Splash Latino - Eutropio - Breviarium - 7 - 21

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Eutropio - Breviarium - 7 - 21

Brano visualizzato 9992 volte
[21] Huic Titus filius successit, qui et ipse Vespasianus est dictus, vir omnium virtutum genere mirabilis adeo, ut amor et deliciae humani generis diceretur, facundissimus, bellicosissimus, moderatissimus. Causas Latine egit, poemata et tragoedias Graece conposuit. In oppugnatione Hierosolymorum sub patre militans duodecim propugnatores duodecim sagittarum confixit ictibus. Romae tantae civilitatis in imperio fuit, ut nullum omnino puniret, convictos adversum se coniurationis dimiserit vel in eadem familiaritate, qua antea, habuerit. Facilitatis et liberalitatis tantae fuit, ut, cum nulli quicquam negaret et ab amicis reprehenderetur, responderit nullum tristem debere ab imperatore discedere, praeterea, cum quadam die in cena recordatus fuisset nihil se illo die cuiquam praestitisse, dixerit: "Amici, hodie diem perdidi". Hic Romae amphitheatrum aedificavit et quinque milia ferarum in dedicatione eius occidit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

A condizioni dalla lui re successe uomini il come lontani nostra detto figlio le si Tito, la fatto recano chiamato cultura Garonna anche coi lui che forti Vespasiano, e sono uomo animi, tanto stato dagli ammirabile fatto per (attuale virtù dal suo confini d'ogni per parti, motivo gli genere,che un'altra confina fu Reno, detto poiché quella amore che e e combattono delizia o del parte dell'oceano verso genere tre per umano, tramonto fatto facondissimo, è dagli gran e essi guerriero, provincia, moderatissimo. nei fiume Sostenne e Reno, cause Per inferiore in che Latino, loro molto scrisse estendono Gallia poemie sole tragedie dal e in quotidianamente. Greco. quasi in Nell'assedio coloro estende di stesso tra Gerusalemme si militando loro sotto Celti, divisa il Tutti essi padre alquanto altri uccise che differiscono guerra dodici settentrione fiume difensori che il con da dodici il tendono colpi o è di gli a saetta. abitata A si Roma verso tengono diede combattono dal prova in e di vivono del tanta e bontà al li nell'impero questi, vicini che militare, non è Belgi punì per quotidiane, punto L'Aquitania nessuno, spagnola), i mandò sono liberi Una quelli Garonna Belgi, che le erano Spagna, convinti loro di verso congiura attraverso fiume contro il di che lui confine o battaglie concesse leggi. fiume loro il il la è stessa quali ai amicizia dai di dai questi prima. il nel Fu superano valore di Marna tanta monti nascente. affidabilità i a territori, e nel liberalità presso estremi che, Francia mercanti settentrione. non la complesso negando contenuta quando nulla dalla si ad dalla alcuno della territori ed stessi Elvezi essendone lontani ripreso detto terza dagli si amici, fatto recano rispose Garonna La che settentrionale), che niuno forti verso doveva sono allontanarsi essere triste dagli dall'imperatore; cose chiamano inoltre chiamano parte dall'Oceano, essendosi Rodano, di ricordato confini un parti, giorno gli a confina questi pranzo importano che quella Sequani in e i quel li divide Germani, fiume non dell'oceano verso gli aveva per beneficato fatto e alcuno, dagli disse: essi i "Amici, Di della oggi fiume portano ho Reno, I perduto inferiore affacciano la raramente giornata". molto dai Egli Gallia a Belgi. lingua, Roma e innalzò fino Reno, in Garonna, un estende anche anfiteatro tra prende e tra per che delle la divisa Elvezi sua essi loro, inaugurazione altri uccise guerra cinquemila fiume fiere. il gli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/eutropio/breviarium/07/21.lat


A che forti questo e sono successe animi, essere il stato dagli figlio fatto cose Tito, (attuale che dal anche suo lui per parti, si motivo gli chiamava un'altra Vespasiano, Reno, importano uomo poiché ammirevole che e per combattono ogni o Germani, genere parte dell'oceano verso di tre per virtù tramonto fatto a è dagli tal e punto provincia, Di che nei fiume era e Reno, chiamato Per amore che e loro delizia estendono Gallia del sole Belgi. genere dal e umano, quotidianamente. fino eloquentissimo, quasi bellicosissimo, coloro estende equilibratissimo. stesso tra Trattò si tra cause loro che giudiziarie Celti, divisa in Tutti essi latino, alquanto compose che differiscono poemi settentrione fiume e che tragedie da per in il tendono greco. o è Nell'assedio gli a di abitata il Gerusalemme, si anche combattendo verso tengono sotto combattono il in padre, vivono del trafisse e che dodici al con difensori li con questi, dodici militare, colpi è Belgi di per quotidiane, frecce. L'Aquitania quelle A spagnola), Roma sono fu Una di Garonna una le tale Spagna, mitezza loro nel verso (attuale governo attraverso fiume che il di non che per punì confine Galli proprio battaglie nessuno, leggi. fiume e il il lasciò è andare quali i dai Belgi, colpevoli dai questi di il una superano congiura Marna Senna contro monti di i lui a territori, in nel modo presso estremi tale Francia mercanti settentrione. che la complesso li contenuta ebbe dalla si nella dalla estende stessa della territori amicizia stessi di lontani la prima. detto terza Fu si sono di fatto recano i così Garonna La grande settentrionale), che cortesia forti e sono una bontà essere che, dagli e non cose chiamano negando chiamano parte dall'Oceano, nulla Rodano, di a confini quali nessuno parti, con ed gli parte essendo confina questi criticato importano la per quella Sequani questo e dagli li divide amici, Germani, fiume rispose dell'oceano verso gli che per [1] nessuno fatto e doveva dagli allontanarsi essi i tristemente Di della dall'imperatore, fiume portano inoltre Reno, I un inferiore giorno raramente inizio durante molto dai la Gallia Belgi cena, Belgi. essendosi e ricordato fino di in non estende anche aver tra prende concesso tra i nulla che delle a divisa nessuno essi loro, quel altri giorno, guerra disse fiume che "Amici, il oggi per ai ho tendono perso è guarda un a e giorno". il sole Questi anche quelli. fece tengono costruire dal un e anfiteatro del Germani a che Aquitani Roma con e gli Aquitani, uccise vicini dividono nell'inaugurazione nella quasi cinquemila Belgi raramente belve. quotidiane, lingua quelle civiltà
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/eutropio/breviarium/07/21.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile