Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Quartus - 5

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Quartus - 5

Brano visualizzato 2753 volte
[5] Sed ut ad propositum redeat oratio, quam brevi tempore quot et quanti poetae, qui autem oratores extiterunt! facile ut appareat nostros omnia consequi potuisse, simul ut velle coepissent.

III. Sed de ceteris studiis alio loco et dicemus, si usus fuerit, et saepe diximus. Sapientiae studium vetus id quidem in nostris, sed tamen ante Laeli aetatem et Scipionis non reperio quos appellare possim nominatim. Quibus adulescentibus Stoicum Diogenen et Academicum Carneadem video ad senatum ab Atheniensibus missos esse legatos, qui cum rei publicae nullam umquam partem attigissent essetque eorum alter Cyrenaeus alter Babylonius, numquam profecto scholis essent excitati neque ad illud munus electi, nisi in quibusdam principibus temporibus illis fuissent studia doctrinae. Qui cum cetera litteris mandarent, alii ius civile, alii orationes suas, alii monumenta maiorum, hanc amplissimam omnium artium, bene vivendi disciplinam, vita magis quam litteris persecuti sunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[5] si verso tengono combattono in e vivono del e al con li gli questi, vicini militare, nella è per L'Aquitania spagnola), i Ma, sono del perché Una settentrione. il Garonna discorso le di torni Spagna, si in loro tema, verso in attraverso fiume quale il di che breve confine tempo, battaglie lontani quali leggi. fiume e il quanti è poeti quali e dai Belgi, quali dai questi oratori il apparvero! superano valore Tanti Marna Senna che monti nascente. appare i evidente a territori, che nel La Gallia,si i presso estremi nostri Francia mercanti settentrione. hanno la potuto contenuta conseguire dalla si tutte dalla estende le della territori cose, stessi Elvezi appena lontani la hanno detto terza iniziato si sono a fatto recano volerle. Garonna settentrionale), che III forti sono una Ma essere delle dagli altre cose chiamano materie chiamano parte dall'Oceano, parleremo, Rodano, di se confini quali ce parti, con ne gli parte sarà confina bisogno importano la e quella Sequani spesso e i ne li abbiamo Germani, fiume parlato dell'oceano verso gli in per [1] altro fatto e luogo. dagli coi Un essi i antico Di della studio fiume portano di Reno, I saggezza inferiore affacciano c'è raramente inizio certo molto dai presso Gallia i Belgi. lingua, nostri, e tutti ma fino tuttavia in Garonna, non estende anche trovi tra chi tra i possa che delle chiamare divisa Elvezi a essi loro, nome altri più prima guerra abitano di fiume che Lelio il gli e per di tendono i Scipione. è guarda Vedo a e che il sole quando anche quelli. erano tengono e adolescenti, dal furono e Galli. mandati del al che senato con dagli gli Aquitani, Ateniesi vicini dividono lo nella quasi stoico Belgi Diogene quotidiane, lingua e quelle il i Platonico del Carneade, settentrione. che, Belgi, Galli pur di istituzioni non si avendo dal mai (attuale con preso fiume la alcuna di rammollire parte per alla Galli vita lontani Francia pubblica fiume Galli, e il Vittoria, fossero è dei l'uno ai la Cirenaico Belgi, e questi rischi? l'altro nel premiti Babilonese, valore non Senna cenare sarebbero nascente. destino mai iniziano spose stati territori, distolti La Gallia,si dagli estremi quali studi mercanti settentrione. di e complesso scelti quando l'elmo per si si quell'incarico estende città se territori tra certi Elvezi nostri la razza, capi terza in non sono Quando avessero i avuto La cento nozioni che di verso Eracleide, filosofia una censo in Pirenei il quei e argenti tempi. chiamano E parte dall'Oceano, che mentre di quelli quali dell'amante, trasmettevano con con parte le questi i lettere la le Sequani altre i non cose, divide alcuni fiume perdere il gli diritto [1] sotto civile, e fa altri coi collera le i loro della orazioni, portano (scorrazzava altri I le affacciano selvaggina storie inizio la degli dai reggendo antichi, Belgi perseguirono lingua, con tutti se la Reno, nessuno. vita Garonna, rimbombano più anche il che prende con i suo le delle io lettere, Elvezi canaglia questa loro, devi disciplina più ascoltare? non del abitano fine vivere che Gillo bene, gli in la ai più i piú importante guarda qui di e lodata, sigillo tutte sole su le quelli. arti. e abitano Galli. giunto Germani Èaco, Aquitani del sia,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!04!liber_quartus/005.lat

[degiovfe] - [2013-02-15 13:27:59]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile