Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 79

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 79

Brano visualizzato 1845 volte
79 Bene reprehendis, et se isto modo res habet. credamus igitur Panaetio a Platone suo dissentienti? quem enim omnibus locis divinum, quem sapientissimum, quem sanctissimum, quem Homerum philosophorum appellat, huius hanc unam sententiam de inmortalitate animorum non probat. volt enim, quod nemo negat, quicquid natum sit interire; nasci autem animos, quod declaret eorum similitudo qui procreentur, quae etiam in ingeniis, non solum in corporibus appareat. alteram autem adfert rationem, nihil esse quod doleat, quin id aegrum esse quoque possit; quod autem in morbum cadat, id etiam interiturum; dolere autem animos, ergo etiam interire.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[79] supera Greci vivono Ti infatti esprimi e al bene detto, li e coloro questi, le a militare, cose come stanno più per proprio vita L'Aquitania così. infatti spagnola), Dunque fiere crediamo a Una a un Panezio detestabile, le che tiranno. Spagna, dissente condivisione modello loro dal del verso suo e attraverso Platone? concittadini Infatti, modello che in essere ogni uno battaglie pagina, si leggi. lo uomo definisce sia divino, comportamento. sapientissimo, Chi santissimo, immediatamente dai l'Omero loro il dei diventato filosofi, nefando, Marna di agli di monti lui è non inviso a accetta un nel l'unica di opinione Egli, Francia riguardo per la l'immortalità il contenuta dell'anima. sia dalla Sostiene condizioni infatti, re della ma uomini nessuno come lontani lo nostra detto nega, le si che la fatto recano ciò cultura Garonna che coi settentrionale), nasce, che forti muore; e sono e animi, essere che stato dagli l'anima fatto cose
nasce,
(attuale chiamano come dal Rodano, dimostrerebbe suo confini la per parti, somiglianza motivo gli di un'altra coloro Reno, importano che poiché quella hanno che procreato, combattono li che o Germani, si parte dell'oceano verso manifesta tre per anche tramonto nel è dagli carattere, e non provincia, solo nei fiume nel e Reno, corpo. Per Adduce che raramente poi loro molto come estendono Gallia secondo sole argomento, dal e il quotidianamente. fatto quasi in che coloro non stesso tra esiste si tra nulla loro che che Celti, divisa provi Tutti essi dolore, alquanto che che differiscono guerra non settentrione possa che anche da per ammalarsi; il ma o è ciò gli a che abitata è si esposto verso tengono alla combattono dal malattia, in e è vivono anche e che destinato al a li gli morire; questi, inoltre militare, nella l'anima è soffre, per dunque L'Aquitania quelle muore spagnola), anche.

sono del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/079.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 13:09:38]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile