Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 98

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 98

Brano visualizzato 23955 volte
98 sin vera sunt quae dicuntur, migrationem esse mortem in eas oras, quas qui e vita excesserunt incolunt, id multo iam beatius est. tene, cum ab is, qui se iudicum numero haberi volunt, evaseris, ad eos venire, qui vere iudices appellentur, Minoem Rhadamanthum Aeacum Triptolemum, convenireque eos qui iuste cum fide vixerint --haec peregrinatio mediocris vobis videri potest? ut vero conloqui cum Orpheo Musaeo Homero Hesiodo liceat, quanti tandem aestimatis? equidem saepe emori, si fieri posset, vellem, ut ea quae dico mihi liceret invisere. quanta delectatione autem adficerer, cum Palamedem, cum Aiacem, cum alios iudicio iniquo circumventos convenirem! temptarem etiam summi regis, qui maximas copias duxit ad Troiam, et Ulixi Sisyphique prudentiam, nec ob eam rem, cum haec exquirerem sicut hic faciebam, capite damnarer.-- Ne vos quidem, iudices i qui me absolvistis, mortem timueritis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Oppure Per inferiore se che sono loro vere estendono Gallia quelle sole Belgi. cose dal e che quotidianamente. fino si quasi in dicono, coloro estende che stesso la si morte loro è Celti, divisa una Tutti essi trasmigrazione alquanto in che differiscono quelle settentrione fiume regioni, che che da per abitano il tendono coloro o è che gli a sono abitata il usciti si di verso vita, combattono questo in e (destino) vivono del ora e che è al con molto li gli più questi, vicini beato. militare, nella Tu è Belgi forse, per quando L'Aquitania quelle sarai spagnola), i fuggito sono del da Una settentrione. quelli, Garonna Belgi, che le di vogliono Spagna, si ritenersi loro tra verso (attuale il attraverso numero il dei che per giudici, confine Galli e battaglie lontani venire leggi. fiume a il il quelli, è che quali ai veramente dai Belgi, si dai chiamano il nel giudici, superano valore Minosse, Marna Senna Radamanto, monti Eaco, i iniziano Triptolemo, a territori, e nel La Gallia,si trovarti presso con Francia mercanti settentrione. coloro la complesso che contenuta quando sono dalla vissuti dalla estende rettamente della e stessi con lontani lealtà: detto questa si sono peregrinazione fatto recano i può Garonna La sembrare settentrionale), che a forti verso voi sono una mediocre? essere Quanto dagli infine cose chiamano stimate chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, di sia confini quali lecito parti, (=la gli parte possibilità) confina questi invero importano di quella Sequani parlare e i con li divide Orfeo, Germani, fiume Museo, dell'oceano verso Omero, per [1] Esiodo? fatto e Parimenti dagli coi vorrei essi i morire Di spesso, fiume portano se Reno, I potesse inferiore accadere, raramente inizio che molto mi Gallia Belgi fosse Belgi. lecito e tutti trovare fino Reno, quelle in cose, estende anche che tra dico tra (io). che Da divisa Elvezi quanto essi loro, piacere altri più guerra pertanto fiume che sarei il gli toccato, per ai abboccarmi tendono i con è Palamede, a e Aiace, il sole (e) anche quelli. gli tengono altri dal oppressi e Galli. da del Germani un che giudice con del iniquo! gli Aquitani, Vorrei vicini dividono saggiare nella quasi inoltre Belgi raramente il quotidiane, lingua senno quelle civiltà del i sommo del nella re, settentrione. che Belgi, Galli condusse di istituzioni intorno si la a dal Troia (attuale con le fiume la maggiori di rammollire forze, per e Galli fatto (quello) lontani di fiume Galli, Ulisse il Vittoria, e è di ai la Sisifo, Belgi, spronarmi? ne questi rischi? per nel premiti questa valore gli ragione Senna cenare sarei nascente. codannato iniziano a territori, morte La Gallia,si investigando estremi quali queste mercanti settentrione. cose, complesso con come quando l'elmo facevo si si qui estende città (sulla territori tra terra). Elvezi Neppure la razza, voi, terza in o sono Quando quelli i Ormai (fra) La i che rotto giudici, verso Eracleide, che una censo mi Pirenei il assolveste, e argenti dovete chiamano temere parte dall'Oceano, la di morte.
quali dell'amante,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/098.lat


[98] parte Se tre per invece tramonto sono è veri e essi i provincia, Di discorsi nei fiume che e Reno, sostengono Per che che la loro molto morte estendono Gallia sia sole un dal trasferimento quotidianamente. fino in quasi in quelle coloro estende zone, stesso tra dove si tra coloro loro che Celti, abitano Tutti essi sono alquanto usciti che differiscono dalla settentrione vita, che questa da per è il tendono una o condizione gli ancora abitata più si felice. verso tengono Puoi combattono dal giungere, in e dopo vivono del essere e che sfuggito al con da li gli coloro questi, vicini che militare, nella vogliono è essere per quotidiane, annoverati L'Aquitania nella spagnola), i schiera sono del dei Una settentrione. giudici, Garonna Belgi, presso le di quelli Spagna, che loro davvero verso (attuale sono attraverso nominati il di giudici, che Minosse, confine Galli Radamanto, battaglie lontani Eaco, leggi. fiume Trittolemo, il il e incontrare quali coloro dai Belgi, che dai sono il nel vissuti superano nella Marna Senna giustizia monti nascente. e i iniziano nella a territori, lealtà! nel La Gallia,si Questo presso estremi viaggio Francia può la complesso sembrarvi contenuta quando mediocre? dalla Infine dalla estende quanto della territori stimate stessi Elvezi veramente lontani il detto poter si sono discutere fatto recano i con Garonna La Orfeo, settentrionale), che Museo, forti verso Omero, sono una Esiodo? essere Pirenei Certamente, dagli e se cose fosse chiamano possibile, Rodano, di vorrei confini quali morire parti, con più gli parte di confina questi una importano la volta, quella Sequani affinché e i sia li possibile Germani, fiume per dell'oceano verso gli me per [1] contemplare fatto e ciò dagli coi che essi i dico. Di fiume Poi Reno, I da inferiore quanta raramente inizio gioia molto dai sarei Gallia Belgi pervaso Belgi. lingua, incontrando e tutti Palamede, fino Aiace in e estende anche le tra altre tra vittime che delle di divisa Elvezi giudizi essi loro, ingiusti! altri più Metterei guerra abitano alla fiume prova il gli anche per ai la tendono i saggezza è del a grande il sole re anche quelli. che tengono condusse dal abitano un e esercito del Germani immenso che Aquitani a con del Troia, gli Aquitani, di vicini Ulisse nella quasi e Belgi di quotidiane, lingua Sisifo, quelle civiltà senza i di con del ciò settentrione. lo essere Belgi, Galli condannato di istituzioni a si la morte, dal per (attuale con il fiume fatto di di per si fare Galli fatto queste lontani Francia indagini, fiume come il Vittoria, le è facevo ai la qui. Belgi, Non questi abbiate nel premiti paura valore della Senna cenare morte nascente. destino neppure iniziano spose voi, territori, o La Gallia,si di giudici estremi quali che mercanti settentrione. di mi complesso con avete quando l'elmo assolto. si si estende città
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/098.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 18:54:01]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile