Splash Latino - Giustino - Historiarum Philippicarum T Pompeii Trogi Libri Xliv - Liber Xiii - 6

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Giustino - Historiarum Philippicarum T Pompeii Trogi Libri Xliv - Liber Xiii - 6

Brano visualizzato 872 volte
VI. 1 Interea Perdicca bello Ariarathi, regi Cappadocum, inlato proelio victor nihil praemii praeter vulnera et pericula rettulit. 2 Quippe hostes ab acie in urbem recepti occisis coniugibus et liberis domos quisque suas cum omnibus copiis incenderunt; 3 eodem congestis etiam servitiis semet ipsi praecipitant, ut nihil hostis victor suarum rerum praeter incendii spectaculo frueretur. 4 Inde, ut viribus auctoritatem regiam adquireret, ad nuptias Cleopatrae, sororis Alexandri Magni et alterius Alexandri quondam uxoris, non aspernante Olympiade, matre eius, intendit, 5 sed prius Antipatrum sub adfinitatis obtentu capere cupiebat. 6 Itaque fingit se in matrimonium filiam eius petere, quo facilius ab eo supplementum tironum ex Macedonia obtineret. 7 Quem dolum praesentiente Antipatro, dum duas eodem tempore uxores quaerit, neutram obtinuit. 8 Post haec bellum inter Antigonum et Perdiccam oritur. 9 Antigono Crateros et Antipater auxilium ferebant, qui facta cum Atheniensibus pace Polyperconta Graeciae et Macedoniae praeponunt. 10 Perdicca alienatis regibus, Arridaeo et Alexandro, Magni filio, in Cappadocia, quorum cura illi mandata fuerat, de summa belli [amicos] in consilium adhibet. 11 Quibusdam placebat bellum in Macedoniam transferri, ad ipsum fontem et caput regni, ubi et Olympias esset, mater Alexandri, 12 non mediocre momentum partium et civium favor propter Alexandri Philippique nomina; 13 sed in rem visum est ab Aegypto incipero, ne in Macedoniam profectis Asia a Ptolomeo occuparetur. 14 Eumeni praeter provincias, quas acceperat, Paphlagonia et Caria et Lycia et Phrygia adiciuntur. 15 Ibi Crateron et Antipatrum opperiri iubetur; adiutores ei dantur cum exercitibus suis frater Perdiccae Alcetas et Neoptolemus; 16 Clito cura classis traditur; Cilicia Philotae adempta Philoxeno datur; ipse Perdicca Aegyptum cum ingenti exercitu petit. 17 Sic Macedonia in duas partes discurrentibus ducibus in sua viscera armatur, ferrumque ab hostili bello in civilem sanguinem vertit, exemplo furentium manus ac membra sua ipsa caesura. 18 Sed Ptolomeus in Aegypto sollerti industria magnas opes parabat. 19 Quippe et Aegyptios insigni moderatione in favorem sui sollicitaverat et reges finitimos beneficiis obsequiisque devinxerat; 20 terminos quoque imperii adquisita Cyrene urbe ampliaverat factusque iam tantus erat, ut non tam timeret hostem quam timendus ipse hostibus esset.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

VI. dei di Tuttavia la Arretrino Perdicca, spronarmi? avendo rischi? portato premiti la gli moglie guerra cenare negli destino stati spose della Ariarate, dal re di della quali lo Cappadocia, di in non con ci ottenne l'elmo le dalla si sua città vittoria tra dalla che il dei razza, perché pericoli in e Quando lanciarmi delle Ormai ferite: cento malata infatti rotto porta i Eracleide, ora Barbari, censo cacciati il piú dal argenti con campo vorrà di che giorni battaglia, bagno rientrarono dell'amante, nella Fu Fede loro cosa contende città, i Tigellino: uccisero nudi voce i che nostri loro non voglia, figli avanti una e perdere moglie. le di propinato donne, sotto tutto bruciarono fa le collera per loro mare case lo margini e (scorrazzava riconosce, le venga prende loro selvaggina inciso.' ricchezze; la dell'anno e reggendo per di questua, non Vuoi lasciare se ai nessuno. fra vincitori rimbombano beni nient'altro il incriminato. che eredita ricchezza: lo suo e spettacolo io oggi dell'incendio, canaglia del gettano devi i ascoltare? non privato. a loro fine essere schiavi Gillo d'ogni nelle in gli fiamme alle e piú cuore vi qui stessa si lodata, sigillo pavone precipitano su loro dire Mi stessi. al Allora che la Perdicca, giunto delle desiderando Èaco, aggiungere per ressa al sia, graziare suo mettere potere denaro il ti cassaforte. titolo lo cavoli di rimasto vedo re, anche la chiese, lo con con uguale il che propri nomi? consenso armi! di chi giardini, Olimpia, e affannosa la ti malgrado mano Del a di questa a Cleopatra, al sorella mai di scrosci Alessandro Pace, Magno, fanciullo, 'Sí, e i abbia già di ti sposa Arretrino magari prima vuoi a dell'altro gli si Alessandro; c'è limosina ma, moglie per o sedurre quella propina Antipatro della dice. con o aver di falsi tempio trova piani lo volta di in gli alleanza, ci In e le mio per Marte fiato ottenere si è più dalla questo facilmente elegie una da perché liberto: lui commedie campo, un lanciarmi o rinforzo la di malata poi Macedoni, porta essere gli ora chiede stima al allo piú può stesso con da tempo in la giorni mano pecore scarrozzare di spalle un sua Fede piú figlia. contende patrono Antipatro Tigellino: scoprì voce sdraiato i nostri antichi suoi voglia, piani una fa e moglie. difficile le propinato due tutto spose e libra che per altro? chiedeva dico? gli margini furono riconosce, di rifiutate. prende gente inciso.' nella La dell'anno guerra non tempo scoppiò questua, Galla', in in seguito chi tra fra O Antigone beni da e incriminato. Perdicca; ricchezza: casa? Antigone e lo aveva oggi abbiamo per del stravaccato lui tenace, in Cratero privato. a sino ed essere a Antipatro d'ogni alzando che, gli per avendo di denaro, concluso cuore la stessa impettita pace pavone il con la Roma gli Mi Ateniesi, donna iosa diede la con a delle e Poliperconte sfrenate colonne il ressa governo graziare l'hai della coppe sopportare Macedonia della guardare e cassaforte. della cavoli fabbro Bisognerebbe Grecia. vedo Perdicca, la il vedendo che farsi la uguale piú sua propri nomi? Sciogli fortuna Nilo, soglie cambiare giardini, faccia, affannosa guardarci consulta, malgrado vantaggi in a ville, Cappadocia, a sulla platani si condotta dei della son stesse guerra il che 'Sí, Odio scoppiava, abbia Arideo ti e magari farla il a cari figlio si di limosina Alessandro, vuota comando entrambi mangia affidati propina alle dice. sue di due cure. trova inesperte Alcuni volta volevano gli trasportare In altro il mio che teatro fiato toga, di è una guerra questo tunica in una e Macedonia, liberto: interi sede campo, rode e o di centro Muzio calore dell'impero, poi dove essere sin Olimpia, pane di madre al vuoto di può Alessandro, da Ai e un di i si Latino nomi scarrozzare con di un suo piú rabbia marito patrono e mi il di sdraiato disturbarla, suo antichi di figlio, conosce doganiere ancora fa rasoio cari difficile alla adolescenti? nazione, Eolie, promesse avrebbero libra assicurato altro? il la successo vecchi della di per loro gente che causa. nella buonora, Tuttavia, e si tempo nulla preferì Galla', del iniziare la dall'Egitto, che ogni per O quella paura da portate? che, libro bische passando casa? Va in lo Macedonia, abbiamo timore l'Asia stravaccato castigo fosse in mai, consegnata sino nelle a che mani alzando che, di per Tolomeo. denaro, danarosa, La e Paflagonia, impettita va la il Caria, Roma le la la Licia iosa costrinse e con la e o Frigia colonne chiusa: piú furono l'hai unite sopportare osato, alle guardare avevano province in governate fabbro Bisognerebbe da se Eumene. il o Gli farsi e fu piú ordinato Sciogli giusto, di soglie ha aspettare mare, guardarci possiedo Cratero vantaggi s'è ed ville, vento Antipatro. di miei Alceta, si i fratello brucia tra di stesse collo Perdicca nell'uomo e Odio Mecenate Neottolemo, altrove, dovevano le vita prestargli farla il il cari che sostegno gente delle a loro comando fa forze. ad soffio La si Locusta, flotta Di fu due muore affidata inesperte a te sanguinario Clito; tribuni, gioco? il altro la governo che (e della toga, Cilicia una passò tunica e da e non Filota interi I a rode Filosseno; di trema Perdicca calore se entrò 'C'è non personalmente sin costruito in di Egitto vuoto chi alla recto rende, testa Ai il di di sbrigami, un Latino possente con esercito. timore Così rabbia fanno la di di Macedonia, il divisa disturbarla, ad in di vendetta? due doganiere tranquillo? fazioni rasoio con dalla gioca blandisce, separazione nel dei promesse Se suoi terrori, chi capi, si rivolse inumidito funebre contro chiedere l'ascolta, se per mescolato stessa che le buonora, è armi la e ancora nulla può macchiate del un del in precedenza sangue ogni 'Sono nemico, quella fiamme, il e, portate? una nel bische aspetti? suo Va cieco al delirio, timore strappò castigo se con mai, le pupillo cena, sue che il stesse che, ricchezza mani smisurato le danarosa, questo sue lettiga i viscere. va anche Tolomeo, da tuttavia, le dormire non russare trascurò costrinse incinta nulla botteghe i per o rafforzare che prezzo il piú Ma suo privato potere osato, scomparso in avevano a Egitto, applaudiranno. sepolti aveva sulla tutto guadagnato pazienza proprio con o pace la e all'anfora, sua lettighe casa. gentilezza giusto, volessero?'. l'affetto ha centomila degli Aurunca casa abitanti possiedo e s'è col si vento se era miei dice, accattivato i in i tra di re collo ha vicini per con Mecenate fascino i qualche la suoi vita Flaminia favori il Quando e che la tutto sua triclinio generosità; fa d'udire infine, soffio altare. aveva Locusta, aumentato, di legna. con muore il la sottratto è conquista sanguinario per di gioco? e Cirene, la solitudine i (e confini vizio? di nel del i fai suo e Matone, impero; non e I di tale genio? era trema la se Che portata non della costruito schiaccia sua si forza, chi patrizi che rende, m'importa egli il e doveva sbrigami, moglie ispirare Ma paura E evita piuttosto stelle. le che fanno Laurento provarne. di un
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/giustino/historiarum_philippicarum_t_pompeii_trogi_libri_xliv/!13!liber_xiii/06.lat

[degiovfe] - [2018-10-31 23:24:31]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile