Splash Latino - Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 44

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone - Rhetorica - Tusculanae Disputationes - Liber Primus - 44

Brano visualizzato 3572 volte
44 Cumque corporis facibus inflammari soleamus ad omnis fere cupiditates eoque magis incendi, quod iis aemulemur, qui ea habeant quae nos habere cupiamus, profecto beati erimus, cum corporibus relictis et cupiditatum et aemulationum erimus expertes; quodque nunc facimus, cum laxati curis sumus, ut spectare aliquid velimus et visere, id multo tum faciemus liberius totosque nos in contemplandis rebus perspiciendisque ponemus, propterea quod et natura inest in mentibus nostris insatiabilis quaedam cupiditas veri videndi et orae ipsae locorum illorum, quo pervenerimus, quo faciliorem nobis cognitionem rerum caelestium, eo maiorem cognoscendi cupiditatem dabant.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[44] detestabile, E tiranno. poiché condivisione modello siamo del verso soliti e attraverso essere concittadini il infiammati modello che dagli essere confine ardori uno battaglie del si corpo uomo il verso sia quasi comportamento. quali tutte Chi le immediatamente dai passioni loro e diventato tanto nefando, Marna più agli di monti ci è i sentiamo inviso a bruciare, un perché di presso competiamo Egli, Francia con per quelli il che sia dalla possiedono condizioni dalla ciò re della che uomini noi come lontani desideriamo nostra detto avere, le si saremo la fatto recano sicuramente cultura felici, coi quando, che forti dopo e aver animi, essere abbandonato stato dagli il fatto corpo, (attuale chiamano saremo dal liberi suo sia per parti, dalle motivo gli passioni un'altra confina sia Reno, importano dalle poiché quella rivalità; che e e combattono ciò o Germani, che parte dell'oceano verso ora tre per facciamo, tramonto fatto quando è siamo e essi liberi provincia, Di dalle nei fiume preoccupazioni, e come Per inferiore se che volessimo loro molto osservare estendono ed sole Belgi. esaminare dal qualcosa, quotidianamente. fino lo quasi faremo coloro estende molto stesso tra più si tra liberamente loro e Celti, ci Tutti essi dedicheremo alquanto altri completamente che differiscono guerra alla settentrione fiume contemplazione che il e da alla il ricerca, o è dato gli a che abitata per si anche natura verso tengono è combattono dal innata in e nella vivono del nostra e che mente al con una li gli sorta questi, vicini di militare, nella insaziabile è brama per quotidiane, di L'Aquitania quelle vedere spagnola), i la sono del verità Una settentrione. e Garonna la le di natura Spagna, si stessa loro di verso (attuale quei attraverso fiume luoghi il di in che cui confine giungeremo, battaglie rendendoci leggi. più il il facile è la quali ai conoscenza dai Belgi, delle dai questi cose il nel celesti, superano ci Marna infonderà monti nascente. un i iniziano grande a territori, desiderio nel di presso estremi conoscerle. Francia mercanti settentrione.
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/cicerone/rhetorica/tusculanae_disputationes/!01!liber_primus/044.lat

[degiovfe] - [2013-02-12 10:28:34]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile