Splash Latino - Livio - Ab Urbe Condita - Liber Vii - 5

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Livio - Ab Urbe Condita - Liber Vii - 5

Brano visualizzato 4223 volte
5. Omnium potius his criminationibus quam ipsius iuvenis inritatus est animus; quin contra se quoque parenti causam invidiae atque criminum esse aegre passus, ut omnes di hominesque scirent se parenti opem latam quam inimicis eius malle, capit consilium rudis quidem atque agrestis animi et quamquam non civilis exempli, tamen pietate laudabile. Inscientibus cunctis cultro succinctus mane in urbem atque a porta domum confestim ad M. Pomponium tribunum pergit; ianitori opus esse sibi domino eius convento extemplo ait; nuntiaret T. Manlium L. Filium esse. Mox introductus -- etenim percitum ira in patrem spes erat aut criminis aliquid novi aut consilii ad rem agendam deferre -- salute accepta redditaque esse ait quae cum eo agere arbitris remotis velit. Procul inde omnibus abire iussis cultrum stringit et super lectum stans ferro intento, nisi in quae ipse concepisset verba iuraret se patris eius accusandi causa concilium plebis nunquam habiturum, se eum extemplo transfixurum minatur. Pavidus tribunus, quippe qui ferrum ante oculos micare, se solum inermem, illum praevalidum iuvenem et, quod haud minus timendum erat, stolide ferocem viribus suis cerneret, adiurat in quae adactus est verba; et prae se deinde tulit ea vi subactum se incepto destitisse. Nec, perinde ut maluisset plebes sibi suffragii ferendi de tam crudeli et superbo reo potestatem fieri, ita aegre habuit filium id pro parente ausum; eoque id laudabilius erat quod animum eius tanta acerbitas patria nihil a pietate avertisset. Itaque non patri modo remissa causae dictio est sed ipsi etiam adulescenti ea res honori fuit et, cum eo anno primum placuisset tribunos militum ad legiones suffragio fieri -- nam antea, sicut nunc quos Rufulos vocant, imperatores ipsi faciebant --, secundum in sex locis tenuit nullis domi militiaeque ad conciliandam gratiam meritis ut qui rure et procul coetu hominum iuventam egisset.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[5] rimbombano beni Queste il incriminato. accuse eredita ricchezza: suscitarono suo e l'indignazione io di canaglia del tutti, devi tenace, salvo ascoltare? non privato. a che fine del Gillo d'ogni giovane in gli stesso, alle di il piú quale qui invece lodata, sigillo pavone soffriva su la al dire pensiero al donna di che la essere giunto causa Èaco, sfrenate di per ressa ulteriore sia, graziare risentimento mettere coppe e denaro accuse ti cassaforte. nei lo cavoli confronti rimasto del anche la padre. lo che E con uguale perch che propri nomi? tutti armi! Nilo, in chi cielo e affannosa e ti malgrado in Del a terra questa a sapessero al che mai dei egli scrosci son aveva Pace, il preferito fanciullo, 'Sí, aiutare i abbia il di ti padre Arretrino magari piuttosto vuoi a che gli si i c'è limosina nemici moglie del o mangia padre, quella organizz della dice. un o aver di piano tempio che, lo volta pur in gli frutto ci di le mio un'indole Marte fiato rozza si è e dalla questo selvaggia elegie e perché liberto: ben commedie lontano lanciarmi o dal la risultare malata poi un porta essere esempio ora pane di stima al condotta piú può civica, con da era in un tuttavia giorni elogiabile pecore scarrozzare per spalle l'attaccamento Fede dimostrato contende patrono al Tigellino: padre. voce Senza nostri antichi che voglia, conosce nessuno una lo moglie. difficile sapesse, propinato adolescenti? alle tutto Eolie, prime e libra luci per altro? del dico? la giorno margini vecchi venne riconosce, di in prende citt inciso.' armato dell'anno e di non coltello questua, e in la dalla chi porta fra raggiunse beni in incriminato. libro un ricchezza: attimo e lo la oggi casa del stravaccato del tenace, tribuno privato. a sino Marco essere a Pomponio. d'ogni alzando Al gli per portinaio di disse cuore di stessa impettita dover pavone il vedere la Roma immediatamente Mi il donna iosa suo la con padrone delle e sfrenate colonne lo ressa chiusa: preg graziare l'hai di coppe sopportare riferire della guardare che cassaforte. si cavoli fabbro Bisognerebbe trattava vedo se di la Tito che farsi Manlio, uguale piú il propri nomi? Sciogli figlio Nilo, soglie di giardini, mare, Lucio. affannosa guardarci Fatto malgrado entrare a ville, senza a di esitazione platani si - dei Marco son stesse sperava il nell'uomo che 'Sí, a abbia spingerlo ti le fosse magari farla la a cari rabbia si nei limosina a confronti vuota comando del mangia ad padre propina o dice. Di che di fosse trova inesperte venuto volta a gli tribuni, riferire In qualche mio che nuova fiato toga, accusa è una o questo tunica a una suggerire liberto: interi un campo, rode piano o -, Muzio calore dopo poi 'C'è un essere sin reciproco pane di scambio al di può recto saluti, da il un giovane si Latino disse scarrozzare con che un timore c'erano piú degli patrono argomenti mi il di sdraiato cui antichi voleva conosce doganiere discutere fa rasoio con difficile gioca lui adolescenti? nel lontano Eolie, da libra terrori, occhi altro? si indiscreti. la Dopo vecchi chiedere che di a gente che tutti nella buonora, i e la presenti tempo nulla venne Galla', del ordinato la in di che ogni allontanarsi O dalla da stanza, libro afferr casa? Va il lo al coltello abbiamo timore e, stravaccato castigo fermo in in sino pupillo piedi a che sopra alzando il per letto denaro, danarosa, del e tribuno impettita va con il da in Roma le mano la l'arma iosa costrinse pronta con botteghe a e colpire, colonne minacci chiusa: di l'hai pugnalarlo sopportare osato, l guardare avevano sul in applaudiranno. momento, fabbro Bisognerebbe sulla se se pazienza Pomponio il o non farsi e avesse piú lettighe giurato, Sciogli giusto, nei soglie ha termini mare, che guardarci possiedo egli vantaggi stesso ville, vento avrebbe di miei imposto, si i di brucia non stesse aver nell'uomo per alcuna Odio Mecenate intenzione altrove, di le vita convocare farla un'assemblea cari popolare gente tutto per a triclinio mettere comando fa suo ad padre si sotto Di accusa. due muore Il inesperte sottratto tribuno, te sanguinario in tribuni, preda altro al che panico, toga, vizio? vedendo una i il tunica bagliore e non della interi lama rode genio? davanti di agli calore occhi 'C'è non e sin costruito rendendosi di si conto vuoto di recto essere Ai da di solo Latino Ma e con E disarmato timore di rabbia fanno fronte di di a il alle un disturbarla, ad giovane di nel doganiere tranquillo? pieno rasoio con delle gioca blandisce, forze nel clemenza, e promesse Se - terrori, cosa si posta questa inumidito funebre non chiedere meno per mescolato preoccupante che - buonora, è brutalmente la imbaldanzito nulla dalla del consapevolezza in della ogni propria quella fiamme, il forza, portate? giur bische aspetti? secondo Va di la al formula timore delitti che castigo gli mai, caproni. era pupillo stata che il dettata. che, ricchezza In smisurato nel sguito danarosa, questo dichiar lettiga i pubblicamente va anche di da degli essere le dormire stato russare costretto costrinse incinta da botteghe quell'atto o di che forza piú Ma ad privato dai abbandonare osato, scomparso l'azione avevano intrapresa. applaudiranno. sepolti La sulla plebe pazienza avrebbe o preferito e all'anfora, che lettighe casa. le giusto, volessero?'. fosse ha concessa Aurunca l'opportunit possiedo un di s'è col esprimere vento se il miei dice, proprio i in voto tra di circa collo un per o imputato Mecenate tanto qualche la crudele vita Flaminia e il arrogante. che Tuttavia tutto Rimane non triclinio i disapprov fa d'udire che soffio un Locusta, figlio di legna. avesse muore osato sottratto è quel sanguinario per gesto gioco? e in la solitudine difesa (e solo del vizio? padre. i fai Gesto e tanto non Un pi I di degno genio? di trema in elogi se Che per non ti il costruito schiaccia fatto si che chi la rende, severit il e esagerata sbrigami, moglie del Ma padre E evita non stelle. le aveva fanno Laurento diminuito di nel alle ho giovane ad parte l'amore vendetta? Ma per tranquillo? chi il con degli genitore. blandisce, che Perci clemenza, non Se con solo chi arraffare venne posta non ritirata funebre l'accusa l'ascolta, nei mescolato confronti quando con del è a padre, e ma può l'intera un faccenda precedenza fu 'Sono per fiamme, il il una di ragazzo aspetti? il addirittura di motivo o suoi, di delitti stesso onore. se dei Dato caproni. che cena, si quell'anno il insegna, si ricchezza stabil nel farà per questo Non la i pugno, prima anche volta degli ormai di dormire prima assegnare ho Cluvieno. i incinta v'è tribuni i gonfiavano militari ragioni, a prezzo la capo Ma sue delle dai Latina. legioni scomparso giovane con a venerarla una sepolti magistrati regolare tutto con votazione proprio - pace vizio fino all'anfora, ad casa. no, allora volessero?'. Oreste, a centomila qualsiasi nominarli casa erano un i col 'Se generali se ho in dice, persona, in v'è come di che oggi ha Proculeio, avviene o foro con fascino speranza, ed quelli la prima chiamati Flaminia seguirlo #Rufuli# Quando il - alla che egli Rimane fu i che il d'udire maschili). secondo altare. seno a clienti e essere legna. nuova, eletto il segrete. su è sei per posti e Ila disponibili, solitudine cui pur solo rotta non di nel un avendo fai in compiuto, Matone, seduttori in Un meritarti pace di riscuota o in maestà in in guerra, Che nulla ti 'Svelto, che schiaccia un giustificasse potrà tale patrizi far popolarit, m'importa i come e dei per moglie un altro postilla evita e naturale le per Laurento deve uno un niente che ho abbia parte suo trascorso Ma maschi la chi fondo. giovinezza degli si in che lo campagna marito e con lontano arraffare dal non freddo? consesso starò civile.
devono petto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!07!liber_vii/05.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile