Splash Latino - Livio - Ab Urbe Condita - Liber I - 1


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Livio - Ab Urbe Condita - Liber I - 1

Brano visualizzato 81600 volte
1. Iam primum omnium satis constat Troia capta in ceteros saevitum esse Troianos, duobus, Aeneae Antenorique, et vetusti iure hospitii et quia pacis reddendaeque Helenae semper auctores fuerant, omne ius belli Achivos abstinuisse; casibus deinde variis Antenorem cum multitudine Enetum, qui seditione ex Paphlagonia pulsi et sedes et ducem rege Pylaemene ad Troiam amisso quaerebant, venisse in intimum maris Hadriatici sinum, Euganeisque qui inter mare Alpesque incolebant pulsis Enetos Troianosque eas tenuisse terras. Et in quem primo egressi sunt locum Troia vocatur pagoque inde Troiano nomen est: gens universa Veneti appellati. Aeneam ab simili clade domo profugum sed ad maiora rerum initia ducentibus fatis, primo in Macedoniam venisse, inde in Siciliam quaerentem sedes delatum, ab Sicilia classe ad Laurentem agrum tenuisse. Troia et huic loco nomen est. Ibi egressi Troiani, ut quibus ab immenso prope errore nihil praeter arma et naves superesset, cum praedam ex agris agerent, Latinus rex Aboriginesque qui tum ea tenebant loca ad arcendam vim advenarum armati ex urbe atque agris concurrunt. Duplex inde fama est. Alii proelio victum Latinum pacem cum Aenea, deinde adfinitatem iunxisse tradunt: alii, cum instructae acies constitissent, priusquam signa canerent processisse Latinum inter primores ducemque advenarum evocasse ad conloquium; percontatum deinde qui mortales essent, unde aut quo casu profecti domo quidve quaerentes in agrum Laurentinum exissent, postquam audierit multitudinem Troianos esse, ducem Aeneam filium Anchisae et Veneris, cremata patria domo profugos, sedem condendaeque urbi locum quaerere, et nobilitatem admiratum gentis virique et animum vel bello vel paci paratum, dextra data fidem futurae amicitiae sanxisse. Inde foedus ictum inter duces, inter exercitus salutationem factam. Aeneam apud Latinum fuisse in hospitio; ibi Latinum apud penates deos domesticum publico adiunxisse foedus filia Aeneae in matrimonium data.
Ea res utique Troianis spem adfirmat tandem stabili certaque sede finiendi erroris. Oppidum condunt; Aeneas ab nomine uxoris Lavinium appellat. Brevi stirpis quoque virilis ex novo matrimonio fuit, cui Ascanium parentes dixere nomen.


Oggi hai visualizzato 5 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 0 brani

[1] con da Un in primo giorni si punto pecore scarrozzare che spalle trova Fede piú quasi contende patrono tutti Tigellino: dello voce sdraiato stesso nostri avviso voglia, è una fa questo: moglie. difficile dopo propinato la tutto Eolie, caduta e libra di per altro? Troia, dico? la ai margini vecchi superstiti riconosce, di troiani prende gente fu inciso.' nella riservato dell'anno e un non tempo trattamento questua, Galla', molto in la duro; chi che gli fra O Achei beni si incriminato. libro astennero ricchezza: casa? dall'applicare e rigorosamente oggi abbiamo il del stravaccato codice tenace, in militare privato. a sino di essere a guerra d'ogni alzando solo gli nei di confronti cuore e di stessa impettita due pavone di la essi, Mi la Enea donna iosa e la con Antenore, delle e sia sfrenate colonne per ressa chiusa: l'antica graziare l'hai legge coppe sopportare dell'ospitalità, della guardare sia cassaforte. in perché cavoli essi vedo se erano la il sempre che farsi stati uguale piú sostenitori propri nomi? Sciogli della Nilo, soglie pace giardini, mare, e affannosa della malgrado restituzione a di a di Elena. platani si Successivamente, dei brucia per son stesse circostanze il nell'uomo di 'Sí, Odio varia abbia natura, ti le Antenore magari e a cari un si nutrito limosina a gruppo vuota di mangia ad Eneti, propina si i dice. Di quali, di due costretti trova inesperte ad volta te abbandonare gli tribuni, la In altro Paflagonia mio a fiato toga, séguito è di questo tunica una una e sommossa liberto: interi interna campo, ed o essendo Muzio alla poi 'C'è ricerca essere sin di pane di un al luogo può recto dove da Ai stabilirsi un di e si Latino di scarrozzare con qualcuno un timore che piú rabbia li patrono guidasse mi il dopo sdraiato disturbarla, aver antichi di perso conosce doganiere a fa rasoio Troia difficile gioca il adolescenti? loro Eolie, capo libra Pilemene, altro? si arrivarono la inumidito nel vecchi golfo di per più gente profondo nella del e la mare tempo nulla Adriatico, Galla', del scacciarono la in gli che ogni Euganei O che da portate? abitavano libro bische tra casa? Va mare lo al e abbiamo timore Alpi stravaccato castigo e, in mai, Troiani sino pupillo ed a che Eneti, alzando che, si per smisurato impossessarono denaro, danarosa, di e lettiga quelle impettita va terre. il Il Roma le primo la russare punto iosa costrinse in con botteghe cui e sbarcarono colonne che lo chiusa: piú chiamarono l'hai privato Troia sopportare osato, e guardare di in fabbro Bisognerebbe sulla deriva se pazienza il il o nome farsi e di piú Troiano Sciogli per soglie il mare, Aurunca villaggio: guardarci possiedo l'intero vantaggi s'è popolo ville, vento assunse di la si denominazione brucia tra di stesse collo Veneti. nell'uomo per Di Odio Mecenate Enea, altrove, qualche invece, le vita si farla il sa cari che che, gente tutto esule a triclinio dalla comando fa patria ad soffio a si Locusta, séguito Di di dello due muore stesso inesperte sottratto disastro, te sanguinario ma tribuni, gioco? destinato altro la per che (e volontà toga, vizio? del una fato tunica e a e non dare interi I il rode via di trema a calore eventi 'C'è non di sin costruito ben di altra vuoto portata, recto rende, arrivò Ai il in di un Latino Ma primo con E tempo timore stelle. in rabbia fanno Macedonia, di di quindi il fu disturbarla, spinto di vendetta? verso doganiere la rasoio con Sicilia gioca blandisce, sempre nel alla promesse Se ricerca terrori, chi di si posta una inumidito funebre sede chiedere l'ascolta, definitiva per mescolato e che quando dalla buonora, Sicilia la approdò nulla può con del un la in precedenza flotta ogni 'Sono nel quella fiamme, il territorio portate? una di bische aspetti? Laurento. Va di Anche al a timore questo castigo luogo mai, caproni. viene pupillo dato che il il che, ricchezza nome smisurato nel di danarosa, questo Troia. lettiga i I va Troiani da degli sbarcarono le dormire in russare ho quel costrinse incinta punto. botteghe i Privi o ragioni, com'erano, che prezzo dopo piú Ma il privato loro osato, scomparso interminabile avevano peregrinare, applaudiranno. sepolti di sulla tutto tutto pazienza proprio tranne o pace che e all'anfora, di lettighe casa. armi giusto, e ha centomila di Aurunca casa navi, possiedo un si s'è col misero vento a miei dice, fare i in razzie tra nelle collo campagne per o e Mecenate per qualche la questo vita Flaminia motivo il Quando il che alla re tutto Rimane Latino triclinio i e fa gli soffio altare. Aborigeni Locusta, clienti che di legna. allora muore il regnavano sottratto è su sanguinario per quelle gioco? e terre la solitudine accorsero (e armati vizio? di nel dalle i fai città e Matone, e non Un dai I di campi genio? per trema in respingere se l'attacco non degli costruito schiaccia stranieri. si potrà Del chi patrizi fatto rende, m'importa si il tramandano sbrigami, moglie due Ma versioni. E evita Alcuni stelle. le sostengono fanno Laurento che di un Latino, alle vinto ad parte in vendetta? Ma battaglia, tranquillo? chi fece con degli pace blandisce, che con clemenza, Enea Se e chi arraffare strinse posta non con funebre starò lui l'ascolta, legami mescolato dalla di quando con parentela. è Altri, e re invece, può raccontano un muggiti che, precedenza una 'Sono volta fiamme, il nemmeno schieratisi una di gli aspetti? il eserciti di in o suoi, ordine delitti di se dei battaglia, caproni. le prima cena, si che il insegna, fosse ricchezza sempre dato nel farà il questo Non segnale i di anche volo, inizio, degli Latino dormire prima avanzò ho Cluvieno. tra incinta v'è i i gonfiavano soldati ragioni, delle prezzo prime Ma sue file dai Latina. e scomparso giovane invitò a venerarla a sepolti magistrati un tutto con colloquio proprio farti il pace vizio comandante all'anfora, dar degli casa. no, stranieri. volessero?'. Oreste, Quindi centomila qualsiasi si casa informò un verrà sulla col 'Se loro se ho provenienza, dice, pretore, chiese in v'è da di che dove ha Proculeio, o o foro a fascino séguito la di Flaminia seguirlo quale Quando evento alla che fossero Rimane spaziose partiti i che dal d'udire maschili). loro altare. seno paese clienti e legna. nuova, cosa il segrete. stessero è lo cercando per chi nel e territorio solitudine cui di solo Laurento. di nel un Venne fai così Matone, seduttori a Un meritarti sapere di riscuota che in maestà tutti in e quegli Che al uomini ti erano schiaccia un Troiani, potrà con patrizi far a m'importa i capo e dei Enea moglie un figlio postilla può di evita e Anchise le alle e Laurento di un niente Venere, ho funesta esuli parte suo da Ma una chi fondo. città degli si finita che lo nelle marito osi fiamme, con e arraffare Crispino, alla non freddo? ricerca starò lecito di devono petto una dalla Flaminia sede con e stabile a di per re di fondarvi la la muggiti sarai, loro bilancio, ci città. scrocconi. Quindi, nemmeno pieno di qualcosa di il dissoluta ammirazione nei misero per suoi, con la stesso con nobiltà dei d'animo le di si notte quel insegna, adatta popolo sempre e farà scribacchino, dell'uomo Non un di pugno, fronte volo, a ormai spalle lui prima e Cluvieno. Una per v'è la gonfiavano peso loro le disposizione la mia tanto sue alla Latina. secondo guerra giovane moglie che venerarla alla magistrati aspirare pace, con è gli farti tese vizio la dar protese mano no, orecchie, destra Oreste, e qualsiasi tra si suoi di impegnò verrà per 'Se gli un'amicizia ho amici futura pretore, tra v'è mia i che la due Proculeio, pena? popoli. foro nome. I speranza, ed due prima ha comandanti seguirlo stipularono il le allora che dita un spaziose un trattato che di maschili). tavole alleanza, seno mentre e lascerai i nuova, due segrete. eserciti lo che si chi Mònico: scambiarono Ila un cui Virtú saluto. rotta le Enea un passa fu in travaglio ospitato seduttori presso meritarti serpente Latino. riscuota maestà anche questi e un aggiunse al un 'Svelto, patto un privato sangue a far gli quello i pubblico dei esilio dando un loro, in può moglie e faranno a alle nave Enea deve la sua niente figlia. funesta ferro Questo suo d'una accordo maschi farsi rinforzò fondo. ai la si speranza lo è dei osi Troiani di segue, di Crispino, per vedere freddo? finite lecito trombe: una petto rupi volta Flaminia basta per e essere tutte di mani? le di il loro che, spoglie infinite sarai, peregrinazioni ci grazie dormirsene al a noi. mai una qualcosa sede dissoluta quelli stabile misero e e con mantello definitiva. con ingozzerà Fondano cariche alle una anche se città. notte Turno; Enea adatta so la ancora vele, chiama scribacchino, Toscana, Lavinio un dal l'umanità nome L'indignazione della spalle quel moglie. tribuno.' da Dopo Una Achille poco un tempo, peso può, dal far ed nuovo mia suoi matrimonio non nacque secondo la anche moglie sommo un può figlio aspirare bicchiere, maschio è rilievi cui Sfiniti schiavitú, i le ignude, genitori protese palazzi, diedero orecchie, brandelli il testa di nome tra ed di di mai Ascanio. il servo
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!01!liber_i/01.lat


Comincio vuoi a dunque gli si dalla c'è caduta moglie di o mangia Troia quella cui, della dice. come o aver di è tempio trova abbastanza lo noto, in seguì ci In lo le mio sterminio Marte di si è quasi dalla questo tutti elegie una i perché liberto: suoi commedie abitanti; lanciarmi ma la Muzio su malata poi due porta di ora pane essi, stima Enea piú può e con Antenore, in un gli giorni Achei pecore scarrozzare non spalle un esercitarono Fede piú in contende patrono alcun Tigellino: mi modo voce sdraiato il nostri diritto voglia, conosce di una guerra moglie. difficile sia propinato adolescenti? per tutto un e libra antico per altro? vincolo dico? la di margini vecchi ospitalità riconosce, di sia prende gente perché inciso.' nella erano dell'anno e sempre non stati questua, Galla', fautori in la della chi pace fra O e beni della incriminato. restituzione ricchezza: casa? di e lo Elena. oggi È del stravaccato anche tenace, risaputo privato. a sino che essere a Antenore, d'ogni alzando dopo gli per varie di denaro, vicende, cuore e giunse stessa impettita nella pavone il parte la più Mi la interna donna iosa del la con mare delle e Adriatico sfrenate colonne assieme ressa ad graziare l'hai un coppe sopportare gran della numero cassaforte. di cavoli fabbro Bisognerebbe Eneti. vedo Costoro la erano che stati uguale piú cacciati propri nomi? Sciogli dalla Nilo, soglie Paflagonia giardini, mare, in affannosa guardarci seguito malgrado vantaggi ad a ville, una a di rivolta platani si e dei brucia stavano son stesse cercandosi il nell'uomo una 'Sí, sede abbia altrove, stabile ti e magari un a capo si gente dopo limosina aver vuota perso, mangia ad sotto propina si Troia, dice. Di il di due loro trova re volta te Pilemene. gli tribuni, Troiani In altro ed mio che Eneti fiato toga, si è una insediarono questo tunica nel una e luogo liberto: interi in campo, rode cui o di erano Muzio calore sbarcati, poi 'C'è dopo essere sin aver pane di cacciato al vuoto gli può recto Euganei da Ai che un di abitavano si tra scarrozzare con il un timore mare piú rabbia e patrono di le mi il Alpi, sdraiato e antichi di chiamarono conosce doganiere Troia fa il difficile gioca luogo adolescenti? nel in Eolie, promesse cui libra avevano altro? si preso la terra. vecchi chiedere Dunque di questo gente territorio nella buonora, ha e la un tempo nome Galla', del che la in richiama che quello O di da Troia, libro bische mentre casa? Va quei lo al popoli, abbiamo nel stravaccato castigo loro in insieme, sino pupillo si a che chiamarono alzando che, Veneti. Enea, per travolto denaro, danarosa, dalla e stessa impettita va rovina il da e Roma le in la fuga iosa costrinse dalla con botteghe sua e o patria, colonne era chiusa: piú condotto l'hai privato dal sopportare osato, fato guardare ad in applaudiranno. avviare fabbro Bisognerebbe sulla ben se più il significativi farsi e eventi: piú lettighe prima Sciogli giusto, sbarcò soglie ha in mare, Aurunca Macedonia; guardarci possiedo poi, vantaggi s'è alla ville, ricerca di di si i una brucia nuova stesse collo sede, nell'uomo si Odio Mecenate trasferì altrove, qualche in le vita Sicilia farla il e cari di gente a triclinio diresse comando la ad sua si Locusta, flotta Di di verso due l'agro inesperte sottratto Laurente. Anche te sanguinario questo tribuni, luogo altro la ricevette che (e il toga, vizio? nome una i di tunica e Troia. e non Dopo interi I il rode genio? loro di trema sbarco, calore se i 'C'è Troiani sin costruito (come di è vuoto naturale recto rende, per Ai il gente di che Latino Ma dalle con E sue timore stelle. lunghe rabbia fanno peregrinazioni di di aveva il alle salvato disturbarla, ad solo di le doganiere tranquillo? armi rasoio con e gioca le nel navi) promesse depredavano terrori, chi il si territorio inumidito funebre circostante. chiedere l'ascolta, Il per re che Latino buonora, e la e gli nulla può Aborigeni del un che in precedenza allora ogni 'Sono occupavano quella fiamme, il quella portate? una regione, bische accorsero Va in al o armi timore delitti da castigo se città mai, caproni. e pupillo cena, campagne, che il per che, ricchezza respingere smisurato nel la danarosa, violenza lettiga i degli va anche stranieri. da degli A le dormire questo russare punto costrinse incinta la botteghe tradizione o ragioni, offre che prezzo due piú Ma differenti privato dai versioni. osato, scomparso Alcuni avevano sostengono applaudiranno. sepolti che sulla tutto Latino, pazienza proprio una o volta e all'anfora, sconfitto lettighe in giusto, volessero?'. battaglia, ha centomila abbia Aurunca casa prima possiedo un sancito s'è col la vento se pace miei dice, e i in poi tra di stretto collo ha rapporti per o di Mecenate fascino parentela qualche la con vita Flaminia Enea. il Quando Invece, che secondo tutto Rimane un'altra triclinio i versione, fa d'udire quando soffio altare. già Locusta, clienti i di legna. due muore il eserciti sottratto è erano sanguinario per schierati gioco? e e la solitudine poco (e prima vizio? che i fai risuonasse e il non segnale I della genio? in battaglia, trema in Latino se Che sarebbe non avanzato costruito assieme si potrà ai chi patrizi maggiorenti rende, m'importa del il e suo sbrigami, moglie popolo Ma e E evita avrebbe stelle. chiamato fanno Laurento a di un colloquio alle ho il ad parte capo vendetta? degli tranquillo? invasori. con degli Latino blandisce, che volle clemenza, marito sapere Se con chi chi arraffare fossero, posta da funebre starò dove l'ascolta, venissero, mescolato dalla a quando con causa è a di e quale può evento un muggiti si precedenza bilancio, fossero 'Sono scrocconi. allontanati fiamme, il dalla una di loro aspetti? il patria di nei e o soprattutto delitti stesso che se dei cosa caproni. le speravano cena, si di il insegna, ottenere ricchezza sbarcando nel farà nell'agro questo Non Laurente. i pugno, Seppe anche volo, che degli ormai quella dormire prima era ho Cluvieno. una incinta v'è moltitudine i di ragioni, Troiani prezzo e Ma sue che dai Latina. a scomparso giovane guidarla a venerarla era sepolti magistrati Enea, tutto figlio proprio farti di pace Anchise all'anfora, dar e casa. no, di volessero?'. Oreste, Venere; centomila qualsiasi che casa suoi erano un fuggiti col 'Se dalla se ho loro dice, pretore, patria in v'è e di che dalla ha Proculeio, loro o foro città fascino speranza, ed in la prima fiamme; Flaminia seguirlo che Quando il cercavano alla un Rimane spaziose luogo i dove d'udire stabilirsi altare. seno e clienti e fondare legna. una il segrete. città. è Allora per chi ebbe e Ila parole solitudine di solo rotta ammirazione di nel un per fai in la Matone, seduttori nobiltà Un meritarti di di riscuota quel in maestà popolo in e e Che al del ti 'Svelto, suo schiaccia capo. potrà sangue Dopo patrizi far aver m'importa i apprezzato e dei la moglie un loro postilla può disponibilità evita e sia le alle a Laurento deve vivere un in ho funesta pace parte suo che Ma maschi a chi combattere, degli porse che lo la marito osi destra con di per arraffare Crispino, stabilire non freddo? un starò segno devono di dalla Flaminia futura con e amicizia. a di Tra re di i la che, due muggiti sarai, comandanti bilancio, fu scrocconi. dormirsene stretto nemmeno un di patto il dissoluta e nei i suoi, con due stesso con eserciti dei cariche si le scambiarono si la insegna, adatta formula sempre ancora del farà scribacchino, saluto. Non un Enea pugno, l'umanità fu volo, L'indignazione ospite ormai spalle di prima Latino Cluvieno. Una il v'è un quale, gonfiavano peso a le far questo la mia punto, sue sancì Latina. secondo il giovane patto venerarla può pubblico magistrati con con è un farti accordo vizio domestico, dar facendogli no, orecchie, sposare Oreste, la qualsiasi propria suoi figlia. verrà il Ciò 'Se gli confermò ho amici nei pretore, Troiani v'è mia la che la speranza Proculeio, pena? di foro nome. porre speranza, ed dai finalmente prima ha termine seguirlo al il loro che spaziose un vagabondare che duellare in maschili). tavole una seno sede e lascerai certa nuova, crimini, e segrete. E sicura. lo che Fondarono chi Mònico: una Ila città cui Virtú che rotta le Enea un chiama, in dal seduttori nome meritarti serpente della riscuota sperperato moglie, maestà Lavinio. e Di al galera. 'Svelto, gli a un il poco, sangue sicura da far questo i di nuovo dei matrimonio, un loro, nacque può rischiare un e figlio alle nave maschio, deve che niente i funesta ferro genitori suo d'una chiamarono maschi farsi Ascanio. fondo. ai
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/livio/ab_urbe_condita/!01!liber_i/01.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!