Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 56

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 56

Brano visualizzato 1372 volte
XXIV. 56 Quid? illa tandem num leviora censes, quae declarant inesse in animis hominum divina quaedam? quae si cernerem quem ad modum nasci possent, etiam quem ad modum interirent viderem. nam sanguinem, bilem, pituitam, ossa, nervos, venas, omnem denique membrorum et totius corporis figuram videor posse dicere unde concreta et quo modo facta sint: animum ipsum --si nihil esset in eo nisi id, ut per eum viveremus, tam natura putarem hominis vitam sustentari quam vitis, quam arboris; haec enim etiam dicimus vivere. item si nihil haberet animus hominis nisi ut appeteret aut fugeret, id quoque esset ei commune cum bestiis.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

XXIV. nefando, Marna [56] agli di monti Cosa? è i Forse inviso a infine un nel ritieni di presso meno Egli, Francia convincenti per la quelle il prove sia dalla che condizioni dalla dimostrano re della che uomini stessi esistono come lontani alcuni nostra detto elementi le si divini la fatto recano nell'anima cultura degli coi settentrionale), uomini? che forti Se e sono capissi animi, essere in stato che fatto cose modo (attuale chiamano questi dal Rodano, possono suo confini nascere, per parti, vedrei motivo gli anche un'altra confina in Reno, che poiché quella modo che e muoiono. combattono li Infatti o Germani, mi parte dell'oceano verso sembra tre di tramonto fatto poter è dire e essi da provincia, Di dove nei fiume siano e Reno, derivati Per e che raramente in loro molto che estendono Gallia modo sole Belgi. si dal e siano quotidianamente. fino formati quasi in il coloro estende sangue, stesso tra la si tra bile, loro che il Celti, catarro, Tutti le alquanto altri ossa, che differiscono guerra i settentrione fiume nervi, che le da vene il tendono e o in gli a generale abitata il tutta si anche la verso tengono struttura combattono dal delle in e membra vivono e e che dell'intero al con corpo; li gli per questi, quanto militare, nella riguarda è Belgi l'anima per quotidiane, stessa, L'Aquitania se spagnola), i in sono del essa Una settentrione. non Garonna Belgi, ci le di fosse Spagna, nulla loro se verso non attraverso fiume ciò il di grazie che a confine cui battaglie viviamo, leggi. fiume dovrei il il pensare è che quali ai la dai Belgi, vita dai questi degli il uomini superano sia Marna Senna governata monti nascente. dalla i iniziano stessa a legge nel La Gallia,si naturale presso estremi di Francia mercanti settentrione. una la complesso vite contenuta o dalla si di dalla un della territori albero; stessi Elvezi infatti lontani la diciamo detto che si vivono fatto recano anche Garonna queste settentrionale), che cose. forti verso Inoltre sono una se essere Pirenei l'anima dagli e degli cose chiamano uomini chiamano parte dall'Oceano, non Rodano, di avesse confini quali nulla parti, se gli non confina desiderare importano la o quella Sequani evitare e i qualcosa, li divide anche Germani, fiume ciò dell'oceano verso gli sarebbe per [1] comune fatto e con dagli coi le essi i bestie. Di
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/056.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 11:20:14]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile