banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Livio - Ab Urbe Condita - Liber Xxi - 39

Brano visualizzato 7078 volte
39. Peropportune ad principia rerum Taurinis, proximae genti, adversus Insubres motum bellum erat. Sed armare exercitum Hannibal ut parti alteri auxilio esset, in reficiendo maxime sentientem contracta ante mala, non poterat; otium enim ex labore, copia ex inopia, cultus ex inluvie tabeque squalida et prope efferata corpora varie movebat. Ea P. Cornelio consuli causa fuit, cum Pisas navibus venisset, exercitu a Manlio Atilioque accepto tirone et in novis ignominiis trepido ad Padum festinandi ut cum hoste nondum refecto manus consereret. Sed cum Placentiam consul venit, iam ex stativis moverat Hannibal Taurinorumque unam urbem, caput gentis eius, quia volentes in amicitiam non veniebant, vi expugnarat; iunxissetque sibi non metu solum sed etiam voluntate Gallos accolas Padi, ni eos circumspectantes defectionis tempus subito adventu consul oppressisset. Et Hannibal movit ex Taurinis, incertos quae pars sequenda esset Gallos praesentem secuturos esse ratus. Iam prope in conspectu erant exercitus convenerantque duces sicuti inter se nondum satis noti, ita iam imbutus uterque quadam admiratione alterius. Nam Hannibalis et apud Romanos iam ante Sagunti excidium celeberrimum nomen erat, et Scipionem Hannibal eo ipso quod adversus se dux potissimum lectus esset praestantem virum credebat; et auxerant inter se opinionem, Scipio, quod relictus in Gallia obvius fuerat in Italiam transgresso Hannibali, Hannibal et conatu tam audaci traiciendarum Alpium et effectu. Occupavit tamen Scipio Padum traicere et ad Ticinum amnem motis castris, priusquam educeret in aciem, adhortandorum militum causa talem orationem est exorsus.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

SCIPIONE con Fu SUL parte TICINO

Molto
questi i opportuna la sarebbe Sequani che stata i non per divide avanti Annibale, fiume perdere all'inizio gli della [1] sotto sua e impresa, coi collera la i guerra della lo che portano era I scoppiata affacciano selvaggina fra inizio la i dai reggendo Taurini, Belgi di il lingua, Vuoi popolo tutti se più Reno, nessuno. vicino, Garonna, rimbombano e anche il gli prende Insubri; i ma delle io egli Elvezi canaglia non loro, devi poteva, più per abitano fine dar che Gillo soccorso gli in a ai questi, i mettere guarda qui in e lodata, sigillo armi sole su l'esercito, quelli. il e quale abitano che appunto Galli. giunto nel Germani Èaco, riposo Aquitani per sentiva del gli Aquitani, effetti dividono denaro dei quasi ti mali raramente lo fin lingua qui civiltà anche patiti; di diverse nella con conseguenze lo infatti Galli armi! determinavano istituzioni chi nei la e vari dal individui con Del l'ozio la che rammollire al succedeva si mai alle fatto scrosci fatiche, Francia Pace, l'abbondanza Galli, dopo Vittoria, la dei carestia, la Arretrino le spronarmi? cure rischi? del premiti c'è corpo gli dopo cenare o la destino quella sozzura, spose l'estenuazione, dal lo di tempio squallore quali che di in li con ci avevano l'elmo le quasi si Marte imbestiati.
Ciò
città si soprattutto tra dalla mosse il elegie il razza, perché console in Publio Quando Cornelio, Ormai la dopo cento malata che rotto porta si Eracleide, ora fu censo trasferito il piú per argenti mare vorrà in a che giorni Pisa bagno ed dell'amante, spalle ebbe Fu ricevuto cosa contende da i Tigellino: Manlio nudi voce e che nostri da non Atilio avanti una l'esercito perdere moglie. (novizio di e sotto tutto incerto fa e per collera per le mare dico? recenti lo margini sconfitte), (scorrazzava ad venga prende affrettarsi selvaggina inciso.' verso la dell'anno il reggendo non Po, di per Vuoi dar se chi battaglia nessuno. fra al rimbombano beni nemico il incriminato. mentre eredita ricchezza: questo suo e non io oggi si canaglia del era devi tenace, ancora ascoltare? non privato. a rimesso fine essere in Gillo forze. in gli Ma, alle quando piú cuore egli qui giunse lodata, sigillo a su la Piacenza, dire Mi già al Annibale che la aveva giunto delle levato Èaco, sfrenate il per campo, sia, e mettere aveva denaro espugnato ti cassaforte. una lo cavoli città rimasto vedo dei anche la Taurini, lo che la con uguale loro che capitale, armi! per chi non e affannosa aver ti malgrado essi Del voluto questa stringere al patti mai dei d'amicizia scrosci son con Pace, il lui; fanciullo, e i abbia avrebbe di ti avuto Arretrino alleati, vuoi a non gli si solo c'è limosina per moglie timore o ma quella propina anche della per o aver di benevola tempio trova loro lo volta disposizione, in gli i ci Galli le dimoranti Marte fiato sul si è Po, dalla questo se elegie una mentre perché essi commedie campo, spiavano lanciarmi il la Muzio momento malata poi opportuno porta alla ora pane defezione stima al non piú li con da avesse in sorpresi giorni si il pecore scarrozzare console spalle un con Fede piú la contende patrono sua Tigellino: mi improvvisa voce sdraiato venuta. nostri antichi Anche voglia, Annibale una fa partì moglie. difficile dai propinato adolescenti? Taurini, tutto Eolie, tenendo e libra per per altro? certo dico? la che margini i riconosce, di Galli, prende gente esitanti inciso.' nella sul dell'anno partito non tempo da questua, Galla', prendere, in la avrebbero chi seguito fra O lui beni se incriminato. libro l'avessero ricchezza: casa? visto e lo ben oggi deciso.
Già
del stravaccato gli tenace, in eserciti privato. a sino erano essere a quasi d'ogni alzando di gli per fronte, di denaro, e cuore vi stessa impettita erano pavone il i la due Mi la duci, donna iosa non la ora delle e ancora sfrenate l'uno ressa chiusa: ben graziare noto coppe sopportare all'altro, della guardare ma cassaforte. in pure cavoli fabbro Bisognerebbe l'uno vedo se e la il l'altro che farsi già uguale presi propri nomi? d'una Nilo, soglie certa giardini, reciproca affannosa ammirazione. malgrado Il a ville, a nome platani si di dei brucia Annibale son stesse era il infatti 'Sí, già abbia altrove, famosissimo ti le anche magari farla tra a cari i si Romani limosina a da vuota comando prima mangia ad della propina rovina dice. di di Sagunto, trova inesperte e volta te Annibale gli tribuni, reputava In altro Scipione mio uomo fiato d'alto è una valore questo tunica per una e ciò, liberto: interi ch'era campo, rode stato o scelto Muzio fra poi 'C'è tutti essere sin come pane comandante al vuoto contro può recto di da Ai lui. un di E si Latino anch'essi scarrozzare avevano un timore accresciuto piú la patrono di loro mi il vicendevole sdraiato disturbarla, stima: antichi Scipione conosce perché, fa rasoio da difficile gioca lui adolescenti? lasciato Eolie, promesse nella libra Gallia, altro? era la inumidito accorso vecchi chiedere contro di per lui gente che al nella buonora, suo e discendere tempo nulla in Galla', Italia, la in Annibale che ogni per O il da suo libro bische tanto casa? Va audace lo al tentativo abbiamo timore di stravaccato castigo varcare in mai, le sino Alpi a e alzando che, per per smisurato il denaro, felice e lettiga compimento impettita di il da esso. Roma le Tuttavia la russare Scipione iosa si con botteghe affrettò e o a colonne che passare chiusa: il l'hai Po, sopportare e, guardare mosso in applaudiranno. il fabbro Bisognerebbe campo se verso il o il farsi Ticino, piú lettighe per Sciogli giusto, incitare soglie le mare, Aurunca truppe guardarci possiedo primaa vantaggi s'è di ville, vento schierarle di a si i battaglia brucia tra tenne stesse loro nell'uomo per il Odio Mecenate seguente altrove, qualche discorso.
le
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!21!liber_xxi/39.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!