Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 82

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 82

Brano visualizzato 6783 volte
XXXIV. 82 Video te alte spectare et velle in caelum migrare. spero fore ut contingat id nobis. sed fac, ut isti volunt, animos non remanere post mortem: video nos, si ita sit, privari spe beatioris vitae; mali vero quid adfert ista sententia? fac enim sic animum interire ut corpus: num igitur aliquis dolor aut omnino post mortem sensus in corpore est? nemo id quidem dicit, etsi Democritum insimulat Epicurus, Democritii negant. ne in animo quidem igitur sensus remanet; ipse enim nusquam est. ubi igitur malum est, quoniam nihil tertium est? an quod ipse animi discessus a corpore non fit sine dolore? ut credam ita esse, quam est id exiguum! sed falsum esse arbitror, et fit plerumque sine sensu, non numquam etiam cum voluptate, totum. que hoc leve est, qualecumque est; fit enim ad punctum temporis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XXXIV. nei [82] e Reno, Vedo Per inferiore che che raramente tu loro molto miri estendono in sole alto dal e e quotidianamente. fino vuoi quasi in trasferirti coloro estende in stesso cielo. si tra Spero loro che che Celti, in Tutti futuro alquanto ci che differiscono guerra capiti settentrione tale che il sorte. da Ma il tendono ammetti, o è come gli a vogliono abitata il costoro, si anche che verso tengono l'anima combattono non in continua vivono a e che esistere al dopo li gli la questi, vicini morte; militare, nella se è Belgi così per fosse, L'Aquitania quelle penso spagnola), i che sono del noi Una saremmo Garonna Belgi, privati le della Spagna, si speranza loro di verso (attuale una attraverso fiume vita il di più che per felice; confine invero, battaglie lontani quale leggi. male il il comporta è tale quali sentenza? dai Belgi, Infatti dai ammetti il che superano l'anima Marna Senna muore monti nascente. così i iniziano come a territori, il nel corpo; presso estremi forse Francia mercanti settentrione. dunque la complesso dopo contenuta quando la dalla si morte dalla estende c'è della territori nel stessi Elvezi corpo lontani la qualche detto dolore si o fatto recano in Garonna La generale settentrionale), qualche forti sensibilità? sono una Certamente essere Pirenei nessuno dagli e sostiene cose questo, chiamano anche Rodano, di se confini quali Epicuro parti, con accusa gli parte Democrito, confina questi i importano la discepoli quella di e i Democrito li negano. Germani, fiume Neppure dell'oceano verso gli nell'anima per [1] dunque fatto rimane dagli coi la essi i sensibilità; Di della infatti fiume portano essa Reno, I stessa inferiore non raramente inizio è molto dai in Gallia Belgi nessun Belgi. luogo. e tutti Dunque fino Reno, dov'è in Garonna, il estende male, tra prende visto tra che che delle non divisa Elvezi c'è essi loro, una altri più terza guerra possibilità? fiume che Forse il gli che per ai lo tendono stesso è distacco a dell'anima il sole dal anche corpo tengono non dal avviene e Galli. senza del dolore? che Aquitani Anche con del se gli Aquitani, credo vicini dividono che nella quasi sia Belgi raramente così, quotidiane, che quelle civiltà dolore i di insignificante del nella è settentrione. lo questo! Belgi, Ma di io si la ritengo dal che (attuale con ciò fiume la sia di rammollire falso, per e Galli fatto avvenga lontani per fiume Galli, lo il più è dei senza ai che Belgi, spronarmi? noi questi rischi? ce nel premiti ne valore accorgiamo, Senna cenare talvolta nascente. destino anche iniziano spose con territori, dal piacere, La Gallia,si e estremi tutto mercanti settentrione. di questo complesso con evento, quando l'elmo in si si qualunque estende cosa territori consista, Elvezi è la razza, irrilevante; terza in infatti sono Quando si i Ormai compie La in che rotto un verso Eracleide, attimo una di Pirenei tempo. e argenti
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/082.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 13:21:07]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile