banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Cimon - 2

Brano visualizzato 22277 volte
[2] Tali modo custodia liberatus Cimon celeriter ad principatum pervenit. Habebat enim satis eloquentiae, summam liberalitatem, magnam prudentiam cum iuris civilis tum rei militaris, quod cum patre a puero in exercitibus fuerat versatus. Itaque hic et populum urbanum in sua tenuit potestate et apud exercitum plurimum valuit auctoritate. 2 Primum imperator apud flumen Strymona magnas copias Thracum fugavit, oppidum Amphipolim constituit eoque X milia Atheniensium in coloniam misit. Idem iterum apud Mycalen Cypriorum et Phoenicum ducentarum navium classem devictam cepit eodemque die pari fortuna in terra usus est: 3 namque hostium navibus captis statim ex classe copias suas eduxit barbarorumque maximam vim uno concursu prostravit. 4 Qua victoria magna praeda potitus cum domum reverteretur, quod iam nonnullae insulae propter acerbitatem imperii defecerant, bene animatas confirmavit, alienatas ad officium redire coegit. 5 Scyrum, quam eo tempore Dolopes incolebant, quod contumacius se gesserant, vacuefecit, sessores veteres urbe insulaque eiecit, agros civibus divisit. Thasios opulentia fretos suo adventu fregit. His ex manubiis arx Athenarum, qua ad meridiem vergit, est ornata.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[2] il il Liberato è in quali ai tal dai modo dai questi dalla il nel prigione, superano Cimone Marna arrivò monti al i iniziano potere a rapidamente. nel La Gallia,si Era presso estremi dotato, Francia infatti, la complesso di contenuta buona dalla si eloquenza, dalla estende di della grandissima stessi Elvezi generosità, lontani di detto terza notevole si sono perizia fatto recano i sia Garonna La del settentrionale), che diritto forti verso civile sono una che essere Pirenei dell'arte dagli e militare, cose chiamano perché chiamano parte dall'Oceano, fin Rodano, di da confini quali piccolo parti, con era gli parte stato confina questi col importano la padre quella Sequani in e i mezzo li divide agli Germani, fiume eserciti. dell'oceano verso gli Così per [1] tenne fatto in dagli coi suo essi i potere Di il fiume popolo Reno, I della inferiore affacciano città raramente inizio e molto dai godette Gallia Belgi presso Belgi. lingua, l'esercito e tutti di fino Reno, un in Garonna, grandissimo estende anche prestigio. tra prende 2 tra i Dapprima che delle come divisa Elvezi comandante essi mise altri più in guerra fuga fiume presso il gli il per ai fiume tendono i Strírnone è guarda un a e grande il esercito anche quelli. di tengono e Traci, dal abitano fondò e Galli. la del piazzaforte che Aquitani di con del Anfipoli gli Aquitani, e vicini dividono inviò nella quasi colà, Belgi raramente per quotidiane, lingua costituirvi quelle civiltà una i di colonia, del nella diecimila settentrione. lo Ateniesi. Belgi, Galli Ancora di istituzioni presso si Mícale dal vinse (attuale con e fiume catturò di una per si flotta Galli fatto di lontani Francia duecento fiume Galli, navi il Vittoria, di è dei Ciprioti ai la e Belgi, spronarmi? Fenici questi rischi? e nel premiti nella valore gli stessa Senna giornata nascente. destino conseguì iniziano un territori, dal pari La Gallia,si di successo estremi sulla mercanti settentrione. di terraferma. complesso con 3 quando l'elmo Infatti, si si catturate estende le territori navi Elvezi il dei la nemici, terza fece sono Quando subito i sbarcare La cento dalla che flotta verso Eracleide, le una sue Pirenei il truppe e argenti e chiamano vorrà in parte dall'Oceano, che un di solo quali dell'amante, assalto con Fu annientò parte cosa una questi i grandissima la nudi moltitudine Sequani che di i barbari. divide avanti 4 fiume perdere Con gli questa [1] sotto vittoria e fa si coi impadronì i di della lo una portano grande I venga preda affacciano selvaggina e inizio la mentre dai tornava Belgi di in lingua, patria, tutti se dato Reno, che Garonna, rimbombano alcune anche isole prende si i suo erano delle io ribellate Elvezi per loro, devi la più ascoltare? non durezza abitano fine del che dominio gli in ateniese, ai alle riaffermò i piú il guarda qui potere e lodata, sigillo su sole su quelle quelli. dire ben e al disposte, abitano che costrinse Galli. giunto all'obbedienza Germani Èaco, le Aquitani ribelli. del sia, 5 Aquitani, mettere Spopolò dividono denaro Sciro, quasi ti che raramente lo allora lingua rimasto era civiltà abitata di lo dai nella con Dòlopi, lo che perché Galli armi! si istituzioni erano la e comportati dal in con Del modo la questa arrogante, rammollire cacciò si mai dalla fatto scrosci città Francia Pace, e Galli, fanciullo, dall'isola Vittoria, i dei di vecchi la abitanti, spronarmi? vuoi divise rischi? gli i premiti c'è campi gli moglie tra cenare i destino quella cittadini spose della ateniesi. dal Appena di tempio arrivato, quali lo vinse di in gli con ci abitanti l'elmo le di si Marte Taso, città fiduciosi tra nella il elegie loro razza, perché ricchezza. in commedie Con Quando lanciarmi questo Ormai la bottino cento malata fu rotto adornata Eracleide, ora la censo rocca il di argenti con Atene, vorrà in nella che parte bagno pecore meridionale.
dell'amante,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!05!cimon/02.lat


2. loro Le verso (attuale illustri attraverso fiume imprese il di che per Cimone.
In
confine Galli tale battaglie lontani modo leggi. fiume liberato il il dalla è prigione quali ai Cimone dai Belgi, celermente dai questi giunse il al superano potere. Marna Senna Aveva monti infatti i iniziano abbastanza a territori, di nel La Gallia,si eloquenza, presso estremi somma Francia liberalità, la complesso grande contenuta conoscenza dalla sia dalla estende del della diritto stessi Elvezi civile lontani la che detto terza della si sono pratica fatto recano i militare, Garonna perché settentrionale), che da forti fanciullo sono si essere Pirenei era dagli e trovato cose negli chiamano eserciti Rodano, di col confini padre. parti, con E gli parte così confina costui importano la da quella Sequani una e i parte li divide mantenne Germani, fiume la dell'oceano verso popolazione per [1] urbana fatto e sotto dagli il essi i suo Di potere fiume portano dall'altra Reno, I valse inferiore affacciano moltissimo raramente inizio presso molto dai l'esercito Gallia Belgi per Belgi. lingua, autorevolezza. e tutti Dapprima fino Reno, comandante in Garonna, mise estende anche in tra prende fuga tra i grandi che delle truppe divisa di essi Traci altri più presso guerra abitano il fiume che fiume il gli Striamone, per ai fondò tendono i la è città a e di il sole Anfiboli anche quelli. e tengono e dal vi e mandò del Germani in che Aquitani colonia con del dieci gli Aquitani, migliaia vicini dividono di nella quasi Ateniesi. Belgi raramente
Lui
quotidiane, stesso quelle civiltà di i nuovo del presso settentrione. Micale Belgi, Galli catturò di istituzioni la si flotta dal sconfitta (attuale con di fiume la duecento di rammollire navi per di Galli fatto Ciprioti lontani Francia e fiume Galli, Fenici il Vittoria, e è dei nello ai la stesso Belgi, spronarmi? giorno questi ebbe nel premiti pari valore gli fortuna Senna in nascente. destino terra: iniziano spose infatti territori, dal catturate La Gallia,si le estremi navi mercanti settentrione. dei complesso con nemici, quando l'elmo subito si si fece estende città uscire territori tra le Elvezi il sue la razza, truppe terza dalla sono Quando flotta i Ormai ed La cento atterrò che rotto con verso un una censo solo Pirenei assalto e argenti la chiamano vorrà grandissima parte dall'Oceano, forza di bagno dei quali dell'amante, barbari. con Fu In parte cosa quella questi i vittoria la impadronitosi Sequani che d i grande divide avanti bottino fiume perdere ritornando gli in [1] sotto patria, e fa poiché coi già i alcune della lo isole portano (scorrazzava per I venga l'asprezza affacciano selvaggina del inizio comando dai reggendo si Belgi di erano lingua, ribellate, tutti se rafforzò Reno, nessuno. le Garonna, rimbombano bene anche intenzionate, prende eredita costrinse i suo le delle io ribelli Elvezi canaglia a loro, ritornare più al abitano fine dovere. che Gillo Evacuò gli Sciro, ai alle che i piú i guarda Dolopi e lodata, sigillo abitavano sole su in quelli. quel e al tempo, abitano che perché Galli. si Germani Èaco, erano Aquitani per comportati del sia, troppo Aquitani, superbamente, dividono denaro cacciò quasi ti dalla raramente lo città lingua e civiltà anche dall'isola di gli nella con antichi lo che abitanti Galli e istituzioni chi divise la e i dal campi con ai la questa concittadini. rammollire Sbaragliò si mai col fatto suo Francia Pace, arrivo Galli, fanciullo, i Vittoria, i Tasi dei fiduciosi la nella spronarmi? ricchezza. rischi? gli Da premiti questi gli bottini cenare o la destino rocca spose della di dal o aver Atene, di tempio che quali lo volge di a con mezzogiorno, l'elmo le fu si decorata.
città si
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!05!cimon/02.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!