Splash Latino - Livio - Ab Urbe Condita - Liber Xxxix - 49

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Livio - Ab Urbe Condita - Liber Xxxix - 49

Brano visualizzato 2598 volte
49. Eventus memorabilis est, quod, cum bello superiores essent, Achaei, Philopoemen praetor eorum capitur, ad praeoccupandam Coronen, quam hostes petebant, inita valle iniqua cum equitibus paucis oppressus. ipsum potuisse effugere Thracum Cretensiumque auxilio tradunt: sed pudor relinquendi equites, nobilissimos gentis, ab ipso nuper lectos, tenuit. quibus dum locum ad evadendas angustias cogendo ipse agmen praebet, sustinens impetus hostium, prolapso equo et suo ipse casu et onere equi super eum ruentis haud multum afuit, quin exanimaretur, septuaginta annos iam natus et diutino morbo, ex quo tum primum reficiebatur, viribus admodum attenuatis. iacentem hostes superfusi oppresserunt; cognitumque [primum] a verecundia memoriaque meritorum haud secus quam ducem suum attollunt reficiuntque et ex valle devia in viam portant, vix sibimet ipsi prae necopinato gaudio credentes; pars nuntios Messenen praemittunt debellatum esse, Philopoemenem captum adduci. primum adeo incredibilis visa res, ut non pro vano modo sed vix pro sano nuntius audiretur. deinde ut super alium alius idem omnes adfirmantes veniebant, tandem facta fides; et priusquam appropinquare urbi satis scirent, ad spectaculum omnes simul liberi ac servi, pueri quoque cum feminis, effunduntur. itaque clauserat portam turba, dum pro se quisque, nisi ipse oculis suis credidisset, vix pro comperta tantam rem habiturus videtur. aegre summoventes obvios intrare portam, qui adducebant Philopoemenem, potuerunt. aeque conferta turba iter reliquum clauserat; et cum pars maxima exclusa a spectaculo esset, theatrum repente, quod propinquum viae erat, compleverunt, et, ut eo adduceretur in conspectum populi, una voce omnes exposcebant. magistratus et principes veriti, ne quem motum misericordia praesentis tanti viri faceret, cum alios verecundia pristinae maiestatis collatae praesenti fortunae, alios recordatio ingentium meritorum motura esset, procul in conspectu eum statuerunt, deinde raptim ex oculis hominum abstraxerunt, dicente praetore Dinocrate esse, quae pertinentia ad summam belli percunctari eum magistratus vellent. inde abducto eo in curiam et senatu vocato consultari coeptum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Un in commedie caso, Quando lanciarmi poi, Ormai veramente cento malata degno rotto di Eracleide, essere censo ricordato il piú argenti con quello vorrà in occorso che a bagno pecore Filopemene, dell'amante, spalle stratego Fu Fede degli cosa contende Achei, i Tigellino: superiori nudi fino che nostri a non voglia, quel avanti una momento perdere moglie. in di propinato battaglia; sotto tutto quello, fa e mentre collera si mare dico? recava lo margini ad (scorrazzava riconosce, occupare venga prende Corone, selvaggina inciso.' assalita la dai reggendo non nemici, di sorpreso Vuoi in con se pochi nessuno. cavalieri rimbombano in il un'impervia eredita ricchezza: vallata, suo fu io catturato.

Dissero
canaglia del che devi tenace, avrebbe ascoltare? non privato. a potuto fine essere mettersi Gillo d'ogni in in gli salvo alle di accettando piú l'aiuto qui stessa di lodata, sigillo Traci su e dire Mi Cretesi; al donna tuttavia che lo giunto delle trattenne Èaco, sfrenate lo per ressa scrupolo sia, graziare di mettere abbandonare denaro al ti loro lo cavoli destino rimasto vedo proprio anche la quei lo che cavalieri, con uomini che nobilissimi, armi! da chi giardini, lui e affannosa stesso ti malgrado appena Del a scelti questa (a al platani compagni).

Mentre
mai dei dunque scrosci son offriva Pace, il loro fanciullo, 'Sí, la i possibilit di di Arretrino eludere vuoi la gli si stretta, c'è facendo moglie vuota fronte o mangia all'urto quella propina dei della dice. nemici, o aver di scivolato tempio trova il lo volta cavallo in gli - ci In sia le mio per Marte fiato la si sua dalla questo caduta elegie una sia perché liberto: per commedie il lanciarmi peso la Muzio dell'animale malata rovinatogli porta essere addosso ora pane - stima al poco piú può manc con che in un morisse giorni si perch pecore aveva spalle un gi Fede piú settanta contende patrono anni Tigellino: mi e voce perch nostri stava voglia, conosce appena una fa riacquistando moglie. difficile le propinato adolescenti? forze tutto assai e scemate per per dico? una margini lunga riconosce, di malattia.

Subito
prende gente sopraggiunti, inciso.' i dell'anno nemici non tempo lo questua, accerchiarono in la mentre chi che giaceva fra O a beni da terra; incriminato. libro ma, ricchezza: casa? riconosciutolo e lo e oggi abbiamo mossi del da tenace, un privato. a senso essere a di d'ogni rispetto gli e di dalla cuore e memoria stessa impettita del pavone il suo la Roma valore, Mi la lo donna iosa sollevano la con come delle e se sfrenate colonne fosse ressa chiusa: stato graziare un coppe sopportare loro della guardare capo, cassaforte. lo cavoli fabbro Bisognerebbe ristorano vedo se e la il da che farsi quella uguale piú valle propri nomi? Sciogli fuori Nilo, soglie mano giardini, lo affannosa guardarci conducono malgrado vantaggi sulla a ville, strada, a di a platani si stento dei brucia credendo son a il se 'Sí, stessi abbia altrove, per ti le la magari farla gioia a inattesa. si gente Dunque, limosina a si vuota comando fanno mangia ad precedere propina si a dice. Di Messene di due dalla trova inesperte notizia volta che gli tribuni, la In altro guerra mio che fiato toga, finita, è che questo Filopemene una liberto: caduto campo, rode prigioniero. o In Muzio calore un poi 'C'è primo essere sin momento, pane di per, al vuoto l'annuncio può recto sembr da Ai cos un di incredibile si che scarrozzare con lo un timore stesso piú messaggero patrono non mi solo sdraiato disturbarla, fu antichi di ritenuto conosce doganiere bugiardo, fa ma difficile soprattutto adolescenti? nel fu Eolie, promesse preso libra per altro? si pazzo. la inumidito Poi, vecchi chiedere con di per il gente che sopraggiungere nella buonora, uno e dopo tempo l'altro Galla', di la in uomini che ogni che O confermavano da tutti libro lo casa? Va stesso lo evento, abbiamo timore finalmente stravaccato castigo si in mai, cominci sino a a che crederci; alzando e, per smisurato prima denaro, danarosa, ancora e di impettita va sapere il con Roma le certezza la russare che iosa Filopemene con si e o stava colonne avvicinando chiusa: alla l'hai privato citt, sopportare osato, tutti guardare avevano si in applaudiranno. riversarono fabbro Bisognerebbe sulla nelle se pazienza vie il o per farsi e godersi piú lettighe lo Sciogli giusto, spettacolo, soglie liberi mare, Aurunca e guardarci servi, vantaggi s'è finanche ville, vento donne di miei e si fanciulli. brucia tra Ma, stesse collo cos nell'uomo facendo, Odio Mecenate la altrove, folla le vita aveva farla ostruito cari che la gente porta a (della comando fa citt) ad soffio e si Locusta, nessuno Di di avrebbe due mai inesperte sottratto potuto te credere tribuni, gioco? ad altro la un che (e avvenimento toga, vizio? cos una straordinario, tunica e se e non non interi l'avesse rode genio? visto di trema con calore se i 'C'è suoi sin costruito stessi di si occhi. vuoto Faticosamente recto rende, riuscirono Ai il a di farsi Latino Ma largo con E nella timore ressa rabbia quelli di di che il alle traevano disturbarla, ad Filopemene: di vendetta? una doganiere folla rasoio con egualmente gioca blandisce, fitta nel clemenza, impediva promesse il terrori, chi resto si posta del inumidito funebre cammino chiedere l'ascolta, e, per mescolato poich che molti buonora, erano la e rimasti nulla può esclusi del un dallo in precedenza spettacolo, ogni 'Sono a quella fiamme, il un portate? una tratto bische aspetti? si Va di accalcarono al o nel timore delitti teatro castigo se vicino mai, caproni. nella pupillo cena, via, che il reclamando, che, ricchezza unanimamente, smisurato che danarosa, Filopemene lettiga i fosse va anche condotto da l, le dormire alla russare presenza costrinse incinta del botteghe i popolo.

I
o ragioni, magistrati che prezzo e piú Ma i privato dai nobili, osato, scomparso tuttavia avevano a temettero applaudiranno. sepolti che sulla tutto la pazienza proprio piet o per e all'anfora, un lettighe cos giusto, volessero?'. grande ha centomila uomo Aurunca casa potesse possiedo un provocare s'è col disordini, vento se perch miei dice, qualcuno i in poteva tra di essere collo ha mosso per da Mecenate fascino rispetto qualche la per vita Flaminia la il Quando sua che alla antica tutto autorit, triclinio i confrontandola fa d'udire con soffio la Locusta, clienti condizione di legna. presente, muore il altri sottratto dalla sanguinario per memoria gioco? e dei la solitudine suoi (e solo meriti vizio? eccezionali: i fai perci e Matone, lo non condussero I di in genio? un trema in luogo se da non cui costruito schiaccia potesse si essere chi patrizi scorto rende, m'importa da il e tutti, sbrigami, bench Ma postilla lontano, E per stelle. poi fanno Laurento sottrarlo di precipitosamente alle alla ad parte vista vendetta? Ma del tranquillo? chi popolo; con degli il blandisce, che comandante clemenza, Dinocrate Se con giustific chi la posta non cosa funebre starò affermando l'ascolta, devono che mescolato dalla i quando con magistrati è a volevano e interrogarlo può su un muggiti pi precedenza bilancio, generali 'Sono scrocconi. problemi fiamme, il nemmeno di una guerra. aspetti? il Condotto di nei di o suoi, l delitti stesso nella se curia caproni. le e cena, convocato il insegna, il ricchezza consiglio nel farà degli questo Non anziani, i si anche volo, diede degli ormai dunque dormire prima l'avvio ho Cluvieno. alla incinta v'è discussione.
i gonfiavano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!39!liber_xxxix/49.lat

[giuliettacrazy] - [2008-01-24 16:24:33]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile