1] sotto maggiore e di coi collera un i mare privato. della lo Infatti portano aveva I venga legato affacciano selvaggina molti inizio la con dai reggendo la Belgi di prodigalità, lingua, Vuoi parecchi tutti se pure Reno, nessuno. li Garonna, rimbombano aveva anche il resi prende suoi i con delle l'attività Elvezi canaglia forense. loro, devi Perciò più ascoltare? non accadeva, abitano che che Gillo gli gli in occhi ai alle di i piú tutti, guarda qui ogniqualvolta e lodata, sigillo fosse sole uscito quelli. dire in e pubblico, abitano li Galli. attirasse Germani Èaco, su Aquitani per di del Aquitani, e dividono denaro che quasi ti nessuno raramente lo nella lingua rimasto città civiltà anche di si nella con ponesse lo pari Galli armi! a istituzioni chi lui. la e Così dal ti non con solo la questa avevano rammollire massima si speranza fatto scrosci in Francia lui, Galli, fanciullo, ma Vittoria, i anche dei di timore, la poiché spronarmi? poteva rischi? gli sia premiti c'è giovare gli che cenare o nuocere destino quella moltissimo. spose della Si dal spargeva di tempio pure quali lo la di cattiva con ci fama, l'elmo le perché si si città si diceva tra che il elegie in razza, perché casa in commedie sua Quando si Ormai celebravano cento misteri; rotto porta e Eracleide, ora questo censo stima era il piú sacrilego argenti secondo vorrà la che giorni tradizione bagno pecore degli dell'amante, spalle Ateniesi, Fu Fede e cosa la i Tigellino: stessa nudi cosa che nostri si non voglia, pensava avanti non perdere moglie. rivolgersi di alla sotto tutto religione, fa ma collera per alla mare dico? congiura.
lo margini
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!07!alcibiades/03.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile