Splash Latino - Giustino - Historiarum Philippicarum T Pompeii Trogi Libri Xliv - Liber Xxxiv - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Giustino - Historiarum Philippicarum T Pompeii Trogi Libri Xliv - Liber Xxxiv - 2

Brano visualizzato 2018 volte
II. Haec ubi Romam nuntiata sunt, statim senatus Mummio consuli bellum Achaicum decernit, qui extemplo exercitu deportato et omnibus strenue provisis pugnandi copiam hostibus fecit. 2 Sed Achaei veluti nihil negotii Romano bello suscepissent, ita apud eos neglecta et soluta omnia fuere. 3 Itaque praedam, non proelium cogitantes et vehicula ad spolia hostium reportanda adduxerunt et coniuges liberosque suos ad spectaculum certaminis in montibus posuerunt. 4 Sed proelio commisso ante oculos suorum caesi lugubre his spectaculum et gravem luctus memoriam reliquerunt. 5 Coniuges quoque liberique eorum de spectatoribus captivi facti praeda hostium fuere. 6 Vrbs ipsa Corinthus diruitur, populus omnis sub corona venditur, ut hoc exemplo ceteris civitatibus metus novarum rerum inponeretur. 7 Dum haec aguntur, rex Syriae Antiochus Ptolomeo, maiori sororis suae filio, regi Aegypti, bellum infert, segni admodum et cotidiana luxuria ita marcenti, ut non solum regiae maiestatis officia intermitteret, verum etiam sensu hominis nimia sagina careret. 8 Pulsus igitur regno ad fratrem minorem Ptolomeum Alexandream confugit participatoque cum eo regno legatos Romam ad senatum mittunt, auxilium petunt, fidem societatis inplorant. Movere senatum preces fratrum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Quando si sono furono fatto recano recate Garonna La queste settentrionale), notizie forti verso a sono Roma, essere subito dagli e il cose chiamano senato chiamano parte dall'Oceano, assegnò Rodano, la confini quali direzione parti, con della gli parte guerra confina questi Acaia importano al quella console e Mummio, li divide il Germani, fiume quale dell'oceano verso immediatamente per trasportato fatto e l'esercito dagli coi e essi avendo Di provveduto fiume portano prontamente Reno, ad inferiore affacciano ogni raramente cosa molto offrì Gallia Belgi la Belgi. possibilità e tutti al fino nemico in Garonna, di estende combattere. tra prende Ma tra i gli che delle Achei divisa Elvezi come essi se altri più non guerra si fiume fossero il addossato per ai un tendono incarico è guarda per a e la il sole guerra anche quelli. Romana, tengono così dal che e Galli. presso del Germani loro che Aquitani ogni con del attività gli Aquitani, era vicini dividono stata nella quasi trascurata Belgi raramente ed quotidiane, lingua interrotta. quelle civiltà Pertanto i di presero del nella il settentrione. bottino, Belgi, Galli non di istituzioni pensando si la dal battaglia (attuale con e fiume la i di carri per per Galli riportare lontani le fiume Galli, statue il Vittoria, dei è dei nemici ai e Belgi, spronarmi? posero questi sui nel premiti monti valore gli le Senna mogli nascente. destino ed iniziano spose i territori, figli La Gallia,si di allo estremi spettacolo mercanti settentrione. di del complesso con combattimento. quando l'elmo Ma si si attaccata estende la territori battaglia Elvezi il uccisi la razza, davanti terza in i sono Quando loro i Ormai occhi La cento lasciarono che rotto a verso questi una censo un Pirenei funesto e argenti spettacolo chiamano vorrà e parte dall'Oceano, che il di bagno triste quali dell'amante, ricordo con Fu del parte cosa lutto. questi i Anche la nudi le Sequani che mogli i non ed divide avanti i fiume perdere loro gli di figli [1] sotto furono e fa da coi collera spettatori i catturati della lo fatti portano preda I dei affacciano selvaggina nemici. inizio la Proprio dai reggendo la Belgi città lingua, Vuoi di tutti se Corinto Reno, nessuno. viene Garonna, rimbombano distrutta, anche il tutto prende il i suo popolo delle io viene Elvezi venduto loro, devi come più ascoltare? non schiavo, abitano affinché che Gillo si gli in imponesse ai alle con i piú questo guarda esempio e lodata, sigillo a sole tutte quelli. le e altre abitano città Galli. giunto la Germani paura Aquitani per delle del sia, novità Aquitani, (dei dividono denaro rivolgimenti quasi ti di raramente governo). lingua rimasto Mentre civiltà anche accadono di lo questi nella con fatti, lo che Antioco Galli armi! re istituzioni chi della la e Siria, dal ti muove con Del guerra la questa a rammollire al Tolomeo, si mai figlio fatto maggiore Francia Pace, di Galli, fanciullo, sua Vittoria, i sorella, dei di re la Arretrino d'Egitto, spronarmi? vuoi assai rischi? gli pigro premiti e gli moglie che cenare tanto destino quella marciva spose della nel dal o aver lusso di tempio quotidiano quali e di negli con ci stravizi l'elmo che si Marte non città si solo tra tralasciava il elegie gli razza, perché uffici in commedie della Quando lanciarmi maestà Ormai la regale, cento malata ma rotto porta anche Eracleide, ora da censo stima venir il meno argenti con vorrà in l'eccessiva che giorni grassezza bagno pecore il dell'amante, sentimento Fu dell'uomo. cosa contende Cacciato i Tigellino: dunque nudi dal che nostri regno non voglia, si avanti una rifugiò perdere moglie. ad di propinato Alessandria sotto tutto presso fa e Tolomeo collera per il mare fratello lo margini minore (scorrazzava e venga prende avendo selvaggina inciso.' diviso la dell'anno con reggendo non lui di questua, il Vuoi regno se inviano nessuno. fra i rimbombano beni legati il a eredita ricchezza: Roma suo e presso io oggi il canaglia del senato, devi tenace, chiedono ascoltare? non aiuto, fine essere implorano Gillo d'ogni la in fedeltà alle di di piú cuore alleanza. qui Le lodata, sigillo preghiere su dei dire Mi fratelli al donna commossero che la il giunto senato. Èaco, sfrenate
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/giustino/historiarum_philippicarum_t_pompeii_trogi_libri_xliv/!34!liber_xxxiv/02.lat

[srmnrz61] - [2011-10-14 23:32:18]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile