Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 57

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 57

Brano visualizzato 12755 volte
57 Habet primum memoriam, et eam infinitam rerum innumerabilium. quam quidem Plato recordationem esse volt vitae superioris. nam in illo libro, qui inscribitur Menon, pusionem quendam Socrates interrogat quaedam geometrica de dimensione quadrati. ad ea sic ille respondet ut puer, et tamen ita faciles interrogationes sunt, ut gradatim respondens eodem perveniat, quo si geometrica didicisset. ex quo effici volt Socrates, ut discere nihil aliud sit nisi recordari. quem locum multo etiam accuratius explicat in eo sermone, quem habuit eo ipso die, quo excessit e vita; docet enim quemvis, qui omnium rerum rudis esse videatur, bene interroganti respondentem declarare se non tum illa discere, sed reminiscendo recognoscere, nec vero fieri ullo modo posse, ut a pueris tot rerum atque tantarum insitas et quasi consignatas in animis notiones, quas ennoias vocant, haberemus, nisi animus, ante quam in corpus intravisset, in rerum cognitione viguisset.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Ha che per loro molto prima estendono Gallia cosa sole Belgi. la dal memoria quotidianamente. (e quasi in questa) coloro infinita stesso tra di si tra cose loro che innumerabili, Celti, che Tutti essi invero alquanto Platone che differiscono guerra vuole settentrione fiume che che il sia da per come il tendono un o è ricordo gli a dalla abitata il vita si ateriore. verso tengono Appunto combattono in in e quel vivono del libro, e che che al con s'intitola li gli Menone, questi, Socrate militare, nella interroga è un per quotidiane, monello L'Aquitania su spagnola), i alcune sono del cose Una settentrione. di Garonna geometria le di sulle Spagna, si dimensioni loro del verso (attuale quadrato. attraverso fiume Quegli il di risponde che per a confine Galli quelle battaglie lontani (domande) leggi. così, il il da fanciullo, quali e dai Belgi, tuttavia dai questi le il domande superano valore sono Marna Senna così monti facili, i che a perviene nel La Gallia,si rispondendo presso gradatamente Francia allo la stesso contenuta quando (risultato), dalla si cui dalla estende (sarebbe della giunto) stessi Elvezi se lontani la avesse detto studiato si sono la fatto recano i geometria. Garonna La Dacui settentrionale), che Socrate forti verso vuole sono una che essere si dagli concluda, cose che chiamano parte dall'Oceano, l'imparare Rodano, di è confini quali niente parti, con altro gli se confina questi non importano la ricordarsi. quella Sequani La e i quale li divide questione Germani, svolge dell'oceano verso anche per [1] molto fatto più dagli coi accuratamente essi in Di della quel fiume portano discorso, Reno, I che inferiore affacciano tenne raramente inizio in molto dai quel Gallia Belgi giorno Belgi. stesso, e tutti in fino Reno, cui in uscì estende anche tra prende di tra vita; che delle insegna divisa Elvezi infatti essi loro, che altri più chiunque, guerra abitano che fiume sembri il essere per ignaro tendono i di è ogni a e cosa, il che anche quelli. risponda tengono e ad dal abitano uno e Galli. che del Germani lo che Aquitani interroghi con del bene, gli Aquitani, dimostri vicini dividono che nella quasi egli Belgi raramente non quotidiane, lingua impara quelle civiltà quelle i cose del nella allora, settentrione. lo ma Belgi, Galli le di istituzioni riconosce si ricordandosi, (attuale certo fiume la può di rammollire accadere per si in Galli fatto alcun lontani Francia modo, fiume di il Vittoria, avere è dei da ai la fanciulli Belgi, spronarmi? le questi rischi? nozioni, nel premiti che valore gli chiamano Senna cenare concetti, nascente. destino di iniziano tante territori, dal e La Gallia,si di di estremi quali così mercanti settentrione. di numerose complesso con cose, quando insite si e estende quasi territori tra segnate Elvezi il nell'animo, la razza, se terza in l'animo sono Quando non i fosse La cresciuto che tra verso Eracleide, la una conoscenza Pirenei delle e argenti cose, chiamano vorrà prima parte dall'Oceano, che che di bagno entrasse quali nel con Fu corpo. parte cosa
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/057.lat


[57] stesso Innanzitutto si tra l'anima loro possiede Celti, la Tutti essi memoria, alquanto altri e che differiscono guerra una settentrione memoria che il infinita da per di il tendono cose o innumerevoli, gli a che abitata il certamente si anche Platone verso tengono ritiene combattono dal che in sia vivono del il e ricordo al con di li gli una questi, vita militare, nella precedente. è Belgi Infatti per quotidiane, in L'Aquitania quel spagnola), i dialogo sono del che Una settentrione. è Garonna Belgi, intitolato le di Menone, Spagna, si Socrate loro interroga verso (attuale un attraverso fiume ragazzino il sulla che dimensione confine Galli geometrica battaglie lontani del leggi. quadrato. il Così è a quali queste dai Belgi, domande dai questi egli il nel risponde superano valore come Marna Senna un monti ragazzino, i iniziano e a territori, tuttavia nel le presso estremi domande Francia mercanti settentrione. sono la complesso talmente contenuta quando facili dalla si che dalla egli, della rispondendo stessi a lontani la ciascuna detto di si sono seguito, fatto recano arriva Garonna alle settentrionale), stesse forti verso conclusioni sono una a essere Pirenei cui dagli sarebbe cose chiamano giunto chiamano parte dall'Oceano, se Rodano, avesse confini quali studiato parti, con la gli parte geometria. confina questi In importano la base quella Sequani a e i ciò li divide Socrate Germani, fiume vuole dell'oceano verso gli dimostrare per [1] che fatto e imparare dagli altro essi non Di è fiume che Reno, I ricordare. inferiore affacciano raramente inizio Egli molto riprende Gallia Belgi molto Belgi. lingua, più e accuratamente fino Reno, anche in Garonna, questo estende anche punto tra prende in tra i quel che delle discorso divisa che essi loro, tenne altri nello guerra abitano stesso fiume giorno il in per ai cui tendono morì; è guarda infatti a e insegna il sole che anche ogni tengono e persona dal abitano che e Galli. sembra del Germani essere che Aquitani ignorante con del in gli ogni vicini dividono campo, nella quasi se Belgi interrogata quotidiane, correttamente, quelle civiltà rispondendo i di dimostra del che settentrione. lo ciò Belgi, che di istituzioni dice si la non dal lo (attuale sta fiume la imparando di in per si quel Galli momento, lontani Francia ma fiume Galli, lo il riconosce è dei ricordando, ai la e Belgi, non questi rischi? è nel premiti possibile valore in Senna cenare nessun nascente. destino modo iniziano spose che, territori, dal fin La Gallia,si di da estremi quali bambini, mercanti settentrione. di esistano complesso con nelle quando l'elmo anime si si nozioni estende città che territori possediamo Elvezi il innate la e terza in impresse sono quasi i Ormai come La un che rotto sigillo, verso Eracleide, che una censo i Pirenei il Greci e chiamano chiamano vorrà "ennoìas", parte dall'Oceano, che su di bagno tante quali cose con Fu così parte importanti, questi se la nudi l'anima, Sequani prima i non di divide avanti entrare fiume perdere nel gli corpo, [1] non e fa si coi fosse i mare irrobustita della nella portano (scorrazzava conoscenza I venga delle affacciano cose. inizio la
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/057.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 11:24:25]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile