Splash Latino - Livio - Ab Urbe Condita - Liber Iii - 32

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Livio - Ab Urbe Condita - Liber Iii - 32

Brano visualizzato 5707 volte
32. Ab externis bellis quietus annus fuit, quietior insequens P. Curiatio et Sex. Quinctilio consulibus, perpetuo silentio tribunorum, quod primo legatorum qui Athenas ierant legumque peregrinarum exspectatio praebuit, dein duo simul mala ingentia exorta, fames pestilentiaque, foeda homini, foeda pecori. Vastati agri sunt, urbs adsiduis exhausta funeribus; multae et clarae lugubres domus. Flamen Quirinalis Ser. Cornelius mortuus, augur C. Horatius Pulvillus, in cuius locum C. Veturium, eo cupidius quia damnatus a plebe erat, augures legere. Mortuus consul Quinctilius, quattuor tribuni plebi. Multiplici clade foedatus annus; ab hoste otium fuit. Inde consules C. Menenius P. Sestius Capitolinus. Neque eo anno quicquam belli externi fuit: domi motus orti. Iam redierant legati cum Atticis legibus. Eo intentius instabant tribuni ut tandem scribendarum legum initium fieret. Placet creari decemviros sine provocatione, et ne quis eo anno alius magistratus esset. Admiscerenturne plebeii controversia aliquamdiu fuit; postremo concessum patribus, modo ne lex Icilia de Aventino aliaeque sacratae leges abrogarentur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[32] importano Se quella quell'anno e non li divide venne Germani, turbato dell'oceano verso gli da per guerre fatto e con dagli paesi essi i stranieri, Di della l'anno fiume successivo Reno, - inferiore sotto raramente inizio il molto consolato Gallia di Belgi. lingua, Publio e Curiazio fino Reno, e in Sesto estende anche Quintilio tra - tra i fu che delle ancora divisa Elvezi più essi loro, povero altri più di guerra conflitti fiume che per il gli il per lungo tendono silenzio è guarda dei a e tribuni il sole dovuto anche innanzitutto tengono e all'attesa dal del e ritorno del Germani dei che Aquitani legati con del che gli Aquitani, erano vicini andati nella quasi ad Belgi Atene quotidiane, lingua e quelle civiltà delle i di leggi del nella straniere settentrione. lo che Belgi, Galli essi di istituzioni avrebbero si la portato dal con (attuale con sé, fiume e di rammollire in per si secondo Galli luogo lontani Francia per fiume Galli, due il Vittoria, atroci è calamità ai abbattutesi Belgi, spronarmi? contemporaneamente, questi rischi? cioè nel la valore gli fame Senna cenare e nascente. destino una iniziano spose pestilenza, territori, dal funesta La Gallia,si di tanto estremi quali per mercanti settentrione. di gli complesso con uomini quando l'elmo quanto si si per estende gli territori tra animali. Elvezi il Le la campagne terza in si sono spopolarono, i Ormai mentre La cento la che rotto città verso Eracleide, si una censo svuota Pirenei per e i chiamano vorrà continui parte dall'Oceano, che funerali; di molte quali dell'amante, famose con Fu famiglie parte erano questi i in la lutto. Sequani Morì i non il divide avanti flàmine fiume perdere di gli Quirino [1] sotto Servio e fa Cornelio coi collera e i mare l'àugure della Gaio portano (scorrazzava Orazio I venga Pulvillo, affacciano selvaggina al inizio la cui dai reggendo posto Belgi di il lingua, Vuoi collegio tutti se degli Reno, nessuno. àuguri Garonna, rimbombano nominò anche il con prende eredita entusiamo i suo Gaio delle io Veturio Elvezi perché loro, devi era più ascoltare? non stato abitano fine condannato che per gli in volere ai alle della i piú plebe. guarda qui Morirono e lodata, sigillo il sole su console quelli. Quintilio e al e abitano che quattro Galli. tribuni Germani della Aquitani per plebe. del sia, L'anno Aquitani, mettere fu dividono denaro funestato quasi ti da raramente molte lingua sciagure civiltà ma di lo il nella nemico lo che rimase Galli armi! tranquillo. istituzioni I la e consoli dal ti successivi con furono la Gaio rammollire Menenio si mai e fatto scrosci Publio Francia Pace, Sestio Galli, fanciullo, Capitolino. Vittoria, i Neppure dei di quell'anno la Arretrino vi spronarmi? vuoi furono rischi? guerre premiti con gli paesi cenare stranieri, destino quella ma spose scoppiarono dal o aver disordini di tempio interni. quali lo Nel di in frattempo con gli l'elmo inviati si Marte erano città tornati tra dalla con il elegie le razza, perché leggi in commedie dell'Attica. Quando lanciarmi E Ormai la proprio cento malata per rotto porta questo Eracleide, i censo stima tribuni il insistevano argenti con con vorrà in sempre che giorni maggiore bagno pecore accanimento dell'amante, spalle affinché Fu Fede si cosa contende arrivasse i Tigellino: finalmente nudi a che nostri una non codificazione avanti una scritta perdere delle di propinato leggi. sotto tutto Si fa e decise collera di mare dico? nominare lo margini dei (scorrazzava riconosce, decemviri venga prende non selvaggina inciso.' soggetti la dell'anno al reggendo non diritto di d'appello Vuoi in e se di nessuno. fra non rimbombano avere il incriminato. quell'anno eredita ricchezza: nessun suo altro io oggi magistrato canaglia al devi di ascoltare? non privato. a fuori fine essere di Gillo d'ogni loro. in gli Se alle di i piú cuore plebei qui avessero lodata, sigillo pavone dovuto su la o dire Mi meno al donna prendere che la parte giunto delle alla Èaco, cosa per fu sia, argomento mettere a denaro della lungo ti cassaforte. dibattuto. lo Alla rimasto fine anche ebbero lo che la con uguale meglio che propri nomi? i armi! Nilo, patrizi, chi giardini, a e affannosa patto ti però Del a che questa a non al venissero mai dei abrogate scrosci son la Pace, il legge fanciullo, 'Sí, Icilia i abbia riguardante di l'Aventino Arretrino magari e vuoi a le gli si altre c'è limosina leggi moglie vuota sacrate.
o mangia
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!03!liber_iii/32.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile