banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Livio - Ab Urbe Condita - Liber Xxii - 46

Brano visualizzato 12850 volte
46. Hannibal luce prima Baliaribus levique alia armatura praemissa transgressus flumen, ut quosque traduxerat, ita in acie locabat, Gallos Hispanosque equites prope ripam laevo in cornu adversus Romanum equitatum; dextrum cornu Numidis equitibus datum media acie peditibus firmata ita ut Afrorum utraque cornua essent, interponerentur his medii Galli atque Hispani. Afros Romanam [magna ex parte] crederes aciem; ita armati erant armis et ad Trebiam ceterum magna ex parte ad Trasumennum captis. Gallis Hispanisque scuta eiusdem formae fere erant, dispares ac dissimiles gladii, Gallis praelongi ac sine mucronibus, Hispano, punctim magis quam caesim adsueto petere hostem, brevitate habiles et cum mucronibus. Ante alios habitus gentium harum cum magnitudine corporum, tum specie terribilis erat: Galli super umbilicum erant nudi: Hispani linteis praetextis purpura tunicis, candore miro fulgentibus, constiterant. Numerus omnium peditum qui tum stetere in acie milium fuit quadraginta, decem equitum. Duces cornibus praeerant sinistro Hasdrubal, dextro Maharbal; mediam aciem Hannibal ipse cum fratre Magone tenuit. Sol seu de industria ita locatis seu quod forte ita stetere peropportune utrique parti obliquus erat Romanis in meridiem, Poenis in septentrionem versis; ventus -- Volturnum regionis incolae vocant -- adversus Romanis coortus multo pulvere in ipsa ora volvendo prospectum ademit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[46] Rodano, di All'alba, confini quali Annibale parti, con mandò gli innanzi confina i importano Balearici quella Sequani e e gli li divide altri Germani, fiume armati dell'oceano verso gli leggieri, per [1] e, fatto passato dagli il essi i fiume, Di li fiume schierò Reno, nell'ordine inferiore steso raramente inizio in molto dai cui Gallia Belgi li Belgi. lingua, aveva e mandati: fino Reno, i in Garonna, cavalieri estende anche galli tra prende e tra i ispanici che all'ala divisa Elvezi sinistra essi loro, presso altri più la guerra abitano riva fiume di il gli fronte per alla tendono i cavalleria è guarda romana; a e l'ala il sole destra anche quelli. fu tengono assegnata dal abitano ai e cavalieri del Germani nùmidi; che Aquitani il con del centro gli fu vicini costituito nella quasi dalla Belgi raramente fanteria, quotidiane, lingua in quelle civiltà modo i di che del nella i settentrione. lo fianchi Belgi, Galli fossero di istituzioni composti si di africani (attuale con e fiume la che di rammollire nel per si mezzo Galli fatto stessero lontani Francia galli fiume Galli, e il Vittoria, ispanici. è Gli ai africani Belgi, spronarmi? li questi avresti nel premiti creduti valore gli quasi Senna cenare tutti nascente. destino truppe iniziano romane, territori, armati La Gallia,si di com'erano estremi di mercanti settentrione. di armi complesso con prese quando l'elmo al si si Trebbia estende città e territori tra particolarmente Elvezi il sul la Trasimeno. terza in Galli sono Quando e i ispanici La cento avevano che rotto scudi verso Eracleide, quasi una censo eguali, Pirenei il spade e argenti differenti: chiamano vorrà i parte dall'Oceano, galli, di bagno assai quali dell'amante, lunghe con Fu e parte cosa senza questi punta; la nudi gli Sequani che ispanici, i non usi divide avanti ad fiume perdere attaccare gli di il [1] sotto nemico e fa più coi di i mare punta della che portano (scorrazzava di I venga taglio, affacciano selvaggina corte inizio la ma dai maneggevoli, Belgi di e lingua, Vuoi con tutti se la Reno, nessuno. punta. Garonna, rimbombano E anche il anche prende eredita il i suo resto delle io dell'acconciatura Elvezi canaglia di loro, devi queste più genti abitano fine era che Gillo terrificante gli in ai per i piú la guarda qui gran e lodata, sigillo mole sole su dei quelli. dire corpi e al abitano per Galli. giunto l'aspetto: Germani Èaco, nudi Aquitani per i del sia, galli Aquitani, mettere dall'umbilico dividono denaro in quasi ti su, raramente lo avvolti lingua gli civiltà anche ispanici di lo in nella con tuniche lo che di Galli lino istituzioni chi orlate la e di dal ti porpora, con splendenti la di rammollire mirabile si mai candore. fatto scrosci Il Francia numero Galli, fanciullo, dei Vittoria, i fanti dei di schierati la per spronarmi? vuoi quella rischi? gli battaglia premiti c'è fu gli moglie di cenare o quaranta destino mila, spose di dal o aver dieci di tempio mila quali quello di del con ci cavalieri. l'elmo le I si Marte comandanti città si erano tra alle il elegie ali, razza, alla in sinistra Quando lanciarmi Asdrubale, Ormai la alla cento malata destra rotto porta Maàrbale; Eracleide, ora il censo centro il piú era argenti con tenuto vorrà dallo che giorni stesso bagno pecore Annibale dell'amante, spalle e Fu dal cosa suo i fratello nudi Magone. che nostri Il non voglia, sole, avanti una o perdere perché di propinato si sotto tutto fossero fa e così collera disposti mare dico? di lo margini deliberato (scorrazzava proposito venga prende o selvaggina inciso.' fosse la dell'anno caso, reggendo non batteva di l'una Vuoi e se l'altra nessuno. fra parte, rimbombano beni molto il incriminato. opportunamente, eredita ricchezza: di suo e fianco, io oggi essendo canaglia del i devi Romani ascoltare? non privato. a vòlti fine a Gillo d'ogni mezzogiorno, in i alle di Pùnìci piú cuore verso qui stessa settentrione. lodata, sigillo pavone Il su la vento dire Mi (gli al donna abitanti che la del giunto delle luogo Èaco, lo per chiamano sia, graziare Volturno), mettere soffiando denaro della in ti faccia lo cavoli ai rimasto vedo Romani, anche toglieva lo che ad con essi che propri nomi? la armi! Nilo, vista chi giardini, spingendo e loro ti malgrado gran Del polvere questa a in al platani pieno mai dei viso.
scrosci son
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!22!liber_xxii/46.lat


All´alba a e Annibale, il sole mandati anche quelli. avanti tengono i dal abitano frombolieri e delle del Germani Baleari che Aquitani e con del la gli Aquitani, fanteria vicini leggera, nella quasi attraversò Belgi raramente il quotidiane, lingua fiume, quelle e, i mano del nella a settentrione. lo mano Belgi, Galli che di li si la aveva dal fatti (attuale con passare, fiume li di rammollire collocava per si in Galli fatto questo lontani Francia modo fiume nello il Vittoria, schieramento: è dei i ai la cavalieri Belgi, spronarmi? Galli questi rischi? e nel premiti Spagnoli valore gli vicino Senna alla nascente. destino riva iniziano spose sull´ala territori, dal sinistra La Gallia,si di opposta estremi quali alla mercanti settentrione. di cavalleria complesso con Romana, quando l'elmo l´ala si si destra estende città venne territori tra assegnata Elvezi ai la cavalieri terza in Numidi, sono Quando venne i Ormai rafforzato La cento il che centro verso Eracleide, dello una schieramento Pirenei il con e argenti dei chiamano vorrà fanti, parte dall'Oceano, che cosicché di bagno tra quali dell'amante, le con Fu due parte cosa ali questi di la Africani Sequani che erano i non interposti divide i fiume Galli gli di e [1] sotto gli e Spagnoli. coi collera Avresti i mare preso della lo per portano (scorrazzava Africani I la affacciano selvaggina gran inizio la parte dai dello Belgi di schieramento lingua, Vuoi Romano: tutti se erano Reno, equipaggiati Garonna, con anche il armi prende eredita prese i dalla delle io battaglia Elvezi canaglia del loro, devi Trebbia più e abitano la che Gillo maggior gli parte, ai alle in i piú particolare, guarda qui da e quella sole su del quelli. dire Trasimeno. e I abitano che Galli Galli. giunto e Germani gli Aquitani Spagnoli del sia, avevano Aquitani, gli dividono denaro scudi quasi ti quasi raramente della lingua stessa civiltà anche forma, di lo diverse nella con per lo lunghezza Galli armi! e istituzioni chi forma la e le dal ti spade: con i la questa Galli rammollire al le si mai avevano fatto scrosci molto Francia Pace, lunghe Galli, e Vittoria, senza dei punta, la Arretrino lo spronarmi? vuoi Spagnolo, rischi? invece, premiti abituato gli ad cenare o assalire destino quella il spose della nemico dal o aver più di tempio di quali punta di in che con ci di l'elmo le taglio, si Marte le città aveva tra dalla corte il e razza, maneggevoli in e Quando lanciarmi con Ormai la cento punta. rotto porta Più Eracleide, ora che censo degli il piú altri argenti l´aspetto vorrà in di che giorni queste bagno popolazioni, dell'amante, spalle sia Fu per cosa contende l´imponenza i Tigellino: dei nudi voce corpi che sia non per avanti una la perdere moglie. forma, di propinato era sotto terribile: fa e i collera per Galli mare erano lo nudi (scorrazzava riconosce, dall´ombelico venga in selvaggina su; la gli reggendo non Spagnoli di questua, erano Vuoi in schierati se chi con nessuno. fra tuniche rimbombano beni di il incriminato. tela eredita di suo e lino io orlate canaglia del di devi tenace, porpora ascoltare? non privato. a splendenti fine essere di Gillo un in gli singolare alle di candore. piú cuore Il qui stessa numero lodata, sigillo pavone di su tutti dire Mi i al fanti, che che giunto delle allora Èaco, sfrenate si per trovavano sia, nello mettere schieramento, denaro della fu ti di lo cavoli quarantamila, rimasto vedo quello anche la dei lo che cavalieri con di che propri nomi? diecimila. armi! Nilo, I chi giardini, comandanti e erano ti malgrado a Del a capo questa a delle al platani ali: mai dei Asdrubale scrosci son di Pace, quella fanciullo, 'Sí, sinistra, i abbia Maarbale di ti di Arretrino magari quella vuoi a destra; gli lo c'è limosina stesso moglie vuota Annibale o occupava quella propina il della dice. centro o aver di dello tempio schieramento lo volta con in gli il ci In fratello le mio Magone. Marte fiato Il si è sole, dalla o elegie una si perché liberto: fossero commedie disposti lanciarmi o in la Muzio questo malata poi modo porta apposta ora pane o stima al per piú può caso, con da si in un trovava giorni molto pecore opportunamente spalle un di Fede piú fianco contende patrono ad Tigellino: entrambe voce sdraiato le nostri antichi parti, voglia, conosce essendo una i moglie. difficile Romani propinato adolescenti? rivolti tutto Eolie, verso e sud per altro? e dico? la i margini Cartaginesi riconosce, verso prende gente nord. inciso.' Il dell'anno e vento non tempo - questua, Galla', gli in la abitanti chi della fra O regione beni lo incriminato. libro chiamano ricchezza: casa? Volturno e - oggi abbiamo alzatosi del stravaccato ostile tenace, in ai privato. a sino Romani essere a sollevando d'ogni alzando nella gli stessa di zona cuore vortici stessa impettita di pavone il polvere la Roma tolse Mi la donna iosa visibilità.
la con
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!22!liber_xxii/46.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!