Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 64

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 64

Brano visualizzato 4759 volte
XXVI. 64 Mihi vero ne haec quidem notiora et inlustriora carere vi divina videntur, ut ego aut poetam grave plenumque carmen sine caelesti aliquo mentis instinctu putem fundere, aut eloquentiam sine maiore quadam vi fluere abundantem sonantibus verbis uberibusque sententiis. philosophia vero, omnium mater artium, quid est aliud nisi, ut Plato, donum, ut ego, inventum deorum? haec nos primum ad illorum cultum, deinde ad ius hominum, quod situm est in generis humani societate, tum ad modestiam magnitudinemque animi erudivit, eademque ab animo tamquam ab oculis caliginem dispulit, ut omnia supera, infera, prima, ultima, media videremus.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Neppure loro il queste diventato superano (creazioni) nefando, Marna più agli di monti note è i e inviso più un nel famose di presso mi Egli, Francia sembrano per in il contenuta verità sia dalla mancare condizioni dalla di re della forza uomini stessi divina, come lontani che nostra io le si pensi la o cultura Garonna che coi il che forti poeta e sono possa animi, produrre stato dagli una fatto cose poesia (attuale elevata dal e suo armoniosa per senza motivo gli una un'altra confina qualche Reno, importano ispirazione poiché celeste che della combattono li mente o Germani, oppure parte dell'oceano verso che tre l'eloquenza tramonto fatto possa è fluire e essi abbondante provincia, di nei fiume parole e Reno, sonanti Per inferiore e che raramente feconde loro molto sentenze estendono senza sole una dal e certa quotidianamente. fino forza quasi in maggiore. coloro estende Invero stesso che si tra altro loro che è Celti, divisa la Tutti essi filosofia, alquanto madre che differiscono guerra di settentrione fiume tutte che il le da arti, il tendono se o è non gli un abitata il dono, si anche secondo verso Platone, combattono dal (o) in e un'invenzione vivono del degli e dei, al con secondo li me? questi, vicini Questa militare, ci è informò per quotidiane, dapprima L'Aquitania al spagnola), i culto sono di Una settentrione. quelli Garonna Belgi, (gli le di dei), Spagna, indi loro al verso (attuale diritto attraverso degli il uomini, che che confine Galli è battaglie lontani posto leggi. fiume nella il il società è del quali ai genere dai Belgi, umano, dai questi infine il nel alla superano moderazione Marna Senna e monti nascente. alla i iniziano grandezza a d'animo nel e presso estremi la Francia stessa la tolse contenuta quando (ogni) dalla si nebbia dalla estende dall'animo della come stessi dagli lontani la occhi, detto terza in si sono modo fatto recano i da Garonna poter settentrionale), che vedere forti verso tutte sono una le essere cose dagli le cose superiori chiamano parte dall'Oceano, (e) Rodano, le confini terrene, parti, con le gli parte (cause) confina questi prime importano le quella Sequani ultime e i (conseguenze) li divide i Germani, fiume (loro) dell'oceano verso gli rapporti. per [1]
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/064.lat


XXVI. uomo il [64] sia A comportamento. quali me Chi dai veramente immediatamente dai neppure loro il le diventato arti nefando, Marna più agli di monti conosciute è e inviso a più un illustri di presso sembrano Egli, essere per la prive il contenuta di sia dalla una condizioni dalla forza re della divina, uomini infatti come lontani io nostra detto non le credo la che cultura un coi settentrionale), poeta che forti componga e sono una animi, essere poesia stato dagli solenne fatto cose e (attuale chiamano compiuta dal senza suo confini un'ispirazione per parti, divina motivo gli della un'altra confina mente, Reno, o poiché quella che che e l'eloquenza combattono li si o Germani, diffonda parte dell'oceano verso abbondante tre di tramonto fatto parole è dagli armoniose e e provincia, Di di nei frasi e Reno, feconde Per senza che raramente una loro forza estendono Gallia superiore. sole Belgi. dal e La quotidianamente. fino filosofia quasi in poi, coloro estende madre stesso tra di si tra tutte loro che le Celti, divisa arti, Tutti che alquanto altri altro che differiscono è settentrione fiume se che il non da un il tendono dono, o è come gli a dice abitata Platone, si o verso tengono un'invenzione combattono dal degli in dei, vivono come e che la al con definisco li gli io? questi, vicini Essa militare, nella ci è Belgi educò per prima L'Aquitania al spagnola), i loro sono del culto, Una settentrione. poi Garonna Belgi, al le diritto Spagna, si degli loro uomini verso (attuale che attraverso è il di situato che per nella confine Galli convivenza battaglie del leggi. fiume genere il umano, è infine quali alla dai Belgi, misura dai e il alla superano valore grandezza Marna Senna d'animo, monti nascente. ed i iniziano essa a territori, stessa nel La Gallia,si disperse presso estremi la Francia mercanti settentrione. nebbia la complesso dall'anima contenuta così dalla si come dalla estende dagli della occhi, stessi Elvezi affinché lontani la vedessimo detto terza tutte si le fatto recano i cose Garonna La in settentrionale), alto, forti in sono una basso, essere Pirenei all'inizio, dagli e alla cose chiamano fine, chiamano parte dall'Oceano, in Rodano, di mezzo. confini quali
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/064.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 12:07:42]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile