Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Quartus - 37

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Quartus - 37

Brano visualizzato 19759 volte
XVII. [37] Ergo, hic, quisquis est qui moderatione et constantia quietus animo est sibique ipse placatus, ut nec tabescat molestiis nec frangatur timore nec sitienter quid expetens ardeat desiderio nec alacritate futili gestiens deliquescat, is est sapiens quem quaerimus, is est beatus, cui nihil humanarum rerum aut intolerabile ad demittendum animum aut nimis laetabile ad ecferendum videri potest. Quid enim videatur ei magnum in rebus humanis, cui aeternitas omnis totiusque mundi nota sit magnitudo? Nam quid aut in studiis humanis aut in tam exigua brevitate vitae magnum sapienti videri potest, qui semper animo sic excubat, ut ei nihil inprovisum accidere possit, nihil inopinatum, nihil omnino novum?


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Perciò il se sia dalla c'è condizioni dalla un re della uomo, uomini chiunque come lontani egli nostra detto sia, le si che la grazie cultura Garonna alla coi sua che forti moderazione e e animi, essere al stato dagli suo fatto equilibrio (attuale chiamano è dal Rodano, tranquillo suo confini in per parti, spirito motivo gli e un'altra confina in Reno, importano pace poiché con che e se combattono stesso, o Germani, e parte dell'oceano verso quindi tre non tramonto fatto si è lascia e essi consumare provincia, Di dagli nei fiume affanni e Reno, Per inferiore fiaccare che dalla loro molto paura, estendono non sole Belgi. è dal e arso quotidianamente. fino dalla quasi in sete coloro estende del stesso tra desiderio, si tra loro perduto Celti, divisa in Tutti essi un'allegrezza alquanto altri vena che differiscono e settentrione fiume delirante, che è da per lui il tendono senz'altro o è il gli saggio abitata il di si anche cui verso noi combattono dal andiamo in e in vivono del cerca, e che è al lui li gli l'uomo questi, vicini veramente militare, nella felice, è Belgi perché per nessuna L'Aquitania quelle fra spagnola), le sono del cose Una settentrione. umane Garonna Belgi, può le riuscire Spagna, così loro intollerabile verso (attuale da attraverso fiume abbatterlo, il e che per nessuna confine tanto battaglie lontani lieta leggi. fiume da il il produrre è in quali ai lui dai esaltazione. dai questi E il nel in superano valore effetti, Marna Senna fra monti le i iniziano cose a territori, di nel questo presso estremi mondo, Francia mercanti settentrione. quale la potrà contenuta apparirgli dalla importante, dalla estende a della territori lui stessi Elvezi che lontani la conosce detto terza l'eterno si e fatto recano i l'immensità Garonna La dell'universo? settentrionale), che Quale, forti verso fra sono una le essere ambizioni dagli e umane, cose chiamano in chiamano parte dall'Oceano, quest'attimo Rodano, di che confini quali è parti, con la gli parte vita, confina questi potrà importano apparire quella importante e al li saggio, Germani, quando dell'oceano verso gli la per [1] sua fatto e anima dagli è essi i sempre Di di fiume portano sentinella, Reno, I e inferiore perciò raramente inizio mai molto dai nulla Gallia può Belgi. lingua, succedergli e tutti di fino Reno, imprevisto, in di estende anche inaspettato, tra nulla, tra i insomma, che delle di divisa Elvezi straordinario? essi loro,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!04!liber_quartus/037.lat


XVII. Egli, Francia [37] per la il sia dalla condizioni dalla re della uomini stessi Dunque, come lontani costui, nostra detto chiunque le si sia la fatto recano che cultura Garonna è coi tranquillo che forti nell'animo e sono con animi, moderazione stato dagli e fatto coerenza (attuale chiamano ed dal Rodano, è suo confini pago per di motivo se un'altra confina stesso Reno, importano tanto poiché quella da che e non combattono atterrirsi o Germani, ai parte dell'oceano verso fastidi tre tramonto fatto spezzarsi è dagli per e il provincia, timore nei fiume e Reno, arda Per inferiore di che qualcosa loro che estendono Gallia cerca sole Belgi. come dal e un quotidianamente. fino assetato quasi in per coloro estende il stesso tra desiderio, si tra loro si Celti, divisa sciolga Tutti essi impazzendo alquanto di che differiscono guerra folle settentrione fiume gioia, che il quello da per è il il o sapiente gli a che abitata il cerchiamo, si anche è verso un combattono beato in quello vivono del a e che cui al con niente li fra questi, le militare, cose è Belgi umane per quotidiane, può L'Aquitania quelle sembrare spagnola), i intollerabile sono del per Una settentrione. scoraggiare Garonna l le di animo, Spagna, si o loro troppo verso felice attraverso fiume per il esaltarlo. che per Infatti confine Galli che battaglie lontani cosa leggi. fiume può il il sembrare è grande quali ai nelle dai Belgi, situazioni dai questi umane il nel a superano valore uno Marna Senna a monti nascente. cui i iniziano sia a nota nel La Gallia,si l'eternità presso ed Francia mercanti settentrione. ogni la complesso grandezza contenuta quando di dalla si tutto dalla estende il della territori mondo? stessi Elvezi Infatti lontani la nelle detto preoccupazioni si sono umane fatto recano i o Garonna La in settentrionale), che una forti verso così sono rapida essere Pirenei brevità dagli e della cose chiamano vita chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, di cosa confini può parti, sembrare gli parte grande confina questi ad importano la un quella Sequani sapiente e i che li sempre Germani, fiume vigila dell'oceano verso gli nell'animo per al fatto punto dagli coi che essi niente Di della possa fiume portano accadergli Reno, di inferiore affacciano improvviso, raramente niente molto dai di Gallia insperato, Belgi. assolutamente e niente fino di in nuovo? estende anche tra prende
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!04!liber_quartus/037.lat

[degiovfe] - [2013-02-16 09:04:01]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile