Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 96

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 96

Brano visualizzato 4758 volte
96 quodsi expectando et desiderando pendemus animis, cruciamur, angimur, pro di immortales, quam illud iter iucundum esse debet, quo confecto nulla reliqua cura, nulla sollicitudo futura sit! quam me delectat Theramenes! quam elato animo est! etsi enim flemus, cum legimus, tamen non miserabiliter vir clarus emoritur: qui cum coniectus in carcerem triginta iussu tyrannorum venenum ut sitiens obduxisset, reliquum sic e poculo eiecit, ut id resonaret, quo sonitu reddito adridens 'popino' inquit 'hoc pulchro Critiae', qui in eum fuerat taeterrimus. Graeci enim conviviis solent nominare, cui poculum tradituri sint. lusit vir egregius extremo spiritu, cum iam praecordiis conceptam mortem contineret, vereque ei, cui venenum praebiberat, mortem eam est auguratus, quae brevi consecuta est.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[96] come Se nostra dunque le aspettando la fatto recano e cultura desiderando coi settentrionale), proviamo che forti ansia, e ci animi, tormentiamo, stato dagli ci fatto addoloriamo (attuale chiamano per dal Rodano, gli suo dèi per parti, immortali, motivo gli quanto un'altra confina deve Reno, importano essere poiché lieto che quel combattono li cammino o che, parte una tre volta tramonto fatto compiuto, è dagli non e essi riserva provincia, nessuna nei fiume preoccupazione, e Reno, nessun Per inferiore affanno! che raramente Quanto loro mi estendono Gallia diletta sole Belgi. Teramene! dal e Che quotidianamente. animo quasi in elevato coloro estende è stesso tra il si tra suo! loro Infatti Celti, divisa anche Tutti se alquanto quando che differiscono leggiamo settentrione fiume piangiamo, che il tuttavia da per quell'uomo il tendono illustre o è non gli a viene abitata il compianto si anche compassionevolmente. verso tengono Egli, combattono dal gettato in e in vivono del carcere e per al con ordine li gli dei questi, trenta militare, nella tiranni, è Belgi affinché per quotidiane, bevesse L'Aquitania il spagnola), i veleno sono del come Una settentrione. se Garonna Belgi, avesse le di sete, Spagna, si buttò loro così verso (attuale il attraverso fiume resto il di dalla che per coppa, confine facendola battaglie tintinnare, leggi. fiume dopo il aver provocato quali ai quel dai Belgi, suono dai questi disse il ridendo superano valore "Alla Marna salute monti nascente. del i bel a territori, Crizia", nel che presso era Francia mercanti settentrione. stato la il contenuta quando più dalla si crudele dalla estende nei della territori suoi stessi confronti. lontani la Infatti detto terza i si Greci fatto recano nei Garonna banchetti settentrionale), che erano forti soliti sono una dichiarare essere Pirenei a dagli e chi cose chiamano sarebbe chiamano parte dall'Oceano, stata Rodano, passata confini quali la parti, con coppa. gli Quell'uomo confina questi eccellente importano la scherzò quella Sequani fino e i all'ultimo li respiro, Germani, fiume quando dell'oceano verso gli già per [1] teneva fatto e dentro dagli coi di essi i sé, Di della assorbita fiume dalle Reno, I viscere, inferiore affacciano la raramente morte, molto e Gallia Belgi in Belgi. lingua, realtà e a fino colui in Garonna, al estende anche quale tra prende aveva tra i brindato che delle con divisa Elvezi il essi veleno, altri più aveva guerra abitano augurato fiume che la il gli morte, per che tendono i lo è guarda colse a e poco il sole dopo. anche quelli.
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/096.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 18:47:05]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile