Splash Latino - Livio - Ab Urbe Condita - Liber Xxii - 21

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Livio - Ab Urbe Condita - Liber Xxii - 21

Brano visualizzato 4760 volte
21. Quietum inde fore videbatur reliquum aestatis tempus fuissetque per Poenum hostem; sed praeterquam quod ipsorum Hispanorum inquieta avidaque in novas res sunt ingenia, Mandonius Indibilisque, qui antea Ilergetum regulus fuerat, postquam Romani ab saltu recessere ad maritimam oram, concitis popularibus in agrum pacatum sociorum Romanorum ad populandum venerunt. Adversus eos tribuni militum cum expeditis auxiliis a Scipione missi, levi certamine ut tumultuariam manum fudere mille hominibus occisis, quibusdam captis, magnaque parte armis exuta. Hic tamen tumultus cedentem ad Oceanum Hasdrubalem cis Hiberum ad socios tutandos retraxit. Castra Punica in agro Ilergavonensium, castra Romana ad Novam Classem erant cum fama repens alio avertit bellum. Celtiberi, qui principes regionis suae legatos [obviam antea miserant] obsidesque dederant Romanis, nuntio misso a Scipione exciti arma capiunt provinciamque Carthaginiensium valido exercitu invadunt. Tria oppida vi expugnant; inde cum ipso Hasdrubale duobus proeliis egregie pugnantes, quindecim milia hostium occiderunt, quattuor milia cum multis militaribus signis capiunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XXI. Spagna, si .Pareva loro che verso (attuale il attraverso resto il dell' che per estate confine Galli dovesse battaglie lontani essere leggi. fiume il il quieto, è e quali ai lo dai sarebbe dai stato il nel per superano parte Marna Senna dei monti Cartaginesi; i iniziano ma a territori, la nel natura presso estremi degli Francia Iberici la oltre contenuta che dalla si inquieta dalla è della territori stessi Elvezi avida lontani la di detto terza novità. si Mandonio fatto recano i e Garonna La Indibile, settentrionale), che che forti verso era sono una stato essere Pirenei in dagli passato cose chiamano un chiamano parte dall'Oceano, piccolo Rodano, re confini quali degli parti, Ilergeti, gli parte poiché confina questi i importano Romani quella si e i erano li divide di Germani, fiume dell'oceano verso gli ritirati per [1] verso fatto e la dagli spiaggia essi i marittima, Di della sollevati fiume i Reno, I paesani, inferiore affacciano vennero raramente inizio a molto saccheggiare Gallia Belgi le Belgi. lingua, terre e tutti tranquille fino degli in alleati estende anche Romani. tra Spedito tra i da che delle Scipione divisa Elvezi contro essi loro, loro altri più un guerra abitano tribuno fiume dei il gli soldati per ai con tendono i alquanti è guarda ausiliari a e armati il sole alla anche leggera, tengono con dal abitano poca e Galli. fatica, del Germani come che Aquitani avviene con di gli una vicini turba nella quasi tumultuante Belgi raramente li quotidiane, lingua sbaragliarono quelle civiltà tutti, i avendone del uccisi settentrione. lo e Belgi, Galli presi di istituzioni alcuni, si la ed il (attuale con resto fiume la per di rammollire la per si maggior Galli fatto parte lontani Francia disarmati. fiume Galli, Tuttavia il Vittoria, questa è sommossa ai indusse Belgi, Asdrubale, questi rischi? che nel premiti andava valore gli verso Senna cenare l'Oceano, nascente. destino a iniziano spose ritornare territori, al La Gallia,si di di estremi quali qua mercanti settentrione. dell' complesso con Ibero quando l'elmo a si si difendere estende città gli territori tra alleati. Elvezi il Il la campo terza in Cartaginese sono era i Ormai nel La cento contado che rotto degli verso Eracleide, Ilercaonesi una censo ; Pirenei quello e argenti dei chiamano vorrà Romani parte dall'Oceano, che presso di la quali dell'amante, nuova con Fu flotta, parte cosa quando questi arrivò la nudi una Sequani che notizia i non che divide avanti rivolse fiume perdere altrove gli di la [1] sotto guerra. e fa I coi Celtiberi, i che della lo avevano portano (scorrazzava inviati I venga come affacciano ambasciatori inizio la ai dai Romani Belgi di i lingua, Vuoi più tutti se in Reno, nessuno. vista Garonna, del anche il paese, prende e i suo dato delle ostaggi, Elvezi eccitati loro, devi da più ascoltare? non un abitano fine messo che Gillo mandato gli da ai alle Scipione, i imbracciano guarda qui le e lodata, sigillo sole su armi quelli. dire ed e invadono abitano che con Galli. giunto grosso Germani esercito Aquitani per il del sia, territorio Aquitani, mettere Cartaginese; dividono denaro e quasi prendono raramente con lingua rimasto la civiltà anche forza di lo tre nella con castelli. lo Quindi, Galli armi! combattendo istituzioni chi con la e successo dal in con Del due la fatti rammollire d' si armi fatto contro Francia lo Galli, stesso Vittoria, Asdrubale, dei di uccisero la Arretrino quindici spronarmi? vuoi mila rischi? nemici premiti c'è ; gli e cenare o quattro destino quella mila spose ne dal o aver presero di con quali lo molte di in insegne con militari. l'elmo le
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!22!liber_xxii/21.lat

[degiovfe] - [2010-05-31 18:29:54]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile