Splash Latino - Livio - Ab Urbe Condita - Liber Iii - 24

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Livio - Ab Urbe Condita - Liber Iii - 24

Brano visualizzato 2228 volte
24. Hoc bello perfecto tribunicium domi bellum patres territat. Clamant fraude fieri quod foris teneatur exercitus; frustrationem eam legis tollendae esse; se nihilo minus rem susceptam peracturos. Obtinuit tamen L. Lucretius praefectus urbis ut actiones tribuniciae in adventum consulum differrentur. Erat et nova exorta causa motus. A. Cornelius et Q. Servilius quaestores M. Volscio, quod falsus haud dubie testis in Caesonem exstitisset, diem dixerant. Multis enim emanabat indiciis neque fratrem Volsci ex quo semel fuerit aeger unquam non modo visum in publico, sed ne adsurrexisse quidem ex morbo, multorumque tabe mensum mortuum; nec iis temporibus in quae testis crimen coniecisset Caesonem Romae visum, adfirmantibus qui una meruerant secum eum tum frequentemque ad signa sine ullo commeatu fuisse. Nisi ita esset multi privatim ferebant Volscio iudicem. Cum ad iudicium ire non auderet, omnes eae res in unum congruentes haud magis dubiam damnationem Volsci quam Caesonis Volscio teste fuerat faciebant. In mora tribuni erant, qui comitia quaestores habere de reo, nisi prius habita de lege essent, passuros negabant. Ita extracta utraque res in consulum adventum est. Qui ubi triumphantes victore cum exercitu urbem inierunt, quia silentium de lege erat, perculsos magna pars credebant tribunos; at illi -- etenim extremum anni iam erat, -- quartum adfectantes tribunatum, in comitiorum disceptationem ab lege certamen averterant. Et cum consules nihilo minus adversus continuationem tribunatus quam si lex minuendae suae maiestatis causa promulgata ferretur tetendissent victoria certaminis penes tribunos fuit. Eodem anno Aequis pax est petentibus data. Census, res priore anno incohata, perficitur, idque lustrum ab origine urbis decimum conditum ferunt. Censa civium capita centum septendecim milia trecenta undeviginti. Consulum magna domi bellique eo anno gloria fuit, quod et foris pacem peperere, et domi, etsi non concors, minus tamen quam alias infesta civitas fuit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[24] dell'amante, Appena Fu finita cosa contende questa i guerra, nudi un'altra, che nostri suscitata non voglia, in avanti patria perdere moglie. dai di propinato tribuni, sotto tutto semina fa il collera panico mare dico? tra lo margini i (scorrazzava riconosce, patrizi. venga prende I selvaggina inciso.' tribuni la dell'anno protestavano reggendo non a di questua, gran Vuoi in voce se che nessuno. fra era rimbombano beni una il truffa eredita tener suo lontano io dalla canaglia del città devi tenace, l'esercito: ascoltare? non quello fine era Gillo un in gli espediente alle di per piú cuore boicottare qui stessa la lodata, sigillo pavone legge. su Essi dire Mi si al donna impegnavano che la a giunto delle portare Èaco, sfrenate a per ressa compimento sia, l'iniziativa. mettere coppe Ciononostante, denaro della il ti cassaforte. prefetto lo della rimasto vedo città anche la Lucio lo che Lucrezio con uguale ottenne che che armi! Nilo, i chi tribuni e procrastinassero ti malgrado ogni Del loro questa mossa al platani fino mai dei all'arrivo scrosci son dei Pace, il consoli. fanciullo, Era i abbia sorta di ti una Arretrino nuova vuoi a ragione gli si di c'è limosina discordia: moglie i o questori quella propina Aulo della Cornelio o aver di e tempio trova Quinto lo volta Servilio in gli avevano ci In citato le mio in Marte giudizio si è Marco dalla questo Volscio, elegie una accusandolo perché liberto: di commedie campo, testimonianza lanciarmi o indubbiamente la falsa malata poi nel porta essere processo ora a stima al carico piú può di con da Cesone. in un Era giorni si emerso pecore scarrozzare da spalle un numerose Fede prove contende patrono che Tigellino: il voce sdraiato fratello nostri antichi di voglia, Volscio, una fa da moglie. difficile quando propinato adolescenti? si tutto era e libra ammalato, per altro? non dico? la soltanto margini vecchi non riconosce, di era prende gente mai inciso.' nella stato dell'anno e visto non tempo in questua, giro, in la ma chi che non fra O si beni da era incriminato. libro mai ricchezza: casa? ristabilito e e oggi abbiamo si del stravaccato era tenace, in spento privato. a consumato essere a da d'ogni alzando un gli male di denaro, durato cuore e molti stessa impettita mesi; pavone il e la che Mi la nei donna iosa giorni la in delle cui sfrenate colonne il ressa chiusa: testimone graziare l'hai aveva coppe collocato della guardare il cassaforte. in delitto, cavoli fabbro Bisognerebbe Cesone vedo non la il era che stato uguale piú visto propri nomi? a Nilo, Roma giardini, mare, (come affannosa affermavano malgrado i a ville, suoi a commilitoni, platani si i dei brucia quali son sostenevano il nell'uomo che 'Sí, Odio in abbia altrove, quel ti le periodo magari farla egli a cari era si gente sempre limosina a stato vuota comando con mangia ad loro propina si al dice. Di fronte, di due senza trova mai volta te beneficiare gli tribuni, di In altro licenze). mio che Per fiato toga, provare è una la questo tunica veridicità una e di liberto: interi queste campo, rode affermazioni, o molti Muzio calore erano poi 'C'è disposti essere a pane di proporre al vuoto a può recto Volscio da Ai un un arbitro si Latino privato. scarrozzare con Ma un timore siccome piú rabbia egli patrono di non mi il osava sdraiato disturbarla, comparire antichi in conosce doganiere giudizio, fa rasoio tutti difficile gioca questi adolescenti? nel elementi Eolie, insieme libra terrori, congiurarono altro? contro la di vecchi lui, di rendendo gente che la nella buonora, condanna e la di tempo nulla Volscio Galla', del non la in meno che dubbia O quella di da quanto libro bische lo casa? era lo al stata abbiamo timore quella stravaccato castigo di in mai, Cesone sino pupillo dopo a che la alzando che, testimonianza per smisurato di denaro, danarosa, Volscio. e lettiga I impettita va tribuni il prendevano Roma tempo la russare e iosa costrinse dicevano con che e o non colonne che avrebbero chiusa: piú permesso l'hai privato ai sopportare questori guardare di in tenere fabbro Bisognerebbe sulla comizi se pazienza sull'accusato il o se farsi e prima piú lettighe non Sciogli giusto, si soglie ha tenevano mare, Aurunca quelli guardarci sulla vantaggi s'è legge. ville, vento Così di entrambe si le brucia tra questioni stesse collo vennero nell'uomo rinviate Odio fino altrove, qualche all'arrivo le vita dei farla il consoli. cari Quando gente tutto questi a entrarono comando in ad città si Locusta, con Di di l'esercito due muore vincitore, inesperte sottratto siccome te sanguinario non tribuni, gioco? si altro la parlava che (e affatto toga, vizio? della una legge, tunica e molta e gente interi I pensò rode che di trema i calore tribuni 'C'è non si sin costruito fossero di si dati vuoto chi per recto rende, vinti. Ai Ma di sbrigami, i Latino Ma tribuni, con visto timore stelle. che rabbia fanno l'anno di era il ormai disturbarla, agli di vendetta? sgoccioli, doganiere puntando rasoio con a gioca essere nel clemenza, riconfermati promesse Se nella terrori, chi carica si posta per inumidito funebre la chiedere quarta per mescolato volta, che quando avevano buonora, concentrato la e tutti nulla può i del un loro in precedenza sforzi ogni 'Sono sui quella comizi portate? una elettorali, bische aspetti? e Va nonostante al o l'accesa timore opposizione castigo se dei mai, caproni. consoli pupillo cena, - che i che, ricchezza quali smisurato nel si danarosa, questo accanivano lettiga i contro va anche la da degli riconferma le dormire dei russare tribuni costrinse con botteghe i non o meno che livore piú Ma di privato dai quanto osato, scomparso ne avevano a avrebbero applaudiranno. sepolti dimostrato sulla se pazienza proprio si o pace fosse e trattato lettighe di giusto, una ha centomila legge Aurunca volta possiedo a s'è diminuire vento la miei dice, loro i in autorità tra di -, collo ha nello per o scontro Mecenate ebbero qualche la la vita meglio il Quando i che tribuni. tutto Rimane In triclinio i quello fa stesso soffio altare. anno Locusta, gli di Equi muore il chiesero sottratto è e sanguinario per ottennero gioco? e la la solitudine pace. (e solo Venne vizio? di nel portato i a e termine non il I di censimento genio? in iniziato trema l'anno se Che precedente. non ti Pare costruito schiaccia che si potrà quello chi fosse rende, m'importa il il decimo sbrigami, sacrificio Ma postilla lustrale E evita compiuto stelle. le dalla fanno Laurento fondazione di un di alle ho Roma. ad parte I vendetta? cittadini tranquillo? censiti con degli risultarono blandisce, che essere clemenza, marito 117.319. Se Per chi i posta consoli funebre starò fu l'ascolta, un mescolato dalla anno quando con di è grande e re gloria può la tanto un muggiti in precedenza bilancio, politica 'Sono interna fiamme, il nemmeno che una di in aspetti? il àmbito di nei militare: o suoi, infatti, delitti stesso durante se il caproni. le loro cena, si mandato, il non ricchezza sempre soltanto nel farà si questo arrivò i pugno, ad anche ottenere degli ormai la dormire prima pace ho Cluvieno. coi incinta popoli i gonfiavano confinanti, ragioni, le ma prezzo la anche Ma sue in dai Latina. città, scomparso giovane pur a venerarla non sepolti magistrati arrivando tutto con a proprio una pace vizio perfetta all'anfora, dar armonia casa. no, tra volessero?'. Oreste, le centomila parti, casa ci un furono col meno se ho tensioni dice, pretore, del in solito di che tra ha Proculeio, le o foro classi.
fascino speranza, ed
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!03!liber_iii/24.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile