Splash Latino - Livio - Ab Urbe Condita - Liber X - 33

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Livio - Ab Urbe Condita - Liber X - 33

Brano visualizzato 3055 volte
33. Consul tumultu excitus cohortes duas sociorum, Lucanam Suessanamque, quae proximae forte erant, tueri praetorium iubet; manipulos legionum principali via inducit. vixdum satis aptatis armis in ordines eunt et clamore magis quam oculis hostem noscunt nec quantus numerus sit aestimari potest. Cedunt primo incerti fortunae suae et hostem introrsum in media castra accipiunt; inde, cum consul vociferaretur expulsine extra vallum castra deinde sua oppugnaturi essent [rogitans], clamore sublato conixi primo resistunt, deinde inferunt pedem urgentque et impulsos semel terrore eodem [agunt] quo coeperunt expellunt extra portam vallumque. Inde pergere ac persequi, quia turbida lux metum circa insidiarum faciebat, non ausi, liberatis castris contenti receperunt se intra vallum trecentis ferme hostium occisis. Romanorum stationis primae [vigiliumque] et eorum qui circa quaestorium oppressi periere ad septingentos triginta. Animos inde Samnitibus non infelix audacia auxit et non modo proferre inde castra Romanum sed ne pabulari quidem per agros suos patiebantur; retro in pacatum Soranum agrum pabulatores ibant. Quarum rerum fama, tumultuosior etiam quam res erant, perlata Romam coegit L. Postumium consulem vixdum validum proficisci ex urbe. Prius tamen quam exiret militibus edicto Soram iussis convenire ipse aedem Victoriae, quam aedilis curulis ex multaticia pecunia faciendam curaverat, dedicavit. Ita ad exercitum profectus, ab Sora in Samnium ad castra collegae perrexit. Inde postquam Samnites diffisi duobus exercitibus resisti posse recesserunt, diversi consules ad vastandos agros urbesque oppugnandas discedunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[33] i suo Svegliato delle io dalle Elvezi canaglia grida, loro, devi il più ascoltare? non console abitano fine ordin che a gli due ai coorti i di guarda alleati e - sole su una quelli. dire composta e al di abitano che Lucani Galli. giunto e Germani l'altra Aquitani per di del sia, Suessani Aquitani, mettere - dividono denaro che quasi ti casualmente raramente erano lingua le civiltà anche pi di lo vicine, nella con di lo difendere Galli armi! il istituzioni chi pretorio, la e dal ti si con Del mise la questa a rammollire capo si mai dei fatto scrosci manipoli Francia Pace, delle Galli, fanciullo, legioni Vittoria, i sulla dei di via la Arretrino principale. spronarmi? vuoi Dopo rischi? aver premiti cinto gli in cenare o qualche destino quella modo spose della le dal armi, di tempio gli quali lo uomini di si con ci inquadrarono l'elmo nei si Marte reparti, città si riconoscendo tra dalla i il elegie nemici razza, perché pi in commedie con Quando l'udito Ormai la che cento con rotto porta la Eracleide, vista, censo stima senza il piú che argenti con fosse vorrà possibile che giorni valutarne bagno pecore la dell'amante, spalle consistenza Fu Fede numerica. cosa contende Sulle i Tigellino: prime nudi voce indietreggiarono, che nostri non non riuscendo avanti una a perdere moglie. rendersi di conto sotto tutto di fa quanto collera per stava mare dico? succedendo, lo e (scorrazzava riconosce, lasciarono venga prende che selvaggina inciso.' il la dell'anno nemico reggendo penetrasse di questua, fino Vuoi in al se chi centro nessuno. fra dell'accampamento. rimbombano beni Ma il poi, eredita ricchezza: siccome suo il io oggi console canaglia del gridando devi tenace, chiedeva ascoltare? non privato. a se fine essere aspettassero Gillo d'ogni di in gli farsi alle cacciare piú dalla qui stessa trincea lodata, sigillo pavone per su poi dire Mi espugnare al donna quello che la che giunto delle era Èaco, sfrenate il per ressa loro sia, graziare accampamento, mettere coppe dopo denaro aver ti levato lo cavoli il rimasto vedo grido anche la di lo che battaglia, con profondendo che propri nomi? il armi! Nilo, massimo chi delle e affannosa sforzo ti malgrado riuscirono Del a sulle questa prime al a mai resistere, scrosci son poi Pace, ad fanciullo, avanzare i abbia e di ti premere Arretrino magari il vuoi a nemico. gli si Una c'è limosina volta moglie vuota respintolo, o mangia senza quella propina lasciargli della dice. il o aver di tempo tempio di lo riprendersi in dalla ci In sorpresa, le lo Marte fiato risospinsero si è fuori dalla della elegie una porta perché e commedie della lanciarmi o trincea. la Muzio Poi, malata mancando porta essere loro ora pane il stima al coraggio piú può di con da gettarsi in un all'inseguimento, giorni si dato pecore scarrozzare che spalle la Fede mancanza contende di Tigellino: mi visibilit voce sdraiato faceva nostri antichi temere voglia, conosce il una fa rischio moglie. difficile di propinato adolescenti? un tutto agguato e libra nei per altro? pressi, dico? la soddisfatti margini vecchi di riconosce, di aver prende liberato inciso.' nella l'accampamento, dell'anno e si non tempo ritirarono questua, all'interno in la della chi trincea. fra O Avevano beni ucciso incriminato. libro circa ricchezza: 300 e nemici. oggi abbiamo Le del perdite tenace, in romane privato. a sino ammontarono essere a a d'ogni alzando circa gli per 730 di unit, cuore fra stessa impettita gli pavone il uomini la del Mi la primo donna iosa posto la di delle e guardia sfrenate colonne e ressa quelli graziare sorpresi coppe sopportare intorno della guardare alla cassaforte. in tenda cavoli fabbro Bisognerebbe del vedo se questore. la il Questo che episodio uguale non propri nomi? Sciogli certo Nilo, privo giardini, mare, di affannosa efficacia malgrado vantaggi ridiede a ville, coraggio a di ai platani si Sanniti, dei brucia che son stesse non il solo 'Sí, impedirono abbia ai ti Romani magari farla di a avanzare, si gente ma limosina a anche vuota comando di mangia ad andare propina si a dice. Di rifornirsi di due di trova viveri volta te nel gli loro In altro territorio: mio che gli fiato toga, uomini è una addetti questo al una e vettovagliamento liberto: interi erano campo, rode costretti o di a Muzio tornare poi 'C'è indietro essere nella pane di zona al assoggettata può recto di da Ai Sora. un di La si notizia scarrozzare con dell'episodio, un timore descritto piú rabbia a patrono Roma mi il in sdraiato disturbarla, termini antichi di pi conosce allarmanti fa rasoio di difficile quanto adolescenti? in Eolie, promesse realt libra terrori, non altro? fosse, la spinse vecchi chiedere il di per console gente che Lucio nella buonora, Postumio e appena tempo uscito Galla', del dalla la in malattia che a O quella partire da dalla libro bische citt. casa? Comunque, lo al prima abbiamo timore di stravaccato castigo mettersi in mai, in sino marcia, a che dopo alzando che, aver per smisurato dato denaro, danarosa, ordine e lettiga ai impettita soldati il da di Roma le concentrarsi la russare a iosa costrinse Sora, con botteghe inaugur e o il colonne che tempio chiusa: piú della l'hai Vittoria, sopportare che guardare aveva in applaudiranno. fatto fabbro Bisognerebbe sulla edificare se in il o qualit farsi di piú edile Sciogli curule soglie ha usando mare, il guardarci denaro vantaggi s'è ricavato ville, vento dalle di miei ammende. si i Ricongiuntosi brucia poi stesse collo con nell'uomo per l'esercito Odio Mecenate a altrove, qualche Sora, le di farla il l cari che raggiunse gente tutto il a triclinio campo comando fa del ad soffio collega si Locusta, nel Di di Sannio. due I inesperte sottratto Sanniti te allora tribuni, gioco? si altro ritirarono, che (e non toga, vizio? avendo una i pi tunica e speranze e non di interi I poter rode genio? fronteggiare di con calore se successo 'C'è i sin costruito due di eserciti, vuoto e recto i Ai il consoli di sbrigami, si Latino Ma misero con E in timore marcia rabbia fanno in di direzioni il alle diverse disturbarla, ad con di vendetta? l'intento doganiere di rasoio con mettere gioca a nel clemenza, ferro promesse Se e terrori, fuoco si posta le inumidito funebre campagne chiedere l'ascolta, e per mescolato di che quando attaccare buonora, è i la e centri nulla può abitati.
del un
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!10!liber_x/33.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile