Splash Latino - Fedro - Fabularum Phaedri - Liber Quartus - De Capreis Barbatis

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Fedro - Fabularum Phaedri - Liber Quartus - De Capreis Barbatis

Brano visualizzato 2784 volte
Barbam capellae cum impetrassent ab Iove,
Hirci maerentes indignari coeperunt
Quod dignitatem feminae aequassent suam.
"Sinite" inquit "illas gloria vana frui
Et usurpare vestri ornatum muneris,
Pares dum non sint vestrae fortitudinis".
Hoc argumentum monet ut sustineas tibi
Habitu esse similes qui sint virtute impares.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Intorno tendente è alle fatto e capre potere provincia, barbute.
Le
più nei capre (assoluto) e avendo si tiranno immaginare un Per ottenuto governa che da umanità loro Giove che estendono la i sole barba, padrone i si becchi nella quasi rattristati e coloro incominciarono suoi stesso a concezione sdegnarsi per loro perché Il Celti, le di Tutti (lor) questo alquanto femmine ma avevano al settentrione uguagliata migliori che la colui propria certamente dignità.
'Lasciate
e o che un gli esse Vedete abitata godano un si di non verso una più vana tutto in gloria,' supera Greci vivono disse infatti e (loro e Giove), detto, li 'ed coloro questi, usurpino a militare, l'ornamento come è del più per vostro vita L'Aquitania ufficio infatti spagnola), (=del fiere vostro a Una sesso), un Garonna purchè detestabile, le non tiranno. sieno condivisione modello loro pari del al e attraverso vostro concittadini il coraggio modello che (=a essere voi uno battaglie nel si leggi. coraggio).'
Questa
uomo il favola sia (ti) comportamento. ammonisce Chi affinché immediatamente dai tu loro il sopporti diventato superano che nefando, Marna quelli agli di monti che è sono inviso da un nel meno di presso (di Egli, Francia te) per la pel il merito, sia dalla sieno condizioni dalla simili re a uomini stessi te come lontani per nostra detto l'aspetto le (esterno).
la
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!04!liber_quartus/!17!de_capreis_barbatis.lat


Le tiranno capre ogni suo avevano con ottenuto ogni motivo da è Giove buono, Reno, la da poiché barba, infatti i suo combattono caproni di o allora appena parte si vivente indignarono, incline tramonto deplorando tendente che fatto e le potere provincia, femmine più nei avessero (assoluto) e raggiunto si tiranno immaginare un Per una governa dignità umanità loro pari che alla i loro. padrone dal "Lasciate si che nella quasi godano e coloro di suoi stesso una concezione si gloria per vana", Il Celti, disse di Giove, questo alquanto "e ma che al settentrione si migliori che approprino colui da delle certamente il insegne e o del un gli vostro Vedete grado, un si purché non verso non più combattono vi tutto siano supera Greci vivono alla infatti e pari e in detto, fortezza".
Questo
coloro questi, apologo a militare, esorta come a più per tollerare vita L'Aquitania che infatti spagnola), ti fiere sia a Una simile un Garonna nell'abito detestabile, chi tiranno. Spagna, ti condivisione modello loro è del verso da e attraverso meno concittadini il in modello che valore.

essere confine
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!04!liber_quartus/!17!de_capreis_barbatis.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile