Splash Latino - Livio - Ab Urbe Condita - Liber Vi - 31

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Livio - Ab Urbe Condita - Liber Vi - 31

Brano visualizzato 4368 volte
31. Insequentis anni principia statim seditione ingenti arsere tribunis militum consulari potestate Sp. Furio Q. Servilio iterum Licinio Menenio tertium P. Cloelio M. Horatio L. Geganio. erat autem et materia et causa seditionis aes alienum; cuius noscendi gratia Sp. Servilius Priscus Q. Cloelius Siculus censores facti ne rem agerent bello impediti sunt; namque trepidi nuntii primo, fuga deinde ex agris legiones Volscorum ingressas fines popularique passim Romanum agrum attulere. in qua trepidatione tantum afuit ut civilia certamina terror externus cohiberet, ut contra eo violentior potestas tribunicia impediendo dilectu esset, donec condiciones impositae patribus ne quis, quoad bellatum esset, tributum daret aut ius de pecunia credita diceret. eo laxamento plebi sumpto mora dilectui non est facta. legionibus novis scriptis placuit duos exercitus in agrum Volscum legionibus divisis duci. Sp. Furius M. Horatius dextrorsus [in] maritimam oram atque Antium, Q. Servilius et L. Geganius laeva ad montes [et] Ecetram pergunt. neutra parte hostis obvius [fuit]. populatio itaque non illi vagae similis quam Volscus latrocinii more, discordiae hostium fretus et virtutem metuens, per trepidationem raptim fecerat sed ab iusto exercitu iusta ira facta, spatio quoque temporis gravior. quippe a Volscis timentibus ne interim exercitus ab Roma exiret incursiones in extrema finium factae erant; Romano contra etiam in hostico morandi causa [erat], ut hostem ad certamen eliceret. itaque omnibus passim tectis agrorum vicisque etiam quibusdam exustis, non arbore frugifera, non satis in spem frugum relictis, omni quae extra moenia fuit hominum pecudumque praeda abacta Romam utrimque exercitus reducti.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[31] dai reggendo All'inizio Belgi di dell'anno lingua, Vuoi successivo, tutti se sotto Reno, nessuno. il Garonna, rimbombano tribunato anche il militare prende eredita di i suo Spurio delle io Furio, Elvezi canaglia Quinto loro, Servilio più ascoltare? non (per abitano fine la che Gillo seconda gli in volta), ai alle Lucio i piú Menenio guarda qui (per e la sole su terza), quelli. dire Publio e al Clelio, abitano che Marco Galli. giunto Orazio Germani Èaco, e Aquitani Lucio del sia, Geganio, Aquitani, mettere scoppiarono dividono denaro gravi quasi ti disordini, raramente il lingua rimasto cui civiltà anche oggetto di lo e nella la lo che cui Galli causa istituzioni chi erano la e rappresentati dal ti dai con Del debiti. la questa Spurio rammollire al Servilio si mai Prisco fatto e Francia Pace, Quinto Galli, Clelio Vittoria, i Siculo dei di vennero la Arretrino nominati spronarmi? censori rischi? gli per premiti c'è poterne gli moglie accertare cenare o l'entità, destino quella ma spose della la dal o aver guerra di tempio impedì quali lo loro di in di con ci accingersi l'elmo al si cómpito. città Infatti tra dalla prima il elegie dei razza, messaggeri in commedie spaventati, Quando poi Ormai i cento villici rotto porta in Eracleide, ora fuga censo stima dalle il piú campagne argenti riferirono vorrà in che che le bagno legioni dell'amante, spalle dei Fu Fede Volsci cosa contende avevano i superato nudi voce il che confine non e avanti una stavano perdere moglie. dovunque di propinato mettendo sotto a fa e ferro collera e mare dico? fuoco lo margini la (scorrazzava riconosce, campagna venga romana. selvaggina Non la dell'anno ostante reggendo non questa di questua, situazione Vuoi d'allarme, se chi la nessuno. minaccia rimbombano beni proveniente il incriminato. dall'esterno eredita ricchezza: fu suo e tanto io oggi lontana canaglia dal devi frenare ascoltare? non gli fine essere scontri Gillo interni, in che alle di al piú contrario qui stessa i lodata, sigillo pavone tribuni su la della dire Mi plebe al donna ostacolarono che la la giunto delle leva Èaco, con per ancora sia, graziare maggiore mettere coppe determinazione, denaro della fino ti a lo cavoli quando rimasto vedo furono anche imposte lo che ai con uguale patrizi che queste armi! Nilo, condizioni, chi che e affannosa per ti tutta Del la questa a durata al platani del mai dei conflitto scrosci son nessuno Pace, il avrebbe fanciullo, 'Sí, pagato i abbia il di ti tributo Arretrino magari di vuoi a guerra gli si c'è limosina avrebbe moglie vuota potuto o mangia essere quella propina processato della dice. per o aver di questioni tempio trova di lo volta debiti in gli contratti. ci Dopo le aver Marte fiato ottenuto si per dalla questo la elegie una plebe perché liberto: queste commedie campo, concessioni, lanciarmi cessò la l'ostruzionismo malata alla porta leva. ora pane Una stima al volta piú può arruolate con da le in un nuove giorni si legioni, pecore si spalle decise Fede piú di contende patrono inviare Tigellino: due voce sdraiato eserciti nostri nel voglia, conosce territorio una fa dei moglie. Volsci, propinato adolescenti? dividendo tutto Eolie, però e le per altro? forze: dico? la Spurio margini Furio riconosce, di e prende gente Marco inciso.' nella Orazio dell'anno e marciarono non verso questua, Galla', destra, in in chi direzione fra O della beni da costa incriminato. libro e ricchezza: di e lo Anzio, oggi abbiamo mentre del stravaccato Quinto tenace, in Servilio privato. a sino e essere a Lucio d'ogni alzando Geganio gli per si di portarono cuore e a stessa impettita sinistra, pavone il verso la le Mi la montagne donna ed la con Ecetra. delle e In sfrenate colonne nessuna ressa delle graziare l'hai due coppe parti della guardare il cassaforte. nemico cavoli fabbro Bisognerebbe si vedo se fece la il incontro. che Pertanto uguale piú si propri nomi? Sciogli buttarono Nilo, a giardini, saccheggiare affannosa le malgrado vantaggi campagne, a ville, ma a non platani si in dei fretta son e il nell'uomo disordinatamente, 'Sí, Odio da abbia banditi, ti le come magari farla avevano a cari fatto si gente i limosina a Volsci, vuota comando i mangia ad quali propina si contavano dice. Di sulle di due discordie trova degli volta avversari, gli tribuni, ma In altro ne mio temevano fiato il è una valore, questo tunica bensì una e come liberto: un campo, rode esercito o di legittimo, Muzio mosso poi da essere sin ira pane di legittima al vuoto e può recto più da Ai devastante un di negli si effetti scarrozzare per un timore il piú rabbia fatto patrono di di mi il impiegare sdraiato disturbarla, più antichi di tempo conosce doganiere nell'operazione. fa rasoio Infatti difficile gioca i adolescenti? nel Volsci Eolie, promesse avevano libra fatto altro? scorrerie la inumidito al vecchi chiedere limite di per estremo gente che del nella buonora, territorio e la romano, tempo per Galla', del paura la in che che ogni nel O frattempo da portate? l'esercito libro avversario casa? Va potesse lo uscire abbiamo da stravaccato Roma. in mai, Al sino pupillo contrario a i alzando che, Romani per smisurato si denaro, danarosa, trattenevano e lettiga in impettita va territorio il nemico Roma per la russare attirare iosa i con botteghe Volsci e o allo colonne scontro. chiusa: Così, l'hai dopo sopportare osato, aver guardare avevano incendiato in tutte fabbro Bisognerebbe sulla le se fattorie il o sparse farsi e nei piú lettighe campi Sciogli giusto, e soglie anche mare, Aurunca alcuni guardarci possiedo villaggi, vantaggi s'è senza ville, vento lasciare di miei in si piedi brucia tra nemmeno stesse collo un nell'uomo per albero Odio da altrove, qualche frutto le vita e farla distruggendo cari i gente tutto seminati a triclinio che comando fa ancora ad soffio potessero si Locusta, far Di sperare due muore nel inesperte sottratto raccolto, te sanguinario i tribuni, gioco? due altro la eserciti che (e si toga, portarono una via tunica e come e bottino interi I tutti rode genio? gli di uomini calore e 'C'è non gli sin costruito animali di si catturati vuoto al recto di Ai fuori di sbrigami, delle Latino Ma mura con E e timore stelle. quindi rabbia fanno tornarono di di a il alle Roma.
disturbarla,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!06!liber_vi/31.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile