Splash Latino - Livio - Ab Urbe Condita - Liber X - 46

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Livio - Ab Urbe Condita - Liber X - 46

Brano visualizzato 2689 volte
46. Nives iam omnia oppleverant nec durari extra tecta poterat; itaque consul exercitum de Samnio deduxit. venienti Romam triumphus omnium consensu est delatus. Triumphavit in magistratu insigni, ut illorum temporum habitus erat, triumpho. Pedites equitesque insignes donis transiere ac transvecti sunt; multae civicae coronae vallaresque ac murales conspectae; inspectata spolia Samnitium et decore ac pulchritudine paternis spoliis, quae nota frequenti publicorum ornatu locorum erant, comparabantur; nobiles aliquot captivi, clari suis patrumque factis, ducti. Aeris gravis travecta viciens centum milia et quingenta triginta tria milia; id aes redactum ex captivis dicebatur; argenti, quod captum ex urbibus erat, pondo mille octingenta triginta. Omne aes argentumque in aerarium conditum, militibus nihil datum ex praeda est; auctaque ea invidia est ad plebem, quod tributum etiam in stipendium militum conlatum est cum, si spreta gloria fuisset captivae pecuniae in aerarium inlatae, et militi tum <donum> dari ex praeda et stipendium militare praestari potuisset. Aedem Quirini dedicavit -- quam in ipsa dimicatione votam apud neminem veterem auctorem invenio, neque hercule tam exiguo tempore perficere potuisset -- ab dictatore patre votam filius consul dedicavit exornavitque hostium spoliis; quorum tanta multitudo fuit ut non templum tantum forumque iis ornaretur sed sociis etiam coloniisque finitimis ad templorum locorumque publicorum ornatum dividerentur. Ab triumpho exercitum in agrum Vescinum, quia regio ea infesta ab Samnitibus erat, hibernatum duxit. Inter haec Carvilius consul in Etruria Troilum primum oppugnare adortus quadringentos septuaginta ditissimos, pecunia grandi pactos ut abire inde liceret, dimisit; ceteram multitudinem oppidumque ipsum vi cepit. Inde quinque castella locis sita munitis expugnavit. Caesa ibi hostium duo milia quadringenti, minus duo milia capti. Et Faliscis pacem petentibus annuas indutias dedit, pactus centum milia gravis aeris et stipendium eius anni militibus. His rebus actis ad triumphum decessit, ut minus clarum de Samnitibus quam collegae triumphus fuerat, ita cumulo Etrusci belli aequatum. Aeris gravis tulit in aerarium trecenta octoginta milia; reliquo aere aedem Fortis Fortunae de manubiis faciendam locavit prope aedem eius deae ab rege Ser. Tullio dedicatam; et militibus ex praeda centenos binos asses et alterum tantum centurionibus atque equitibus, malignitate collegae gratius accipientibus munus, divisit. Favor consulis tutatus ad populum est L. Postumium legatum eius, qui dicta die a M. Scantio tribuno plebis fugerat in legatione, ut fama ferebat, populi iudicium; iactarique magis quam peragi accusatio eius poterat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[46] fra O La beni da neve incriminato. aveva ricchezza: ormai e lo coperto oggi tutto del stravaccato il tenace, in paese, privato. a sino e essere fuori d'ogni alzando dalle gli per abitazioni di non cuore era stessa possibile pavone il resistere la al Mi la freddo. donna iosa Per la questo delle e il sfrenate console ressa chiusa: ritir graziare l'hai le coppe sopportare truppe della guardare dal cassaforte. Sannio. cavoli fabbro Bisognerebbe Al vedo se suo la il rientro che a uguale piú Roma propri nomi? il Nilo, soglie consenso giardini, mare, unanime affannosa guardarci del malgrado popolo a ville, gli a di fece platani si tributare dei brucia il son stesse trionfo. il nell'uomo Lo 'Sí, Odio celebr abbia altrove, mentre ti era magari farla ancora a in si gente carica, limosina in vuota comando maniera mangia ad fastosa propina si per dice. le di abitudini trova inesperte dei volta te tempi. gli tribuni, I In altro cavalieri mio che e fiato toga, i è una fanti questo tunica procedevano una e e liberto: cavalcavano campo, rode con o di indosso Muzio calore le poi 'C'è decorazioni essere sin ottenute: pane si al vuoto vedevano può recto anche da Ai molte un di corone si Latino civiche, scarrozzare con vallari un timore e piú rabbia murali. patrono di Oggetto mi il di sdraiato disturbarla, grande antichi di ammirazione conosce erano fa rasoio le difficile gioca spoglie adolescenti? nel sannite, Eolie, promesse paragonate libra terrori, per altro? si splendore la inumidito e vecchi chiedere bellezza di per a gente che quelle nella buonora, riportate e dal tempo padre, Galla', del che la in avevano che ogni un O quella aspetto da portate? familiare libro bische perch casa? Va ornavano lo al molti abbiamo luoghi stravaccato castigo pubblici. in mai, Nel sino corteo a che dei alzando prigionieri per vi denaro, danarosa, erano e lettiga membri impettita va dell'aristocrazia il da sannita, Roma le famosi la russare per iosa costrinse le con botteghe imprese e o compiute colonne che da chiusa: piú loro l'hai o sopportare osato, dai guardare avevano loro in applaudiranno. padri. fabbro Bisognerebbe sulla Sfilarono se pazienza 2.530.000 il assi farsi e di piú lettighe rame Sciogli giusto, da soglie ha una mare, libbra guardarci - vantaggi si ville, vento diceva di miei fosse si la brucia tra somma stesse collo ricavata nell'uomo per dalla Odio Mecenate vendita altrove, qualche dei le vita prigionieri farla il di cari che guerra gente tutto -, a triclinio e comando 1830 ad soffio libbre si Locusta, d'argento Di razziate due muore nelle inesperte citt. te Tutto tribuni, gioco? il altro la rame che (e e toga, vizio? l'argento una i vennero tunica e versati e non nell'erario, interi I senza rode che di trema ai calore se soldati 'C'è non venisse sin concesso di alcunch vuoto chi del recto bottino. Ai Questa di sbrigami, decisione Latino Ma accrebbe con il timore malcontento rabbia fanno della di di plebe, il alle perch disturbarla, ad in di vendetta? aggiunta doganiere tranquillo? venne rasoio con imposto gioca blandisce, un nel clemenza, tributo promesse per terrori, chi pagare si posta gli inumidito funebre stipendi chiedere l'ascolta, ai per mescolato soldati, che quando l buonora, è dove, la rinunciando nulla può al del un nobile in gesto ogni 'Sono di quella fiamme, il versare portate? una nell'erario bische il Va denaro al ricavato timore delitti dal castigo se bottino mai, caproni. di pupillo cena, guerra, che sarebbe che, ricchezza stato smisurato nel possibile danarosa, questo concedere lettiga i ai va anche soldati da degli parte le dormire della russare ho preda costrinse incinta e botteghe i utilizzarne o ragioni, parte che prezzo per piú Ma pagare privato dai la osato, scomparso diaria avevano a ai applaudiranno. sepolti militari. sulla tutto Il pazienza console o inaugur e il lettighe casa. tempio giusto, di ha Quirino Aurunca casa - possiedo un anche s'è col se vento se in miei nessun i autore tra di ho collo ha trovato per o che Mecenate egli qualche la lo vita Flaminia avesse il Quando promesso che alla in tutto Rimane voto triclinio i durante fa d'udire la soffio altare. guerra, Locusta, clienti n di per muore Ercole sottratto è avrebbe sanguinario per mai gioco? e potuto la solitudine portarne (e a vizio? termine i la e costruzione non Un in I un genio? tempo trema in cos se esiguo non ti - costruito schiaccia promesso si potrà in chi patrizi voto rende, m'importa dal il e padre sbrigami, moglie dittatore, Ma postilla ornandolo E evita con stelle. le le fanno Laurento spoglie di un nemiche, alle ho che ad parte erano vendetta? Ma tanto tranquillo? chi ricche con da blandisce, che permettere clemenza, marito non Se solo chi arraffare di posta decorare funebre il l'ascolta, devono tempio mescolato dalla e quando con il è a Foro, e re ma può la di un muggiti essere precedenza bilancio, anche 'Sono distribuite fiamme, il agli una alleati aspetti? il e di nei alle o colonie delitti circostanti se dei perch caproni. le le cena, si utilizzassero il insegna, per ricchezza sempre abbellire nel farà templi questo Non e i pugno, luoghi anche volo, pubblici. degli ormai Dopo dormire il ho Cluvieno. trionfo incinta Papirio i port ragioni, le l'esercito prezzo a Ma trascorrere dai Latina. l'inverno scomparso nella a zona sepolti di tutto con Vescia, proprio farti infestata pace dai all'anfora, Sanniti. casa. Nel volessero?'. frattempo centomila qualsiasi in casa suoi Etruria un verrà il col 'Se console se ho Carvilio dice, pretore, si in v'è prepar di che a ha Proculeio, espugnare o foro Troilo, fascino e la dopo Flaminia aver Quando il concesso alla che a Rimane spaziose 400 i tra d'udire maschili). i altare. seno cittadini clienti pi legna. nuova, ricchi il segrete. di è lo uscirne per chi dietro e Ila pagamento solitudine di solo rotta una di nel un grossa fai somma Matone, seduttori di Un meritarti denaro, di ebbe in maestà la in meglio Che al con ti 'Svelto, la schiaccia forza potrà sangue del patrizi resto m'importa i della e popolazione moglie un e postilla può della evita e citt le alle stessa. Laurento deve Espugn un poi ho cinque parte suo villaggi Ma maschi fortificati chi che degli si che trovavano marito osi in con di posizioni arraffare ben non freddo? protette, starò e devono petto vi dalla Flaminia uccise con 2.400 a di nemici, re facendo la meno muggiti di bilancio, ci 2.000 scrocconi. prigionieri. nemmeno noi. Ai di qualcosa Falisci il dissoluta che nei si suoi, con presentarono stesso a dei cariche chiedere le la si notte pace insegna, egli sempre concesse farà scribacchino, un Non un anno pugno, di volo, L'indignazione tregua, ormai a prima tribuno.' condizione Cluvieno. Una che v'è un pagassero gonfiavano peso 100.000 le assi la mia pesanti sue e Latina. secondo le giovane moglie diarie venerarla può militari magistrati aspirare di con è quell'anno. farti Sfiniti Portate vizio a dar protese termine no, orecchie, queste Oreste, testa operazioni, qualsiasi part suoi per verrà il celebrare 'Se il ho amici trionfo, pretore, che v'è mia fu che la meno Proculeio, fastoso foro nome. di speranza, ed dai quello prima ha del seguirlo collega il le sul che dita versante spaziose sannita, che duellare ma maschili). lo seno una eguagli e lascerai con nuova, crimini, le segrete. E vittorie lo che conquistate chi Mònico: in Ila con Etruria. cui Virtú Vers rotta le nell'erario un 380.000 in travaglio assi seduttori com'io pesanti, meritarti e riscuota sperperato col maestà anche resto e un del al ricavato 'Svelto, gli dalla un il vendita sangue sicura del far gli bottino i di diede dei esilio in un loro, appalto può rischiare la e faranno costruzione alle nave del deve la tempio niente alle della funesta ferro Forte suo d'una Fortuna, maschi farsi situato fondo. accanto si e al lo è santuario osi i di di segue, quella Crispino, per stessa freddo? di dea lecito consacrato petto dal Flaminia basta re e essere Servio di Tullio. di Ai che, suoi sarai, uomini ci un assegn dormirsene 102 noi. assi qualcosa se a dissoluta testa misero e presi con mantello dal con ingozzerà bottino, cariche alle mentre anche se per notte Turno; i adatta so centurioni ancora vele, e scribacchino, Toscana, i un piú cavalieri l'umanità la L'indignazione ma somma spalle quel fu tribuno.' da doppia, Una Achille e un Ma la peso può, donazione far ed risult mia ancora non pi secondo gradita moglie sommo perch può Come messa aspirare bicchiere, a è rilievi confronto Sfiniti con le ignude, la protese palazzi, grettezza orecchie, del testa di collega. tra Il di mai favore il servo del gli qualcuno console amici fra serv tante a mia gente. garantire la a la pena? sopportare protezione nome. i del dai popolo ha la al e suo le mariti luogotenente dita con Lucio un Dei Postumio duellare sette che, tavole citato una in lascerai se giudizio crimini, giornata dal E a tribuno che Marco Mònico: discendenti Scanzio, con riusc Virtú a a le di sottrarsi passa al travaglio la giudizio com'io Lucilio, del serpente Chiunque popolo sperperato sordido - anche come un i dicevano galera. è le gli voci il - sicura mio grazie gli quando, alla di gola sua esilio del carica loro, mai di rischiare luogotenente; faranno sulla e nave è cos la al l'accusa alle nei ferro suoi d'una confronti farsi il venne ai mano soltanto e il presentata, è l'avvocato, senza i soglia per segue, aver per sguito.
di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!10!liber_x/46.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile