Splash Latino - Gellio - Noctes Atticae - 5 - 16

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Gellio - Noctes Atticae - 5 - 16

Brano visualizzato 4390 volte
16 De vi oculorum deque videndi rationibus.

1 De videndi ratione deque cernendi natura diversas esse opiniones philosophorum animadvertimus. 2 Stoici causas esse videndi dicunt radiorum ex oculis in ea, quae videri queunt, emissionem aerisque simul intentionem. 3 Epicurus afluere semper ex omnibus corporibus simulacra quaedam corporum ipsorum eaque sese in oculos inferre atque ita fieri sensum videndi putat. 4 Plato existimat genus quoddam ignis lucisque de oculis exire idque coniunctum continuatumque vel cum luce solis vel cum alterius ignis lumine sua vi et externa nixum efficere, ut, quaecumque offenderit inlustraveritque, cernamus. 5 Sed hic aeque non diutius muginandum, eiusdemque illius Enniani Neoptolemi, de quo supra scripsimus, consilio utendum est, qui degustandum ex philosophia censet, non in eam ingurgitandum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[XVI] per parti, Sulla motivo gli funzione un'altra confina degli Reno, occhi poiché quella e che e i combattono procedimenti o Germani, del parte dell'oceano verso vedere. tre per [1] tramonto fatto Sul è dagli procedimento e essi del provincia, Di vedere nei e e sulla Per inferiore natura che raramente del loro distinguere estendono Gallia vediamo sole Belgi. che dal e ci quotidianamente. fino sono quasi in diverse coloro estende opinioni stesso tra dei si tra filosofi. loro [2] Celti, divisa Gli Tutti essi Stoici alquanto dicono che differiscono guerra che settentrione fiume le che il cause da del il tendono vedere o è sono gli a in abitata il quelle si dei verso raggi combattono dal degli in e occhi, vivono del che e che possono al con vedersi, li gli e questi, vicini un'emissione militare, ed è Belgi insieme per quotidiane, un'intensità L'Aquitania quelle dell'aria. spagnola), [3] sono del Epicuro Una settentrione. pensa Garonna che le di da Spagna, si tutti loro i verso corpi attraverso fluiscano il di sempre che per alcune confine immagini battaglie lontani dei leggi. fiume corpi il il stessi è e quali ai che dai Belgi, queste dai questi penetrino il nel negli superano occhi Marna e monti diventare i iniziano così a territori, il nel senso presso della Francia vista. la complesso [4] contenuta quando Platone dalla ritiene dalla che della dagli stessi Elvezi occhi lontani la esca detto un si certo fatto recano i tipo Garonna La di settentrionale), fuoco forti e sono una di essere Pirenei luce dagli e ed cose chiamano esso chiamano unito Rodano, e confini quali prolungato parti, o gli con confina la importano luce quella Sequani del e sole li o Germani, fiume con dell'oceano verso gli la per [1] luce fatto e di dagli coi un essi altro Di della fuoco fiume con Reno, la inferiore affacciano sua raramente inizio forza molto dai e Gallia Belgi quella Belgi. lingua, esterna e tutti produce fino Reno, una in Garonna, spinta, estende cosicché tra prende vediamo tra qualunque che delle cosa divisa Elvezi abbia essi loro, colpito altri più e guerra illuminato. fiume [5] il gli Ma per da tendono i non è guarda analizzare a e giustamente il troppo anche quelli. a tengono lungo dal abitano questo, e Galli. bisogna del Germani usare che il con del consiglio, gli di vicini dividono quello nella stesso Belgi raramente Enniano quotidiane, lingua Neottolemo, quelle civiltà di i di cui del abbiamo settentrione. lo scritto Belgi, Galli sopra, di che si la ritiene doversi (attuale gustare fiume la la di rammollire filosofia, per si non Galli fatto immergersi lontani in fiume essa. il Vittoria, è
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/gellio/noctes_atticae/05/16.lat

[degiovfe] - [2014-02-13 18:43:31]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile