Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 97

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 97

Brano visualizzato 26269 volte
97 Quis hanc maximi animi aequitatem in ipsa morte laudaret, si mortem malum iudicaret? vadit enim in eundem carcerem atque in eundem paucis post annis scyphum Socrates, eodem scelere iudicum quo tyrannorum Theramenes. quae est igitur eius oratio, qua facit eum Plato usum apud iudices iam morte multatum? XLI. 'Magna me' inquit 'spes tenet, iudices, bene mihi evenire, quod mittar ad mortem. necesse est enim sit alterum de duobus, ut aut sensus omnino omnes mors auferat aut in alium quendam locum ex his locis migretur. quam ob rem, sive sensus extinguitur morsque ei somno similis est, qui non numquam etiam sine vicis somniorum placatissimam quietem adfert, di boni, quid lucri est emori! aut quam multi dies reperiri possunt, qui tali nocti anteponantur! cui si similis est perpetuitas omnis consequentis temporis, quis me beatior?


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Chi è dagli loderebbe e questa provincia, tranquillità nei fiume di e Reno, un Per inferiore grandissimo che raramente animo loro molto nella estendono Gallia stessa sole Belgi. morte, dal se quotidianamente. giustificasse quasi la coloro estende morte stesso tra un si male? loro Socrate Celti, divisa s'avvia Tutti essi dopo alquanto altri pochi che differiscono guerra anni settentrione fiume verso che lo da per stesso il tendono carcere o è e gli a la abitata il stessa si tazza, verso tengono per combattono un in e delitto vivono del dei e giudici, al eguale li gli di questi, vicini quello militare, (patito) è Belgi da per quotidiane, Teramene L'Aquitania da spagnola), parte sono dei Una tiranni. Garonna Belgi, Quale le di è Spagna, si dunque loro il verso (attuale suo attraverso fiume discorso, il di di che cui confine Galli Platone battaglie lontani fa leggi. fiume che il il quegli già quali condannato dai Belgi, a dai questi morte il nel si superano valore valesse Marna Senna presso monti nascente. i i giudici?
XLI.
a territori, "Una nel La Gallia,si speranza presso estremi grande", Francia mercanti settentrione. disse, la complesso "tiene, contenuta me dalla o dalla estende giudici, della territori che stessi Elvezi bene lontani accadrà detto terza a si me, fatto recano perché Garonna La son settentrionale), che mandato forti verso alla sono morte. essere E' dagli e necessario cose infatti chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, di accata confini quali una parti, con delle gli due, confina questi che importano o quella Sequani la e i morte li divide porti Germani, fiume via dell'oceano verso gli completamente per ogni fatto sensazione dagli coi o essi i si Di migri fiume portano colla Reno, I morte inferiore affacciano da raramente inizio questi molto luoghi Gallia Belgi in Belgi. lingua, un e altro fino Reno, luogo. in Garonna, Per estende la tra prende qual tra cosa che delle o divisa il essi loro, senso altri più s'estingue guerra e fiume che la il gli morte per ai è tendono similea è quel a e sonno, il sole che anche quelli. non tengono di dal rado e Galli. apporta del Germani una che Aquitani quiete con tranquillissima gli Aquitani, anche vicini senza nella quasi visioni Belgi raramente di quotidiane, sogni, quelle civiltà (allora) i di dei del nella buoni, settentrione. lo quale Belgi, guadagno di istituzioni è si la il dal morire! (attuale con oppure fiume quanti di giorni per si Galli fatto possono lontani trovare, fiume Galli, che il Vittoria, siano è dei da ai la anteporre Belgi, spronarmi? a questi rischi? tale nel premiti notte, valore gli alla Senna cenare quale nascente. se iniziano spose la territori, perpetuità La Gallia,si di estremi tutto mercanti settentrione. di il complesso con tempo quando seguente si sarà estende città simile, territori chi Elvezi il più la razza, beato terza in di sono Quando me?
i Ormai
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/097.lat


[97] nei fiume Chi e loderebbe Per inferiore la che raramente serenità loro molto di estendono un sole Belgi. animo dal e così quotidianamente. fino grande quasi in di coloro fronte stesso tra alla si tra morte, loro se Celti, divisa considerasse Tutti essi la alquanto altri morte che differiscono guerra un settentrione fiume male? che Infatti da per pochi il tendono anni o è dopo gli Socrate abitata venne si anche condannato verso tengono allo combattono dal stesso in e carcere vivono del e e che alla al con stessa li gli coppa, questi, vicini per militare, nella lo è Belgi stesso per quotidiane, crimine L'Aquitania e spagnola), per sono colpa Una settentrione. di Garonna Belgi, giudici le di iniqui Spagna, si come loro i verso (attuale tiranni attraverso fiume che il di avevano che per condannato confine Galli Teramene. battaglie leggi. Qual il è dunque quali ai il dai Belgi, suo dai questi discorso, il nel che superano valore Platone Marna tenne monti nascente. davanti i iniziano ai a territori, giudici nel La Gallia,si quando presso estremi era Francia mercanti settentrione. già la complesso stato contenuta quando condannato dalla si a dalla morte? della territori Dice: stessi Elvezi "Oh lontani giudici, detto terza è si sono grande fatto recano i la Garonna La mia settentrionale), che speranza, forti verso che sono sia essere Pirenei un dagli e bene cose per chiamano parte dall'Oceano, me Rodano, di essere confini mandato parti, a gli parte morte. confina questi Infatti importano la ci quella sono e necessariamente li due Germani, fiume possibilità, dell'oceano verso gli o per [1] la fatto morte dagli coi toglie essi completamente Di della ogni fiume portano sensibilità Reno, I o inferiore affacciano con raramente inizio la molto morte Gallia Belgi ci Belgi. lingua, si e trasferisce fino da in Garonna, questi estende luoghi tra prende in tra i uno che delle diverso. divisa Per essi loro, questo altri motivo, guerra abitano se fiume che la il gli sensibilità per ai scompare tendono i e è guarda la a e morte il è anche quelli. simile tengono e a dal abitano quel e sonno del che che Aquitani talvolta con senza gli neppure vicini la nella quasi visione Belgi dei quotidiane, lingua sogni quelle civiltà ci i procura del nella il settentrione. lo riposo Belgi, Galli più di istituzioni sereno, si la buon dal dio, (attuale quanto fiume la è di rammollire vantaggioso per si morire! Galli fatto O lontani Francia quanti fiume giorni il si è dei possono ai la trovare Belgi, spronarmi? che questi rischi? siano nel premiti preferibili valore gli a Senna cenare una nascente. destino notte iniziano di territori, tal La Gallia,si genere, estremi se mercanti settentrione. ad complesso essa quando l'elmo sarà si simile estende città l'eternità territori tra di Elvezi il tutto la razza, il terza in tempo sono futuro, i Ormai chi La cento più che rotto felice verso di una me? Pirenei e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/097.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 18:51:36]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile