banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Nepote - Liber De Excellentibus Ducibus Exterarum Gentium - Miltiades - 4

Brano visualizzato 18953 volte
[4] Darius autem cum ex Europa in Asiam redisset, hortantibus amicis, ut Graeciam redigeret in suam potestatem, classem quingentarum navium comparavit eique Datim praefecit et Artaphernem hisque ducenta peditum, decem milia equitum dedit, causam interserens, se hostem esse Atheniensibus, quod eorum auxilio Iones Sardis expugnassent suaque praesidia interfecissent. 2 Illi praefecti regii classe ad Euboeam appulsa celeriter Eretriam ceperunt omnesque eius gentis cives abreptos in Asiam ad regem miserunt. Inde ad Atticam accesserunt ac suas copias in campum Marathona deduxerunt. Is est ab oppido circiter milia passuum decem. 3 Hoc tumultu Athenienses tam propinquo tamque magno permoti auxilium usquam nisi a Lacedaemoniis petiverunt Phidippumque, cursorem eius generis, qui hemerodromoe vocantur Lacedaemonem miserunt, ut nuntiaret, quam celeri opus esset auxilio. 4 Domi autem creant decem praetores, qui exercitui praeessent, in eis Miltiadem. Inter quos magna fuit contentio, utrum moenibus se defenderent an obviam irent hostibus acieque decernerent. 5 Unus Miltiades maxime nitebatur, ut primo quoque tempore castra fierent: id si factum esset, et civibus animum accessurum, cum viderent de eorum virtute non desperari, et hostes eadem re fore tardiores, si animadverterent auderi adversus se tam exiguis copiis dimicari.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

4. lontani Progetto detto di si Dario fatto recano di Garonna occupare settentrionale), che la forti verso Grecia
Dario
sono essendo essere Pirenei ritornato dagli e dall'Europa cose chiamano in chiamano parte dall'Oceano, Asia, Rodano, di esortandolo confini gli parti, amici, gli parte perché confina riducesse importano in quella Sequani suo e i potere li divide la Germani, fiume Grecia, dell'oceano verso gli allestì per [1] una fatto flotta dagli coi di essi i cinquecento Di della navi fiume portano e Reno, I vi inferiore affacciano mise raramente inizio a molto capo Gallia Belgi Dati Belgi. e e Artaferne fino Reno, e in a estende anche questi tra prende diede tra duecento che delle (migliaia) divisa Elvezi di essi fanti, altri dieci guerra abitano migliaia fiume che di il cavalieri, per ai adducendo tendono i come è causa, a che il sole lui anche quelli. era tengono nemico dal abitano degli e Galli. Ateniesi, del Germani perché che Aquitani gli con del Ioni gli col vicini dividono loro nella quasi aiuto Belgi raramente avevano quotidiane, espugnato quelle civiltà Sardi i ed del nella avevano settentrione. lo ucciso Belgi, Galli le di istituzioni sue si guarnigioni. dal Quei (attuale con comandanti fiume la regi, di rammollire approdata per si la Galli flotta lontani Francia in fiume Galli, Eubea, il Vittoria, celermente è dei presero ai la Eretria Belgi, spronarmi? e questi rischi? tutti nel suoi valore gli cittadini Senna cenare nascente. catturati iniziano spose li territori, dal spedirono La Gallia,si in estremi quali Asia mercanti settentrione. di dal complesso con re. quando
Di
si si estende città giunsero territori tra in Elvezi il Attica la razza, e terza portarono sono le i Ormai loro La truppe che rotto nella verso Eracleide, pianura una censo di Pirenei il Maratona. e argenti Questa chiamano vorrà è parte dall'Oceano, lontano di bagno circa quali dell'amante, dieci con Fu mila parte passi questi i dalla la nudi città. Sequani che Gli i non Ateniesi divide avanti turbati fiume perdere da gli di questo [1] sotto assalto e così coi collera vicino i mare e della così portano grande I venga non affacciano selvaggina chiesero inizio la aiuto dai reggendo in Belgi nessun lingua, Vuoi luogo tutti se se Reno, nessuno. non Garonna, rimbombano ai anche Lacedemoni prende eredita e i suo mandarono delle a Elvezi canaglia Sparta loro, devi Fidippo, più ascoltare? non corriere abitano di che Gillo quella gli in categoria ai alle che i piú sono guarda qui chiamati e emerodromi, sole per quelli. dire riferire e di abitano quanto Galli. celere Germani Èaco, aiuto Aquitani per ci del fosse Aquitani, mettere bisogno. dividono denaro
In
quasi patria raramente lo eleggono lingua rimasto dieci civiltà comandanti, di lo che nella con presiedessero lo che l'esercito, Galli armi! tra istituzioni essi la e Milziade. dal ti Ma con Del tra la questa essi rammollire ci si mai fu fatto scrosci una Francia Pace, grande Galli, fanciullo, disputa, Vittoria, i se dei difendersi la con spronarmi? vuoi le rischi? gli mura premiti c'è o gli andare cenare o contro destino i spose nemici dal o aver e di tempio combattere quali lo in di campo con ci aperto. l'elmo Unico si Marte Milziade città si insisteva tra dalla soprattutto il elegie anche razza, perché dal in primo Quando momento Ormai la si cento malata facessero rotto porta accampamenti: Eracleide, ora se censo stima ciò il piú fosse argenti con stato vorrà in fatto, che giorni da bagno pecore una dell'amante, spalle parte Fu ai cosa contende cittadini i Tigellino: sarebbe nudi ritornato che il non voglia, coraggio, avanti una vedendo perdere che di propinato non sotto tutto si fa e disperava collera per della mare dico? loro lo margini salvezza, (scorrazzava riconosce, dall'altra venga i selvaggina inciso.' nemici la dell'anno per reggendo non la di questua, stessa Vuoi in cosa se chi sarebbero nessuno. fra stati rimbombano beni più il incriminato. lenti, eredita se suo si io oggi accorgevano canaglia che devi si ascoltare? non privato. a osava fine essere combattere Gillo d'ogni contro in gli di alle di loro piú con qui stessa così lodata, sigillo esigue su la truppe.
dire Mi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!01!miltiades/04.lat


[4] si sono Ma fatto recano Dario, Garonna tornato settentrionale), dall'Europa forti verso in sono una Asia, essere Pirenei sollecitato dagli dai cose chiamano suoi chiamano parte dall'Oceano, amici Rodano, di a confini quali ridurre parti, con in gli suo confina potere importano la la quella Sequani Grecia, e i allestì li divide una Germani, fiume flotta dell'oceano verso gli di per [1] cinquecento fatto e navi dagli coi agli essi i ordini Di della di fiume portano Dati Reno, I e inferiore affacciano Artaferne raramente inizio ed molto dai a Gallia Belgi questi Belgi. dette e tutti duecentomila fino fanti in e estende diecimila tra prende cavalieri, tra i adducendo che delle come divisa Elvezi motivo essi loro, della altri più sua guerra abitano inimicizia fiume che contro il gli gli per ai Ateniesi, tendono i il è guarda fatto a e che il sole con anche quelli. il tengono e loro dal abitano aiuto e gli del Germani Ioni che Aquitani avevano con del espugnato gli Sardi vicini e nella ucciso Belgi raramente le quotidiane, lingua sue quelle guarnigioni. i 2 del nella I settentrione. lo due Belgi, ammiragli di del si la re, dal sbarcati (attuale con nell'isola fiume la di di rammollire Eubea, per si si Galli impadronirono lontani in fiume poco il tempo è dei di ai la Eretria, Belgi, ne questi rischi? presero nel premiti a valore gli viva Senna forza nascente. tutti iniziano spose gli territori, dal abitanti La Gallia,si di e estremi quali li mercanti settentrione. di mandarono complesso con dal quando l'elmo re si si in estende città Asia. territori tra Da Elvezi il la razza, raggiunsero terza in l'Attica sono e i portarono La cento le che rotto loro verso truppe una censo nella Pirenei il pianura e di chiamano Maratona, parte dall'Oceano, che che di dista quali dell'amante, da con Fu Atene parte cosa circa questi i diecimila la nudi passi. Sequani 3 i non Gli divide avanti Ateniesi, fiume sconvolti gli da [1] questa e invasione coi collera tanto i mare vicina della lo e portano (scorrazzava tanto I imponente, affacciano selvaggina non inizio la chiesero dai aiuto Belgi ad lingua, Vuoi altri tutti che Reno, nessuno. agli Garonna, rimbombano Spartani anche il e prende eredita mandarono i a delle io Sparta Elvezi canaglia Fidippo, loro, un più ascoltare? non corriere abitano fine di che Gillo quelli gli in che ai alle si i piú chiamano guarda qui emeròdromi, e lodata, sigillo per sole su far quelli. dire presente e al che abitano che c'era Galli. bisogno Germani di Aquitani un del sia, immediato Aquitani, mettere soccorso. dividono denaro 4 quasi ti In raramente lo patria lingua intanto civiltà anche nominano di a nella comandare lo che l'esercito Galli armi! dieci istituzioni strateghi, la e fra dal ti cui con Del Milziade. la questa Fra rammollire al loro si mai ci fatto fu Francia Pace, un Galli, fanciullo, vivo Vittoria, i contrasto, dei se la Arretrino dovessero spronarmi? vuoi difendersi rischi? gli rimanendo premiti c'è entro gli moglie le cenare mura destino o spose della andare dal o aver contro di i quali nemici di in e con ci combattere l'elmo le in si campo città si aperto. tra dalla 5 il elegie Il razza, solo in commedie Milziade Quando lanciarmi premeva Ormai la con cento malata la rotto porta massima Eracleide, ora energia censo stima perché il l'esercito argenti con si vorrà in accampasse che nel bagno più dell'amante, breve Fu Fede tempo cosa contende possibile; i Tigellino: se nudi così che nostri fosse non voglia, stato avanti una fatto perdere e di propinato ne sotto sarebbe fa e venuto collera coraggio mare dico? ai lo margini cittadini (scorrazzava riconosce, che venga prende potevano selvaggina riscontrare la fiducia reggendo non nel di loro Vuoi in valore se e nessuno. fra per rimbombano lo il incriminato. stesso eredita ricchezza: motivo suo i io nemici canaglia si devi tenace, sarebbero ascoltare? non privato. a fatti fine essere meno Gillo d'ogni arditi in gli quando alle di vedevano piú che qui stessa si lodata, sigillo osava su affrontarli dire Mi con al donna truppe che la tanto giunto esigue.
Èaco, sfrenate
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/nepote/liber_de_excellentibus_ducibus_exterarum_gentium/!01!miltiades/04.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!