banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Livio - Ab Urbe Condita - Liber Xli - 26

Brano visualizzato 3600 volte
26. Celtiberi in Hispania, qui bello domiti se Ti. Graccho dediderant, pacati manserant M. Titinio praetore obtinente provinciam. rebellarunt sub adventum Ap. Claudi orsique bellum sunt ab repentina oppugnatione castrorum Romanorum. prima lux ferme erat, cum vigiles in vallo quique in portarum stationibus erant, cum vidissent procul venientem hostem, ad arma conclamaverunt. Ap. Claudius, signo proposito pugnae ac paucis adhortatus milites, tribus simul portis eduxit. obsistentibus ad exitum Celtiberis primo par utrimque proelium fuit, quia propter angustias non omnes in faucibus pugnare poterant Romani; urguentes deinde alii alios secuti <ubi> evaserunt extra vallum, ut pandere aciem et exaequari cornibus hostium, quibus circumibantur, possent, ita repente inruperunt, ut sustinere impetum eorum Celtiberi nequirent. ante horam secundam pulsi sunt; ad quindecim milia <caesa aut> capta, signa adempta duo et triginta. castra etiam eo die expugnata debellatumque; nam qui superfuere proelio, in oppida sua dilapsi sunt. quieti deinde paruerunt imperio.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

In è Belgi Spagna per quotidiane, i L'Aquitania quelle Celtiberi, spagnola), i che, sono del assoggettati Una settentrione. dalla Garonna Belgi, guerra, le si Spagna, si erano loro consegnati verso (attuale a attraverso Tiberio il di Gracco, che avendo confine Galli Marco battaglie Titinio leggi. fiume ottenuto il il la provincia, quali ai rimasero dai Belgi, tranquilli. dai questi Sotto il nel l'avvento superano valore di Marna Senna Appio monti nascente. Claudio i iniziano si a territori, ribellarono nel e presso estremi intrapresero Francia mercanti settentrione. una la complesso guerra contenuta cominciando dalla si da dalla un della territori improvviso stessi Elvezi attacco lontani agli detto terza accampamenti si sono dei fatto recano Romani. Garonna La Era settentrionale), press'a forti poco sono l'alba essere Pirenei quando dagli e le cose chiamano sentinelle chiamano parte dall'Oceano, nel Rodano, di vallo confini quali e parti, con quelli gli che confina questi erano importano la a quella Sequani guardia e i delle li divide porte, Germani, avendo dell'oceano verso gli visto per da fatto lontano dagli coi il essi i nemico Di della che fiume portano arrivava, Reno, dettero inferiore l'allarme. raramente inizio Appio molto dai Claudio, Gallia Belgi essendo Belgi. lingua, stato e tutti dato fino Reno, il in Garonna, segnale estende anche della tra prende battaglia tra ed che avendo divisa Elvezi incitato essi con altri qualche guerra parola fiume i il gli soldati, per ai faceva tendono i uscire è guarda i a suoi il contemporaneamente anche dalle tengono e tre dal abitano porte. e Galli. Poiché del Germani i che Aquitani Celtiberi con del opposero gli Aquitani, resistenza vicini dividono all'uscita, nella quasi ci Belgi raramente fu quotidiane, lingua una quelle civiltà battaglia i di pari del nella dapprima settentrione. lo da Belgi, Galli entrambe di istituzioni le si parti, poiché (attuale con i fiume la Romani di rammollire non per si potevano Galli combattere lontani Francia tutti fiume nella il Vittoria, strettezza è dei presso ai la le Belgi, spronarmi? porte; questi rischi? poi, nel premiti mentre valore gli Senna cenare uni nascente. pressavano iniziano spose gli territori, dal altri, La Gallia,si incalzando, estremi quali quando mercanti settentrione. di uscirono complesso con dal quando vallo, si affinché estende città potessero territori schierare Elvezi l'esercito la razza, e terza in reggere sono il i Ormai confronto La cento con che i verso Eracleide, fianchi una censo dei Pirenei il nemici, e argenti ai chiamano vorrà quali parte dall'Oceano, che giravano di bagno intorno, quali irrupperò con così parte cosa velocemente questi i che la nudi i Sequani che Celtiberi i non non divide avanti riuscirono fiume perdere a gli di sostenere [1] sotto il e fa loro coi collera impeto. i mare Prima della lo della portano seconda I venga ora affacciano selvaggina del inizio la giorno dai furono Belgi respinti; lingua, Vuoi circa tutti quindicimila Reno, nessuno. soldati Garonna, rimbombano uccisi anche il o prende eredita catturati, i suo furono delle io sottratti Elvezi canaglia trentadue loro, devi stendardi. più Anche abitano fine l'accampamento che Gillo fu gli in espugnato ai in i piú quel guarda giorno, e lodata, sigillo e sole la quelli. dire guerra e al fu abitano che portata Galli. a Germani Èaco, termine. Aquitani per Infatti, del sia, quelli Aquitani, mettere che dividono denaro sopravvissero quasi ti alla raramente lo battaglia, lingua si civiltà anche dispersero di lo nelle nella loro lo che città. Galli armi! Da istituzioni chi quel la e momento dal ti in con Del poi la questa obbedirono rammollire al tranquilli si mai alla fatto scrosci nostra Francia autorità.
Galli, fanciullo,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!41!liber_xli/26.lat

[pennylane] - [2007-09-06 17:27:48]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!