Splash Latino - Livio - Ab Urbe Condita - Liber X - 30

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Livio - Ab Urbe Condita - Liber X - 30

Brano visualizzato 2443 volte
30. Et in Etruria per eosdem dies ab Cn. Fulvio propraetore res ex sententia gesta et praeter ingentem inlatam populationibus agrorum hosti cladem pugnatum etiam egregie est Perusinorumque et Clusinorum caesa amplius milia tria et signa militaria ad viginti capta. Samnitium agmen cum per Paelignum agrum fugeret, circumventum a Paelignis est; ex milibus quinque ad mille caesi. Magna eius diei, quo in Sentinati agro bellatum, fama est etiam vero stanti; sed superiecere quidam augendo fidem, qui in hostium exercitu peditum sexiens centena milia, equitum sex et quadraginta milia, mille carpentorum scripsere fuisse, scilicet cum Umbris Tuscisque, quos et ipsos pugnae adfuisse; et ut Romanorum quoque augerent copias, L. Volumnium pro consule ducem consulibus exercitumque eius legionibus consulum adiciunt. In pluribus annalibus duorum ea consulum propria victoria est, Volumnius in Samnio interim res gerit Samnitiumque exercitum in Tifernum montem compulsum, non deterritus iniquitate loci, fundit fugatque. Q. Fabius Deciano exercitu relicto in Etruriae praesidio, suis legionibus deductis ad urbem de Gallis Etruscisque ac Samnitibus triumphavit. Milites triumphantem secuti sunt. Celebrata inconditis militaribus non magis victoria Q. Fabi quam mors praeclara P. Deci est excitataque memoria parentis, aequata eventu publico privatoque, filii laudibus. Data ex praeda militibus aeris octogeni bini sagaque et tunicae, praemia illa tempestate militiae haudquaquam spernenda.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[30] settentrione. lo In Belgi, quegli di istituzioni stessi si la giorni, dal anche (attuale con in fiume la Etruria di rammollire il per si propretore Galli fatto Gneo lontani Francia Fabio fiume Galli, condusse il Vittoria, la è dei campagna ai attenendosi Belgi, ai questi piani nel premiti convenuti, valore gli e Senna cenare oltre nascente. a iniziano spose danneggiare territori, il La Gallia,si di nemico estremi devastandone mercanti settentrione. le complesso campagne, quando l'elmo combatt si pure estende città con territori successo, Elvezi uccidendo la razza, pi terza di sono Quando 3.000 i Ormai Perugini La cento e che rotto abitanti verso Eracleide, di una censo Chiusi Pirenei e e argenti catturando chiamano vorrà circa parte dall'Oceano, che venti di bagno insegne quali dell'amante, militari. con Mentre parte cosa erano questi i in la nudi fuga Sequani che attraverso i non il divide avanti territorio fiume dei gli di Peligni, [1] sotto le e fa truppe coi collera sannite i mare furono della lo circondate portano (scorrazzava dai I Peligni affacciano selvaggina stessi, inizio e dai reggendo dei Belgi di 5.000 lingua, Vuoi originari tutti ne Reno, nessuno. vennero Garonna, rimbombano uccisi anche grosso prende eredita modo i suo 1.000. delle io Anche Elvezi canaglia per loro, devi chi più non abitano fine si che discosta gli in dalla ai alle realt i dei guarda qui fatti, e la sole su gloria quelli. dire di e al quella abitano giornata Galli. in Germani Èaco, cui Aquitani per ebbe del luogo Aquitani, mettere lo dividono scontro quasi ti di raramente Sentino lingua civiltà anche grandissima. di lo Ma nella con alcuni lo che autori, Galli armi! a istituzioni chi forza la e di dal ti esagerazioni, con Del hanno la questa superato rammollire al i si mai limiti fatto scrosci del Francia Pace, credibile, Galli, arrivando Vittoria, i a dei scrivere la che spronarmi? tra rischi? le premiti c'è file gli moglie nemiche cenare vi destino quella erano spose 330.000 dal o aver fanti, di tempio 46.000 quali lo cavalieri di in e con 1.000 l'elmo le carri si Marte (ivi città inclusi tra dalla Umbri il elegie ed razza, perché Etruschi, in commedie che Quando lanciarmi a Ormai la loro cento malata detta rotto avrebbero Eracleide, ora preso censo parte il piú anch'essi argenti con alla vorrà in battaglia). che Per bagno pecore poi dell'amante, spalle aumentare Fu pure cosa contende le i Tigellino: forze nudi voce romane, che nostri ai non consoli avanti una associano perdere come di propinato comandante sotto il fa e proconsole collera per Lucio mare dico? Volumnio, lo margini unendo (scorrazzava alle venga prende legioni selvaggina consolari la l'esercito reggendo di di questua, quest'ultimo. Vuoi in Nella se chi maggior nessuno. fra parte rimbombano degli il incriminato. annali, eredita per, suo e la io oggi vittoria canaglia del viene devi tenace, attribuita ascoltare? non privato. a soltanto fine essere ai Gillo d'ogni due in gli consoli: alle nel piú cuore frattempo qui Volumnio lodata, sigillo pavone era su la occupato dire nella al donna spedizione che la nel giunto Sannio Èaco, sfrenate e, per dopo sia, graziare aver mettere coppe costretto denaro della l'esercito ti sannita lo a rimasto vedo riparare anche sul lo che monte con uguale Tiferno, che lo armi! Nilo, travolgeva chi giardini, costringendolo e affannosa alla ti malgrado fuga, Del a senza questa lasciarsi al platani mettere mai dei in scrosci soggezione Pace, dalla fanciullo, 'Sí, natura i abbia impervia di ti del Arretrino terreno. vuoi Quinto gli si Fabio, c'è limosina lasciato moglie vuota a o Decio quella il della dice. cmpito o aver di di tempio trova presidiare lo l'Etruria in gli col ci proprio le mio esercito, Marte fiato riport si è a dalla questo Roma elegie una le perché liberto: sue commedie legioni lanciarmi o e la Muzio ottenne malata il porta essere trionfo ora su stima al Galli, piú può Etruschi con e in Sanniti. giorni si I pecore scarrozzare soldati spalle un lo Fede seguivano contende patrono nella Tigellino: mi sfilata, voce sdraiato e nostri antichi nei voglia, rozzi una fa canti moglie. difficile militari propinato adolescenti? la tutto Eolie, valorosa e libra morte per altro? di dico? la Decio margini vecchi venne riconosce, di celebrata prende non inciso.' nella meno dell'anno della non vittoria questua, di in Fabio, chi che e fra O tra beni le incriminato. libro lodi ricchezza: casa? rivolte e al oggi figlio del venne tenace, in richiamata privato. a sino la essere a memoria d'ogni alzando del gli per padre, di il cuore e cui stessa impettita sacrificio pavone il e la Roma i Mi la cui donna iosa successi la in delle e campo sfrenate colonne pubblico ressa erano graziare stati coppe sopportare adesso della guardare eguagliati. cassaforte. in Dal cavoli fabbro Bisognerebbe bottino vedo se raccolto la il in che farsi guerra uguale piú ogni propri nomi? soldato Nilo, soglie ricevette giardini, mare, ottantadue affannosa assi malgrado vantaggi di a ville, rame, a di un platani si mantello dei brucia e son una il tunica, 'Sí, Odio che abbia in ti quel magari farla tempo a erano si riconoscimenti limosina a militari vuota non mangia certo propina si disprezzabili.
dice. Di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!10!liber_x/30.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile