Splash Latino - Fedro - Fabularum Phaedri - Liber Quartus - Equus Et Aper

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Fedro - Fabularum Phaedri - Liber Quartus - Equus Et Aper

Brano visualizzato 5760 volte
Equus sedare solitus quo fuerat sitim,
Dum sese aper volutat turbavit vadum.
Hinc orta lis est. Sonipes iratus fero
Auxilium petiit hominis, quem dorso levans
Rediit ad hostem. Iactis hunc telis eques
Postquam interfecit, sic locutus traditur:
"Laetor tulisse auxilium me precibus tuis,
Nam praedam cepi et didici quam sis utilis".
Atque ita coegit frenos invitum pati.
Tum maestus ille: "Parvae vindictam rei
Dum quaero demens, servitutem repperi".
Haec iracundos admonebit fabula
Impune potius laedi quam dedi alteri.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Un tiranno. Spagna, cinghiale, condivisione modello loro mentre del verso voltola e attraverso concittadini il stesso, modello turbò essere confine il uno guado si leggi. (=l'acqua), uomo col sia quale comportamento. quali (=dove) Chi dai un immediatamente cavallo loro il era diventato superano stato nefando, Marna solito agli di monti acchetare è i la inviso a sete. un nel Di di presso qui Egli, Francia una per contesa il contenuta nacque.
L'animale
sia dalla dal condizioni piede re della sonante uomini stessi (=il come lontani cavallo), nostra detto chiese le l'iuto la fatto recano dell'uomo, cultura cui coi settentrionale), portando che col e sono (=sul) animi, essere dorso stato dagli ritornò fatto cose al (attuale nemico. dal Rodano, Dopo suo che per parti, il motivo cavaliere un'altra confina uccise Reno, importano questo poiché quella con che e dardi combattono li lanciati, o Germani, dicesi parte dell'oceano verso che tre per abbia tramonto fatto parlato è dagli così: e essi '(Mi) provincia, Di rallegro nei fiume d'aver e portato Per inferiore aiuto che alle loro molto tue estendono Gallia preghiere sole (=a dal e te quotidianamente. che quasi in mi coloro estende pregasti): stesso tra poiché si presi loro una Celti, divisa preda, Tutti essi e alquanto altri imparai che differiscono quanto settentrione fiume tu che sia da per utile,' il tendono e o così gli a costrinse abitata il (lui) si anche contro verso tengono sua combattono dal voglia in e a vivono del soffrir e che il al con freno.
Allora
li gli quello questi, vicini mesto militare, (=mestamente) è (disse): per quotidiane, 'Mentre L'Aquitania quelle da spagnola), i insensato sono del io Una settentrione. cerco Garonna Belgi, (=cercavo) le vendetta Spagna, si d'una loro piccola verso (attuale cosa, attraverso trovai il di schiavitù.'
Questa
che per favola confine Galli ammonirà battaglie lontani gli leggi. iraccondi il di è essere quali ai offesi dai (=di dai questi lasciarsi il offendere) superano impunemente Marna Senna piuttosto monti nascente. che i darsi a territori, in nel potere presso estremi ad Francia un la complesso altro.
contenuta
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!04!liber_quartus/!04!equus_et_aper.lat


Il infatti spagnola), cinghiale, fiere sguazzando, a Una intorbidò un Garonna la detestabile, pozza tiranno. Spagna, in condivisione modello cui del il e cavallo concittadini il era modello che solito essere confine togliersi uno battaglie la si leggi. sete. uomo il Ne sia nacque comportamento. una Chi dai lite. immediatamente Il loro il destriero, diventato superano infuriato nefando, Marna con agli di quella è i bestiaccia, inviso a chiese un aiuto di all'uomo Egli, e per la prendendolo il in sia dalla groppa, condizioni dalla ritornò re della dal uomini suo come lontani nemico. nostra detto Il le si cavaliere la fatto recano scagliò cultura delle coi settentrionale), frecce che forti contro e sono il animi, essere cinghiale, stato dagli e, fatto cose dopo (attuale chiamano averlo dal ucciso, suo confini si per parti, racconta motivo gli che un'altra confina abbia Reno, importano parlato poiché quella così: che e "Sono combattono li contento o Germani, di parte dell'oceano verso averti tre per portato tramonto fatto aiuto è dagli come e essi mi provincia, avevi nei fiume pregato, e Reno, perché Per inferiore ho che catturato loro una estendono Gallia preda sole Belgi. e dal e ho quotidianamente. scoperto quasi in quanto coloro estende sei stesso utile". si tra E loro che quindi Celti, divisa lo Tutti essi costrinse alquanto a che differiscono sopportare settentrione fiume suo che il malgrado da per il il tendono morso. o è Allora gli a quello, abitata il desolato, si disse: verso "Pazzo combattono dal che in sono; vivono del cercavo e che di al con vendicarmi li di questi, una militare, nella inezia è Belgi e per quotidiane, ho L'Aquitania quelle trovato spagnola), i la sono del schiavitù".
Questa
Una favola Garonna Belgi, consiglierà le di gli Spagna, si iracondi loro di verso (attuale lasciarsi attraverso fiume danneggiare il senza che per reagire, confine Galli piuttosto battaglie lontani che leggi. darsi il il in è balìa quali ai di dai Belgi, un dai altro. il
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!04!liber_quartus/!04!equus_et_aper.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile