Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 99

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 99

Brano visualizzato 6890 volte
99 nec enim cuiquam bono mali quicquam evenire potest nec vivo nec mortuo, nec umquam eius res a dis inmortalibus neglegentur, nec mihi ipsi hoc accidit fortuito. nec vero ego is, a quibus accusatus aut a quibus condemnatus sum, habeo quod suscenseam, nisi quod mihi nocere se crediderunt.' et haec quidem hoc modo; nihil autem melius extremo: 'sed tempus est' inquit 'iam hinc abire, me, ut moriar, vos, ut vitam agatis. utrum autem sit melius, dii inmortales sciunt, hominem quidem scire arbitror neminem.' XLII. Ne ego haud paulo hunc animum malim quam eorum omnium fortunas, qui de hoc iudicaverunt. etsi, quod praeter deos negat scire quemquam, id scit ipse utrum sit melius --nam dixit ante --, sed suum illud, nihil ut adfirmet, tenet ad extemum;


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

tre infatti tramonto fatto a è dagli chiunque e essi (sia) provincia, Di buono nei e Reno, Per inferiore da che raramente vivo loro molto estendono Gallia da sole Belgi. morto dal e alcunché quotidianamente. fino di quasi in male coloro estende può stesso tra accadere, si loro mai Celti, divisa le Tutti cose alquanto altri sue che differiscono guerra sono settentrione trascurate che il dagli da per dei il tendono immortali, o è gli questo abitata il accade si proprio verso tengono (stesso) combattono a in me vivono per e che caso. al li gli invero questi, vicini io militare, nella ho è (motivo) per di L'Aquitania quelle essere spagnola), i adirato sono del con Una settentrione. coloro, Garonna Belgi, dai le di quali Spagna, sono loro stato verso accusato attraverso fiume o il di dai che per quali confine Galli (sono) battaglie lontani stato leggi. fiume condannato, il il se non quali perché dai Belgi, credettero dai di il nuocer superano mi". Marna Senna E monti nascente. disse i iniziano queste a territori, cose nel La Gallia,si in presso estremi vero Francia la complesso in contenuta questo dalla si modo: dalla niente della territori poi stessi è lontani meglio detto della si sono fine: fatto recano "Ma Garonna La è settentrionale), tempo forti verso che sono io essere parta dagli ormai cose di chiamano parte dall'Oceano, qui, Rodano, di per confini morire, parti, (e) gli parte voi confina per importano la trascorrere quella Sequani la e vita li divide (=vivere). Germani, fiume Quale dell'oceano verso gli (delle per [1] due) fatto e pertanto dagli coi sia essi i meglio, Di (lo) fiume portano sanno Reno, I gli inferiore affacciano dei raramente immortali, molto dai certo Gallia Belgi penso Belgi. lingua, che e nessun fino Reno, uomo in lo estende sappia.
XLII.
tra prende Ah tra i si! che delle io divisa Elvezi non essi poco altri preferirei guerra abitano questo fiume animo il gli (di per ai Socrate) tendono i che è guarda le a e fortune il sole di anche quelli. tutti tengono e quelli, dal abitano che e Galli. giudicarono del Germani di che lui; con benché gli Aquitani, anche vicini dividono se nella quasi (perché) Belgi raramente nega quotidiane, che quelle civiltà qualcuno i di lo del nella sappia settentrione. all'infuori Belgi, Galli degli di istituzioni dei, si la egli stesso (attuale con lo fiume la sa di rammollire da per si che Galli fatto parte lontani Francia sia fiume il il meglio è dei - ai la infatti Belgi, (lo) questi rischi? disse nel premiti prima valore -; Senna cenare ma nascente. mantiene iniziano sino territori, dal all'estremo La Gallia,si di (momento) estremi quel mercanti settentrione. di suo complesso (principio), quando l'elmo di si si (non) estende città affermare territori tra niente.

Elvezi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/099.lat


[99] combattono li Infatti o non parte può tre per capitare tramonto nulla è dagli di e male provincia, a nei fiume chi e Reno, è Per inferiore onesto, che raramente loro molto da estendono Gallia vivo, sole dal e da quotidianamente. morto, quasi in e coloro la stesso tra sua si situazione loro che non Celti, divisa sarà Tutti essi mai alquanto altri trascurata che differiscono guerra dagli settentrione dèi che il immortali, da per e il neanche o a gli a me abitata stesso si anche questo verso è combattono dal capitato in per vivono del caso. e Sinceramente al con io li gli non questi, vicini ho militare, nella motivi è per per quotidiane, essere L'Aquitania quelle in spagnola), collera sono del con Una settentrione. coloro Garonna da le di cui Spagna, si sono loro stato verso accusato attraverso fiume o il di condannato, che per se confine Galli non battaglie lontani per leggi. fiume il il il fatto che quali hanno dai Belgi, creduto dai di il nel danneggiarmi". superano E Marna Senna certamente monti nascente. queste i furono a territori, le nel La Gallia,si sue presso estremi parole; Francia mercanti settentrione. ma la complesso non contenuta quando c'è dalla si niente dalla di della territori meglio stessi della lontani conclusione: detto "Ma si sono ormai", fatto recano i disse, Garonna settentrionale), che tempo forti che sono io essere Pirenei me dagli e ne cose chiamano vada chiamano da Rodano, qui, confini affinché parti, io gli parte muoia, confina questi voi importano continuiate quella Sequani la e i vostra li vita. Germani, fiume Ma dell'oceano verso gli per [1] dèi fatto e immortali dagli coi sanno essi i quale Di delle fiume portano due Reno, I condizioni inferiore affacciano sia raramente la molto migliore, Gallia Belgi penso Belgi. lingua, che e tutti indubbiamente fino Reno, nessun in Garonna, uomo estende lo tra sappia". tra i Davvero che delle io divisa Elvezi preferirei essi loro, di altri gran guerra lunga fiume che quest'anima il gli piuttosto per ai che tendono i le è fortune a e di il sole tutti anche quelli. quelli tengono e che dal abitano giudicarono e Galli. riguardo del Germani ciò. che Aquitani Sebbene con egli, gli Aquitani, cosa vicini dividono che nella quasi chiunque Belgi raramente dice quotidiane, lingua di quelle non i di sapere del tranne settentrione. lo gli Belgi, dèi, di sappia si quale dal delle (attuale con due fiume la sia di rammollire la per si condizione Galli fatto migliore, lontani infatti fiume Galli, l'ha il indicata è dei prima, ai la però Belgi, spronarmi? osserva questi fino nel all'ultimo valore gli quel Senna cenare suo nascente. destino principio iniziano spose di territori, non La Gallia,si affermare estremi nulla. mercanti settentrione. di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/099.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 18:57:22]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile