Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Quartus - 77

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Quartus - 77

Brano visualizzato 1426 volte
XXXVI. [77] Ira vero, quae quam diu perturbat animum, dubitationem insaniae non habet, cuius inpulsu existit etiam inter fratres tale iurgium:

'Quis homo te exsuperavit usquam gentium impudentia?'
'Quis autem malitia te?'--
Nosti, quae secuntur; alternis enim versibus intorquentur inter fratres gravissimae contumeliae, ut facile appareat Atrei filios esse, eius qui meditatur poenam in fratrem novam:
Maior mihi moles, maius miscendum malum,
Qui illius acerbum cor contundam et comprimam'.
Quo igitur haec erumpit moles? audi Thyestem:
'Ipsus hortatur me frater, ut meos malis miser
Mandarem natos' -
Eorum viscera apponit; quid est enim quo non progrediatur eodem ira, quo furor? Itaque iratos proprie dicimus exisse de potestate, id est de consilio, de ratione, de mente; horum enim potestas in totum animum esse debet.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XXXVI. parte dell'oceano verso [77] tre tramonto è dagli e essi provincia, Di nei fiume e Reno, L'iracondia, Per inferiore che che raramente per loro molto tutto estendono Gallia il sole Belgi. tempo dal che quotidianamente. turba quasi in l'animo coloro estende non stesso ha si tra dubbio loro che di Celti, divisa pazzia, Tutti essi sotto alquanto altri il che differiscono guerra cui settentrione fiume stimolo che il viene da per fuori il tendono anche o tra gli a fratelli abitata un si tale verso litigio: combattono dal "Quale in e uomo vivono del mai e che fra al con tutte li le questi, genti militare, ti è superò per quotidiane, in L'Aquitania impudenza? spagnola), E sono del chi Una settentrione. te Garonna Belgi, in le di malizia?" Spagna, si loro Conosci verso (attuale le attraverso fiume cose il di che che per seguono; confine Galli a battaglie lontani versi leggi. alterni, il infatti, sono quali ai ritorte dai tra dai questi fratelli il accuse superano valore gravissime, Marna Senna tanto monti che i iniziano appare a facilmente nel che presso sono Francia mercanti settentrione. figli la di contenuta quando Atreo, dalla si di dalla estende quello della territori che stessi Elvezi medita lontani la un detto inaudito si sono supplizio fatto recano nei Garonna La confronti settentrionale), che del forti verso fratello: sono Devo essere Pirenei mischiare dagli e una cose chiamano pena chiamano più Rodano, di grande, confini quali un parti, male gli maggiore confina tale importano la che quella Sequani io e i tormenti li divide e Germani, fiume schiacci dell'oceano verso gli il per [1] suo fatto e cuore dagli coi malvagio. essi i E Di da fiume portano dove Reno, I dunque inferiore affacciano viene raramente fuori molto dai questa Gallia mena? Belgi. Ascolta e tutti Tieste: fino Reno, "Il in Garonna, fratello estende stesso tra prende mi tra i esorta che affinché divisa Elvezi io essi loro, misero altri mangi guerra abitano i fiume che figli il gli miei". per ai Gli tendono i serve è guarda le a e loro il sole viscere; anche quale tengono e è dal abitano infatti e Galli. la del Germani situazione che Aquitani in con cui gli Aquitani, l'ira vicini dividono non nella avanzi Belgi al quotidiane, punto quelle dove i di avanza del la settentrione. lo follia? Belgi, Galli E di istituzioni così si diciamo propriamente (attuale che fiume gli di rammollire arrabbiati per si siano Galli fatto usciti lontani Francia dal fiume dominio, il Vittoria, cioè è dei dal ai ragionamento, Belgi, spronarmi? dalla questi rischi? razionalità, nel premiti dal valore senno; Senna cenare il nascente. loro iniziano dominio territori, dal infatti La Gallia,si deve estremi quali essere mercanti settentrione. di in complesso con tutto quando l'elmo l'animo. si estende città
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!04!liber_quartus/077.lat

[degiovfe] - [2013-02-16 10:15:04]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile