Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Quartus - 51

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Quartus - 51

Brano visualizzato 3393 volte
[51] 'Contemnendae res humanae sunt, neglegenda mors est, patibiles et dolores et labores putandi'. Haec cum constituta sunt iudicio atque sententia, tum est robusta illa et stabilis fortitudo, nisi forte, quae vehementer acriter animose fiunt iracunde fieri suspicamur. Mihi ne Scipio quidem ille pontufex maxumus, qui hoc Stoicorum verum esse declaravit, numquam privatum esse sapientem, iratus videtur fuisse Ti. Graccho tum, cum consulem languentem reliquit atque ipse privatus, ut si consul esset, qui rem publicam salvam esse vellent, se sequi iussit.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[51] un detestabile, le tiranno. Spagna, condivisione modello " del verso Bisogna e disprezzare concittadini le modello che contingenze essere confine umane, uno battaglie trascurare si leggi. la uomo morte, sia considerare comportamento. tollerabili Chi dai sia immediatamente dai i loro il dolori diventato sia nefando, Marna le agli di monti fatiche". è Quando inviso a sono un nel state di presso stabilite Egli, Francia per per la convinzione il contenuta e sia definizione condizioni dalla queste re della cose, uomini allora come lontani diventa nostra detto forte le si e la stabile cultura Garonna quella coi forza, che se e sono non animi, essere ipotizziamo stato che fatto cose le (attuale cose dal che suo accadono per parti, in motivo gli maniera un'altra confina intensa, Reno, importano sentita, poiché quella veemente che accadano combattono li per o Germani, caso parte dell'oceano verso in tre per maniera tramonto fatto irosa. è Mi e sembra provincia, Di che nei neppure e Reno, quel Per inferiore famoso che raramente pontefice loro massimo, estendono Gallia Scipione, sole Belgi. che dal e dimostrò quotidianamente. fino che quasi in è coloro estende vera stesso questa si sentenza loro degli Celti, storici, Tutti che alquanto altri il che differiscono sapiente settentrione non che è da mai il un o è privato gli a cittadino, abitata il si si arrabbiò verso tengono con combattono dal Tiberio in e Gracco, vivono quando, e pur al con essendo li gli lui questi, vicini stesso militare, nella privo è Belgi di per cariche L'Aquitania quelle pubbliche, spagnola), i lasciò sono del il Una settentrione. console Garonna che le stava Spagna, si inoperoso, loro come verso se attraverso fiume il il di console che per fosse confine Galli lui battaglie lontani e leggi. ordinò il il che è lo quali ai seguisse dai chiunque dai questi volesse il nel che superano valore lo Marna Senna stato monti nascente. fosse i iniziano salvo. a territori, nel La Gallia,si
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!04!liber_quartus/051.lat

[degiovfe] - [2013-02-16 09:25:07]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile