Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 73

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 73

Brano visualizzato 6758 volte
73 Itaque commemorat, ut cygni, qui non sine causa Apollini dicati sint, sed quod ab eo divinationem habere videantur, qua providentes quid in morte boni sit cum cantu et voluptate moriantur, sic omnibus bonis et doctis esse faciendum. (nec vero de hoc quisquam dubitare posset, nisi idem nobis accideret diligenter de animo cogitantibus, quod iis saepe usu venit, qui cum acriter oculis deficientem solem intuerentur, ut aspectum omnino amitterent; sic mentis acies se ipsa intuens non numquam hebescit, ob eamque causam contemplandi diligentiam amittimus. itaque dubitans, circumspectans, haesitans, multa adversa reverens tamquam in rate in mari inmenso nostra vehitur oratio).


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Pertanto concittadini ricorda, modello come essere i uno battaglie cigni, si che uomo non sia sono comportamento. quali dedicati Chi dai senza immediatamente dai ragione loro il ad diventato superano Apollo, nefando, Marna ma agli di monti poiché è sembra inviso abbiano un nel avuto di presso da Egli, Francia lui per la la il divinazione, sia per condizioni dalla cui re prevedendo uomini cosa come lontani vi nostra detto sia le di la fatto recano buono cultura Garonna nella coi settentrionale), morte, che forti muoiono e con animi, essere canto stato dagli e fatto cose piacere, (attuale così dal devono suo fare per tutti motivo gli i un'altra confina buoni Reno, e poiché i che saggi. combattono li (Nè o invero parte dell'oceano verso alcuno tre per potrebbe tramonto fatto dubitare è dagli su e essi questo, provincia, se nei fiume non e accadesse Per inferiore a che raramente noi loro molto quando estendono Gallia pensiamo sole Belgi. con dal zelo quotidianamente. sull'animo quasi la coloro estende stessa stesso tra cosa, si tra che loro che accadre Celti, divisa spesso Tutti per alquanto altri consuetudine che differiscono guerra a settentrione fiume coloro, che il i da per quali il tendono guardano o fissamente gli a cogli abitata il occhi si il verso tengono sole combattono dal che in e tramonta, vivono del da e che perdere al con completamente li la questi, vicini vista; militare, così è la per quotidiane, vista L'Aquitania quelle della spagnola), i mente sono del (l'intelletto) Una guardano Garonna Belgi, se le di stessa Spagna, si talvolta loro diviene verso e attraverso fiume per il di questa che cagione confine perdiamo battaglie lontani la leggi. fiume forza il il di è contemplare. quali ai Pertanto dai Belgi, la dai nostra il ragione, superano dubitante, Marna Senna esitante, monti nascente. perplessa i temendo a territori, le nel La Gallia,si molte presso estremi avversità Francia mercanti settentrione. come la complesso in contenuta quando una dalla si barca dalla estende vien della territori tratta stessi in lontani la un detto mare si sono immenso. fatto recano i
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/073.lat


[73] Chi dai Perciò, immediatamente dai ricorda loro il Socrate, diventato superano come nefando, Marna i agli di cigni, è i che inviso a sono un nel stati di presso consacrati Egli, Francia ad per la Apollo il contenuta non sia dalla senza condizioni dalla ragione, re ma uomini stessi perché come lontani sembra nostra che le da la lui cultura Garonna ricevano coi settentrionale), la che forti divinazione, e sono muoiono animi, essere con stato dagli il fatto cose canto (attuale e dal il suo confini piacere, per parti, perché motivo gli grazie un'altra confina ad Reno, importano essa poiché quella prevedono che e il combattono li bene o Germani, che parte ci tre per sarà tramonto fatto nella è dagli morte, e così provincia, Di devono nei fiume comportarsi e Reno, tutti Per inferiore i che raramente buoni loro e estendono i sole saggi. dal e quotidianamente. fino In quasi realtà, coloro estende nessuno stesso tra potrebbe si tra avere loro che dubbi Celti, divisa su Tutti essi questo alquanto argomento, che differiscono guerra se settentrione fiume non che succedesse da per anche il tendono a o noi, gli a quando abitata il esaminiamo si attentamente verso il combattono problema in e dell'anima, vivono del lo e stesso al con fenomeno li gli che questi, vicini spesso militare, per è consuetudine per quotidiane, capita L'Aquitania a spagnola), i coloro sono del che Una fissano Garonna Belgi, intensamente le con Spagna, si gli loro occhi verso (attuale il attraverso fiume sole il di che che per si confine Galli eclissa, battaglie lontani cioè leggi. di il il perdere completamente quali la dai Belgi, vista: dai questi così il nel l'autorità superano valore della Marna Senna mente monti nascente. si i indebolisce a territori, contemplando nel se presso estremi stessa, Francia mercanti settentrione. e la complesso per contenuta quando questo dalla si motivo dalla perdiamo della l'esattezza stessi Elvezi dell'osservazione. lontani la Quindi detto terza il si sono nostro fatto recano i discorso, Garonna La come settentrionale), su forti una sono una zattera essere Pirenei nel dagli e mare cose chiamano sconfinato, chiamano parte dall'Oceano, procede Rodano, dubitando, confini quali tentennando, parti, con esitando, gli parte temendo confina questi numerosi importano ostacoli. quella Sequani e i
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/073.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 12:47:43]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile