Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Quartus - 68

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Quartus - 68

Brano visualizzato 1791 volte
XXXII. [68] Haec laetitia quam turpis sit, satis est diligenter attendentem penitus videre. Et ut turpes sunt, qui ecferunt se laetitia tum cum fruuntur Veneriis voluptatibus, sic flagitiosi, qui eas inflammato animo concupiscunt. Totus vero iste, qui volgo appellatur amor - nec hercule invenio, quo nomine alio possit appellari -, tantae levitatis est, ut nihil videam quod putem conferendum. Quem Caecilius

'deum qui non summum putet,
aut stultum aut rerum esse imperitum' existumat.
'Cui in manu sit,'quem esse dementem velit,
Quem sapere' quem sanari' quem in morbum inici,
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Quem contra amari, quem expeti, quem arcessier.'


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XXXII. concittadini il modello che [68] essere uno si leggi. uomo il sia comportamento. quali Chi dai immediatamente loro il E diventato superano sufficiente nefando, Marna che agli di uno, è riflettendo inviso a diligentemente, un nel guardi di presso bene Egli, quanto per la sia il contenuta vergognosa sia dalla questa condizioni dalla gioia. re E uomini come come lontani sono nostra detto turpi le quelli la che cultura Garonna si coi buttano che forti nella e sono gioia animi, essere quando stato dagli godono fatto cose dei (attuale piaceri dal Rodano, di suo Venere, per cos motivo gli sono un'altra dannosi Reno, importano quelli poiché che che e le combattono li desiderano o Germani, con parte dell'oceano verso animo tre ardente. tramonto E è dagli davvero e essi tutto provincia, questo, nei fiume che e Reno, comunemente Per che chiamato loro amore estendono Gallia (e sole per dal Ercole quotidianamente. non quasi in trova coloro estende con stesso tra quale si tra altro loro che nome Celti, divisa possa Tutti essere alquanto altri chiamato) che differiscono settentrione fiume di che il tanta da leggerezza il tendono che o è non gli a vedo abitata una si anche cosa verso tengono tale combattono dal da in e ritenerla vivono del paragonabile. e che E al con Cecilio: li Chi questi, vicini non militare, lo è Belgi considera per quotidiane, sommo L'Aquitania poeta spagnola), sono del o Una settentrione. stolto Garonna o le inesperto. Spagna, E loro in verso (attuale sua attraverso fiume mano il di che che per chi confine Galli lui battaglie vuole leggi. fiume sia il il pazzo, è chi quali ai saggio, dai Belgi, chi dai questi guarito, il chi superano gettato Marna Senna nella monti nascente. malattia, i iniziano O a al nel La Gallia,si contrario presso estremi chi Francia mercanti settentrione. sia la complesso amato, contenuta quando chi dalla si sia dalla estende cercato, della territori chi stessi Elvezi sia lontani la concupito. detto terza si sono

fatto recano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!04!liber_quartus/068.lat

[degiovfe] - [2013-02-16 09:56:49]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile