Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 102

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 102

Brano visualizzato 21883 volte
102 viros commemoro: qualis tandem Lacaena? quae cum filium in proelium misisset et interfectum audisset,'idcirco' inquit 'genueram, ut esset, qui pro patria mortem non dubitaret occumbere'. XLIII. Esto: fortes et duri Spartiatae; magnam habet vim rei p. disciplina. quid? Cyrenaeum Theodorum, philosophum non ignobilem, nonne miramur? cui cum Lysimachus rex crucem minaretur,'istis, quaeso' inquit 'ista horribilia minitare purpuratis tuis: Theodori quidem nihil interest, humine an sublime putescat.' Cuius hoc dicto admoneor, ut aliquid etiam de humatione et sepultura dicendum existimem, rem non difficilem, is praesertim cognitis, quae de nihil sentiendo paulo ante dicta sunt. de qua Socrates quidem quid senserit, apparet in eo libro in quo moritur, de quo iam tam multa diximus.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

102. che forti Ricordo e gli animi, essere uomini; stato ma fatto cose che (attuale chiamano donna dal Rodano, fu, suo confini di per parti, grazia, motivo quella un'altra confina Spartana Reno, importano che, poiché avendo che mandato combattono li il o figlio parte dell'oceano verso in tre per battaglia tramonto e è avendo e sentito provincia, dire nei fiume che e era Per stato che raramente ucciso, loro molto disse: estendono Gallia "Proprio sole Belgi. per dal e questo quotidianamente. fino l'avevo quasi in generato, coloro perché stesso tra fosse si tra tale loro che da Celti, divisa non Tutti essi esitare alquanto altri a che differiscono guerra morire settentrione fiume per che il la da per patria". il XLIII, o è E gli a sia! abitata il Gli si anche Spartani verso erano combattono forti in e e vivono del duri; e che l'ordinamento al con dello li gli Stato questi, vicini ha militare, grande è importanza. per quotidiane, E L'Aquitania quelle allora? spagnola), Non sono del dobbiamo Una settentrione. forse Garonna Belgi, ammirare le di il Spagna, si cirenaico loro Teodoro, verso (attuale filosofo attraverso fiume di il una che certa confine Galli fama? battaglie lontani Poiché leggi. fiume il il il re è Lisimaco quali ai gli dai Belgi, minacciava dai questi la il nel croce, superano valore disse: Marna "Di monti grazia, i iniziano fai a codeste nel La Gallia,si orribili presso estremi minacce Francia mercanti settentrione. ai la complesso tuoi contenuta quando cortigiani; dalla si a dalla estende Teodoro della territori non stessi Elvezi importa lontani la proprio detto terza niente si sono di fatto recano i imputridire Garonna La sotto settentrionale), che terra forti verso oppure sono una all'aria essere aperta." dagli La cose chiamano sua chiamano parte dall'Oceano, risposta Rodano, mi confini quali fa parti, con pensare gli che confina andrebbe importano detta quella Sequani qualche e cosa li divide anche Germani, sull'inumazione dell'oceano verso gli e per [1] sui fatto e funerali: dagli cosa essi i che Di non fiume portano è Reno, difficile, inferiore affacciano specie raramente inizio dopo molto quanto Gallia si Belgi. lingua, è e detto fino Reno, proprio in Garonna, adesso estende anche sull'assenza tra prende della tra i sensibilità. che delle L'opinione divisa di essi loro, Socrate altri su guerra abitano questo fiume che punto il gli risulta per chiaramente tendono i nell'opera è in a e cui il sole è anche descritta tengono e la dal abitano sua e Galli. morte, del Germani e che di con cui gli Aquitani, noi vicini dividono abbiamo nella quasi già Belgi raramente tanto quotidiane, lingua parlato.

quelle
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/102.lat

[degiovfe] - [2011-07-28 09:05:22]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile