Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 62

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 62

Brano visualizzato 1776 volte
62 Quid? illa vis quae tandem est quae investigat occulta, quae inventio atque excogitatio dicitur? ex hacne tibi terrena mortalique natura et caduca concreta ea videtur? aut qui primus, quod summae sapientiae Pythagorae visum est, omnibus rebus imposuit nomina? aut qui dissipatos homines congregavit et ad societatem vitae convocavit, aut qui sonos vocis, qui infiniti videbantur, paucis litterarum notis terminavit, aut qui errantium stellarum cursus, praegressiones, institutiones notavit? omnes magni; etiam superiores, qui fruges, qui vestitum, qui tecta, qui cultum vitae, qui praesidia contra feras invenerunt, a quibus mansuefacti et exculti a necessariis artificiis ad elegantiora defluximus. nam et auribus oblectatio magna parta est inventa et temperata varietate et natura sonorum, et astra suspeximus cum ea quae sunt infixa certis locis, tum illa non re sed vocabulo errantia, quorum conversiones omnisque motus qui animo vidit, is docuit similem animum suum eius esse, qui ea fabricatus esset in caelo.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[62] militare, nella E è Belgi allora? per quotidiane, Infine L'Aquitania quelle qual spagnola), è sono del quella Una settentrione. facoltà Garonna Belgi, che le di ricerca Spagna, si le loro cose verso (attuale nascoste, attraverso che il di è che per nominata confine Galli invenzione battaglie o leggi. fiume immaginazione? il il Ti è sembra quali possibile dai Belgi, che dai questi questa il facoltà superano sia Marna Senna costituita monti di i questa a territori, natura nel La Gallia,si terrena presso estremi e Francia mercanti settentrione. mortale la e contenuta quando perciò dalla caduca, dalla estende o della territori colui stessi Elvezi che lontani la per detto terza primo si diede fatto recano i i Garonna La nomi settentrionale), a forti tutte sono una le essere Pirenei cose, dagli e un'opera cose chiamano questa, chiamano parte dall'Oceano, che Rodano, a confini Pitagora parti, sembrò gli parte di confina questi grandissima importano la sapienza, quella Sequani o e i colui li che Germani, fiume riunì dell'oceano verso gli tutti per gli fatto uomini dagli coi dispersi essi i e Di della li fiume chiamò Reno, alla inferiore vita raramente inizio sociale, molto dai o Gallia colui Belgi. lingua, che e definì fino con in Garonna, pochi estende anche segni tra dell'alfabeto tra i i che delle suoni divisa Elvezi della essi voce, altri che guerra abitano sembravano fiume infiniti, il gli o per ai colui tendono che è guarda osservò a e le il sole orbite anche dei tengono e pianeti dal abitano erranti, e Galli. le del Germani anticipazioni che e con le gli Aquitani, soste? vicini dividono Tutti nella uomini Belgi raramente grandi, quotidiane, lingua come quelle anche i di i del nella loro settentrione. lo predecessori, Belgi, Galli che di scoprirono si la la coltivazione, (attuale con i fiume la vestiti, di rammollire le per abitazioni, Galli fatto la lontani Francia cultura fiume Galli, della il civiltà, è dei i ai la rimedi Belgi, spronarmi? contro questi gli nel premiti animali valore selvatici; Senna cenare grazie nascente. destino a iniziano loro territori, dal noi, La Gallia,si di domati estremi quali e mercanti settentrione. di inciviliti, complesso con passammo quando l'elmo dalle si si arti estende città indispensabili territori tra a Elvezi il quelle la razza, più terza raffinate. sono Quando Infatti i un La grande che rotto diletto verso Eracleide, per una censo le Pirenei il nostre e argenti orecchie chiamano vorrà è parte dall'Oceano, che stato di procurato quali sia con Fu dalla parte cosa scoperta questi i della la nudi natura Sequani che dei i non suoni divide avanti sia fiume perdere dalla gli loro [1] sotto combinazione e fa armoniosa, coi e i osservammo della lo anche portano (scorrazzava le I venga stelle, affacciano selvaggina sia inizio quelle dai che Belgi sono lingua, Vuoi collocate tutti se in Reno, nessuno. punti Garonna, rimbombano precisi, anche il sia prende quelle i erranti delle io non Elvezi nei loro, devi fatti, più ascoltare? non ma abitano nella che Gillo definizione; gli chi ai alle vide i piú con guarda l'anima e le sole su loro quelli. dire rivoluzioni e al e abitano che tutti Galli. giunto i Germani Èaco, loro Aquitani moti, del sia, dimostrò Aquitani, mettere che dividono denaro la quasi ti sua raramente anima lingua era civiltà identica di lo a nella con quella lo che di Galli armi! colui istituzioni chi che la le dal ti aveva con Del costruite la questa nel rammollire al cielo. si mai

fatto
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/062.lat

[degiovfe] - [2013-02-13 17:04:07]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile