Splash Latino - Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Aristides - 1

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Aristides - 1

Brano visualizzato 15649 volte
[1] ARISTIDES, Lysimachi filius, Atheniensis, aequalis fere fuit Themistocli. Itaque cum eo de principatu contendit; namque obtrectarunt inter se. 2 In his autem cognitum est, quanto antestaret eloquentia innocentiae. Quamquam enim adeo excellebat Aristides abstinentia, ut unus post hominum memoriam, quem quidem nos audierimus, cognomine Iustus sit appellatus, tamen a Themistocle collabefactus, testula illa exsilio decem annorum multatus est. 3 Qui quidem cum intellegeret reprimi concitatam multitudinem non posse cedensque animadvertisset quendam scribentem, ut patria pelleretur, quaesisse ab eo dicitur, quare id faceret aut quid Aristides commisisset, cur tanta poena dignus duceretur. 4 Cui ille respondit se ignorare Aristiden, sed sibi non placere, quod tam cupide elaborasset, ut praeter ceteros Iustus appellaretur. 5 Hic X annorum legitimam poenam non pertulit. Nam postquam Xerxes in Graeciam descendit, sexto fere anno, quam erat expulsus, populi scito in patriam restitutus est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

1. nei fiume Giustizia e Reno, ed Per inferiore esilio che di loro Aristide.
Aristide,
estendono Gallia figlio sole di dal Lisimaco, quotidianamente. fino Ateniese, quasi fu coloro estende quasi stesso tra coetaneo si per loro Temistocle. Celti, divisa E Tutti essi così alquanto contese che differiscono con settentrione lui che il per da per la il tendono supremazia; o infatti gli tra abitata il loro si anche si verso attaccarono. combattono dal In in questi vivono del poi e che si al con conobbe li gli quanto questi, vicini l'eloquenza militare, nella superasse è la per rettitudine. L'Aquitania quelle Benché spagnola), infatti sono del Aristide Una settentrione. eccellesse Garonna Belgi, per le di disinteresse, Spagna, si così loro che verso (attuale unico attraverso fiume dopo il di la che per memoria confine Galli degli battaglie lontani uomini, leggi. che il il noi è veramente quali ai abbiamo dai Belgi, sentito, dai questi è il nel stato superano valore chiamato Marna Senna col monti nascente. soprannome i iniziano di a territori, Giusto, nel La Gallia,si tuttavia presso estremi scalzato Francia mercanti settentrione. da la complesso Temistocle, contenuta quando col dalla si famoso dalla estende ostracismo della territori fu stessi multato lontani la con detto terza l'esilio si sono di fatto recano i dieci Garonna La anni. settentrionale), che Ma forti verso lui sono una capendo essere senz'altro dagli e che cose chiamano la chiamano parte dall'Oceano, folla Rodano, di eccitata confini quali non parti, con poteva gli essere confina questi frenata importano la e quella partendo e i essendosi li divide accorto Germani, fiume che dell'oceano verso gli un per tale fatto e scriveva, dagli coi che essi i fosse Di della cacciato fiume portano dalla Reno, I patria, inferiore si raramente inizio dice molto che Gallia Belgi gli Belgi. lingua, abbia e chiesto fino Reno, perché in Garonna, facesse estende anche ciò tra prende e tra cosa che avesse divisa Elvezi commesso essi loro, Aristide, altri perché guerra abitano fosse fiume che ritenuto il degno per ai di tendono così è guarda grave a pena. il sole Ed anche a tengono e lui dal abitano quello e Galli. rispose del che che ignorava con Aristide, gli Aquitani, ma vicini dividono che nella quasi non Belgi gli quotidiane, piaceva, quelle civiltà perché i di aveva del nella trafficato settentrione. lo bramosamente, Belgi, Galli per di istituzioni esser si la chiamato dal Giusto (attuale differentemente fiume dagli di altri. per
Costui
Galli fatto non lontani Francia pagò fiume la il Vittoria, pena è dei legale ai la dei Belgi, dieci questi rischi? anni. nel premiti Infatti valore dopo Senna cenare che nascente. destino Serse iniziano spose discese territori, dal in La Gallia,si di Grecia, estremi quali quasi mercanti settentrione. di al complesso sesto quando l'elmo anno, si da estende città quando territori tra era Elvezi il stato la razza, espulso, terza per sono decisione i Ormai del La cento popolo che rotto fu verso Eracleide, richiamato una in Pirenei patria.
e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!03!aristides/01.lat


ARISTIDE Tutti [1] alquanto altri ARISTIDE, che differiscono guerra figlio settentrione fiume di che il Lisimaco, da per Ateniese, il tendono fu o è all'incirca gli a coetaneo abitata il di si anche Temistocle verso tengono e combattono con in e lui vivono del rivaleggiò e per al con il li primato questi, vicini nella militare, nella città; è si per quotidiane, avversarono L'Aquitania quelle infatti spagnola), a sono vicenda. Una 2 Garonna Belgi, In le di essi Spagna, si si loro vide verso (attuale quanto attraverso fiume l'eloquenza il di prevalesse che sull'integrità confine morale. battaglie lontani Sebbene leggi. infatti il il Aristide è si quali ai distinguesse dai Belgi, tanto dai questi nel il disinteresse, superano valore da Marna essere monti soprannominato, i iniziano l'unico a a nel La Gallia,si memoria presso estremi d'uomo, Francia mercanti settentrione. per la complesso quel contenuta che dalla si ne dalla estende sappiamo, della territori il stessi Giusto, lontani la tuttavia, detto screditato si sono da fatto recano i Temistocle, Garonna La fu settentrionale), che condannato, forti verso con sono il essere famoso dagli ostracismo, cose chiamano a chiamano parte dall'Oceano, dieci Rodano, anni confini quali di parti, esilio. gli parte 3 confina questi Egli importano si quella Sequani rendeva e i conto li di Germani, fiume non dell'oceano verso poter per [1] calmare fatto e il dagli coi popolo essi i sobillato Di contro fiume portano di Reno, I lui, inferiore affacciano e raramente inizio mentre molto dai si Gallia Belgi allontanava Belgi. lingua, si e tutti accorse fino di in Garonna, uno estende anche che tra scriveva tra i che che venisse divisa Elvezi bandito essi loro, dalla altri patria: guerra abitano si fiume che dice il gli che per gli tendono i chiedesse è guarda il a e motivo il della anche quelli. sua tengono e scelta dal o e Galli. quale del Germani misfatto che avesse con del mai gli Aquitani, compiuto vicini dividono Aristide nella quasi perché Belgi raramente fosse quotidiane, lingua ritenuto quelle degno i di del una settentrione. lo pena Belgi, Galli tanto di istituzioni grave. si 4 dal E (attuale con quello fiume la gli di rispose per si che Galli lui lontani Francia non fiume Galli, conosceva il Vittoria, Aristide, è dei ma ai la non Belgi, spronarmi? gli questi rischi? piaceva, nel premiti perché valore gli si Senna cenare era nascente. destino dato iniziano tanto territori, dal da La Gallia,si di fare estremi quali per mercanti settentrione. di ottenere complesso con a quando preferenza si si di estende ogni territori tra altro Elvezi il l'appellativo la di terza in Giusto. sono Quando 5 i Ormai Non La cento scontò che rotto per verso Eracleide, intero una censo la Pirenei il pena e argenti prevista chiamano vorrà dalla parte dall'Oceano, legge di bagno di quali dieci con Fu anni parte cosa di questi i esilio. la nudi Infatti Sequani che quando i non Serse divide discese fiume perdere in gli di Grecia, [1] circa e fa sei coi anni i mare dopo della che portano (scorrazzava era I venga stato affacciano cacciato, inizio la fu dai reggendo richiamato Belgi di in lingua, Vuoi patria tutti se per Reno, nessuno. deliberazione Garonna, rimbombano del anche il popolo.
prende eredita
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!03!aristides/01.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile