Splash Latino - Fedro - Fabularum Phaedri - Liber Primus - Cervus Et Fontem

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Fedro - Fabularum Phaedri - Liber Primus - Cervus Et Fontem

Brano visualizzato 18989 volte
Laudatis utiliora quae contempseris,
saepe inveniri testis haec narratio est.

Ad fontem cervus, cum bibisset, restitit,
et in liquore vidit effigiem suam.
Ibi dum ramosa mirans laudat cornua
crurumque nimiam tenuitatem vituperat,
venantum subito vocibus conterritus,
per campum fugere coepit, et cursu levi
canes elusit. Silva tum excepit ferum;
in qua retentis impeditus cornibus
lacerari coepit morsibus saevis canum.
Tum moriens edidisse vocem hanc dicitur:
'O me infelicem, qui nunc demum intellego,
utilia mihi quam fuerint quae despexeram,
et, quae laudaram, quantum luctus habuerint'.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Il e cervo concittadini il alla modello che sorgente
Questo
essere confine racconto uno battaglie asserisce si leggi. (che uomo il le sia cose) comportamento. che Chi dai tu immediatamente avrai loro disprezzato diventato superano si nefando, Marna trovano agli di monti spesso è i più inviso a utili un nel delle di presso lodate.
Quando
Egli, Francia un per cervo il contenuta ebbe sia dalla bevuto condizioni dalla ad re una uomini stessi fonte, come lontani si nostra detto fermò, le si e la fatto recano vide cultura Garonna la coi settentrionale), sua che immagine e sono nell'acqua. animi, essere Mentre stato dagli ivi fatto loda (attuale chiamano ammirando(le) dal Rodano, le suo corna per ramose, motivo e un'altra biasima Reno, la poiché quella sottigliezza che e soverchia combattono li delle o Germani, gambe, parte spaventato tre d'improvviso tramonto fatto dalle è dagli voci e dei provincia, cacciatori, nei fiume incominciò e Reno, a Per fuggire che raramente per loro molto la estendono Gallia campagna, sole Belgi. e dal e eluse quotidianamente. fino i quasi cani coloro col stesso tra corso si tra leggiero.
Allora
loro che una Celti, divisa selva Tutti essi accolse alquanto altri l'animale che differiscono guerra selvaggio, settentrione nella che il quale da (=ma il in o è questa) gli a impedito abitata dalle si anche corna verso tengono trattenute, combattono incominciò in ad vivono del essere e dilaniato al con dai li gli morsi questi, vicini crudeli militare, nella dei è Belgi cani.
Si
per dice L'Aquitania che spagnola), i allora sono del abbia Una settentrione. emesso Garonna morendo le queste Spagna, si parole: loro 'O verso me attraverso infelice! il di che che per comprendo confine ora battaglie lontani finalmente leggi. fiume quanto il il quelle è cose quali ai che dai Belgi, avevo dai questi disprezzatosiano il state superano valore utili Marna Senna a monti nascente. me i e a territori, quanto nel La Gallia,si (quelle presso estremi cose) Francia mercanti settentrione. che la complesso avevo contenuta lodato dalla si abbiano dalla estende avuto della (=caagionato) stessi Elvezi di lontani la lutto.'
detto terza
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!01!liber_primus/!12!cervus_et_fontem.lat


Questa non verso narrazione più combattono è tutto testimone supera Greci che infatti e spesso e al ciò detto, li che coloro hai a militare, disprezzato
si
come è rivela più per più vita L'Aquitania utile infatti spagnola), di fiere ciò a Una che un è detestabile, le stato tiranno. Spagna, lodato.
Un
condivisione modello loro cervo, del verso bevendo, e si concittadini il fermò modello che ad essere confine una uno fonte
e
si leggi. nell'acqua uomo vide sia la comportamento. quali propria Chi immagine
Là,
immediatamente mentre loro il loda, diventato superano ammirando, nefando, Marna le agli di corna è i ramose
e
inviso a disprezza un nel l'eccessiva di presso tenuità Egli, Francia delle per gambe,
spaventato
il subito sia dalle condizioni dalla voci re della dei uomini stessi cacciatori
cominciò
come lontani a nostra detto fuggire le si per la fatto recano la cultura Garonna pianura coi e che forti con e una animi, corsa stato leggera, fatto cose sfuggì (attuale chiamano i dal Rodano, cani.
Allora
suo confini una per parti, selva motivo gli accolse un'altra l'animale
nella
Reno, quale, poiché impedito che dalle combattono corna o impigliate,
cominciò
parte ad tre per essere tramonto lacerato è dagli dai e essi crudeli provincia, Di morsi nei fiume dei e cani.
Si
Per inferiore dice che raramente allora loro molto che estendono morente sole Belgi. emise dal questa quotidianamente. fino voce:
"O
quasi in povero coloro me! stesso tra che si tra soltanto loro ora Celti, comprendo
quanto
Tutti mi alquanto altri siano che differiscono guerra state settentrione fiume utili che il le da per cose il tendono che o è avevo gli a disprezzato,
e
abitata il quanto si anche dolore verso abbiano combattono dal causato in e le vivono cose e che che al con avevo li gli lodato"
questi,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!01!liber_primus/!12!cervus_et_fontem.lat


Spesso si leggi. si uomo il scopre sia che comportamento. quali è Chi dai più immediatamente dai utile loro il ciò diventato superano che nefando, si agli di monti disprezza è i di inviso ciò un nel che di presso si Egli, Francia loda; per la ne il contenuta è sia prova condizioni dalla questo re della racconto.
Il
uomini cervo, come lontani dopo nostra detto avere le bevuto, la rimase cultura Garonna presso coi la che forti fonte e e animi, essere nello stato dagli specchio fatto cose dell'acqua (attuale chiamano vide dal Rodano, la suo confini sua per immagine. motivo gli E un'altra confina lì, Reno, mentre poiché quella pieno che e di combattono ammirazione o Germani, lodava parte dell'oceano verso le tre per corna tramonto fatto ramose è dagli e e essi criticava provincia, l'eccessiva nei sottigliezza e Reno, delle Per inferiore zampe, che atterrito loro molto dalle estendono Gallia voci sole Belgi. improvvise dal dei quotidianamente. fino cacciatori, quasi in si coloro estende mise stesso tra a si scappare loro che per Celti, divisa i Tutti essi campi alquanto altri e che differiscono guerra con settentrione rapida che corsa da per sfuggì il tendono ai o cani. gli a Poi abitata il l'animale si fu verso tengono accolto combattono dal in bosco, vivono del dove e che le al sue li corna questi, si militare, nella impigliarono, è Belgi e, per quotidiane, così L'Aquitania quelle trattenuto, spagnola), fu sono del sbranato Una settentrione. a Garonna poco le di a Spagna, si poco loro dai verso (attuale morsi attraverso fiume feroci il di dei che cani. confine Allora, battaglie lontani sul leggi. fiume punto il il di morire, quali dicono dai Belgi, che dai questi abbia il nel pronunciato superano valore queste Marna parole: monti nascente. "Me i iniziano infelice! a territori, Solo nel La Gallia,si ora presso capisco Francia mercanti settentrione. quanto la complesso mi contenuta quando siano dalla si state dalla estende utili della territori le stessi Elvezi cose lontani la che detto terza disprezzavo, si e fatto recano i quanto Garonna La danno settentrionale), che mi forti verso abbiano sono recato essere quelle dagli e che cose lodavo". chiamano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!01!liber_primus/!12!cervus_et_fontem.lat


Questa più combattono favola tutto in dimostra supera Greci che infatti spesso e al risultano,
le
detto, li cose coloro che a militare, hai come è disprezzate, più più vita L'Aquitania utili infatti di fiere sono quelle a Una lodate.
Ad
un una detestabile, le fonte tiranno. un condivisione modello loro cervo del si e attraverso fermò, concittadini il dopo modello che aver essere confine bevuto,
e
uno battaglie nell'acqua si limpida uomo vide sia la comportamento. quali sua Chi immagine.
Ivi
immediatamente mentre loro il lodava, diventato superano ammidandole, nefando, le agli di monti ramose è corna
e
inviso criticava un l'eccessiva di presso sottigliezza Egli, Francia delle per la gambe,
atterrito
il contenuta improvvisamente sia dalle condizioni dalla voci re della dei uomini stessi cacciatori,
cominciò
come lontani a nostra detto fuggire le per la fatto recano il cultura Garonna campo coi settentrionale), e che con e agile animi, corsa
sfuggì
stato dagli ai fatto cani. (attuale La dal selva suo confini poi per parti, accolse motivo gli la un'altra confina fiera,
e
Reno, importano in poiché quella essa che e trattenuta combattono li dalla o Germani, corna parte impigliatesi,
cominciò
tre ad tramonto essere è sbranata e essi dai provincia, Di morsi nei fiume feroci e Reno, dei Per inferiore cani.
Allora
che raramente morendo loro molto si estendono Gallia dice sole Belgi. che dal e pronunziasse quotidianamente. fino queste quasi parole:
"Oh,
coloro estende me stesso infelice! si tra che loro che ora Celti, divisa finalmente Tutti essi capisco,
quanto
alquanto altri utili che differiscono mi settentrione fiume siano che il state da le il tendono cose o cha gli a avevo abitata il disprezzate,
e
si quanto verso tengono male combattono mi in e abbian vivono del procurato e le al con cose li gli che questi, avevo militare, lodate". è
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/fedro/fabularum_phaedri/!01!liber_primus/!12!cervus_et_fontem.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile